22 Febbraio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  •    - Brunei
  •    - Cambogia
  •    - Filippine
  •    - Indonesia
  •    - Laos
  •    - Malaysia
  •    - Myanmar
  •    - Singapore
  •    - Tailandia
  •    - Timor Est
  •    - Vietnam
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 15/12/2016, 11.12

    CINA - USA

    Esperti Usa: la Cina è pronta in caso di conflitto nel mar Cinese meridionale



    Nuove foto dell’Asia Maritime Transparency Initiative mostrano che Pechino ha installato armi e sistemi di difesa missilistica su ognuna delle sette isole artificiali che ha costruito nelle zone contese: “Non sapevamo che avessero sistemi così grandi e così avanzati”.

    Pechino (AsiaNews) – La Cina ha installato armi e sistemi di difesa missilistica su ognuna delle sette isole artificiali che ha costruito nel mar Cinese meridionale negli ultimi mesi. È quanto emerge dalle nuove foto satellitari scattate dall’Asia Maritime Transparency Initiative (Amti), legato al Centro di studi strategici e internazionali statunitense. A partire da giugno il gruppo ha monitorato l’avanzamento dei lavori di Pechino nelle barriere coralline di Fiery Cross, Mischief e Subi, posizionate nell’arcipelago Spratly.

    Su queste isole la Cina ha accresciuto le attrezzature militari che ha aveva già posizionato in altri territori del mar Cinese meridionale. L’Amti dichiara che le immagini mostrano “quello che sembrano essere cannoni per l’antiaerea e sistemi d’arma ravvicinata (Ciws) in grado di proteggere da attacchi con missili da crociera”. Inoltre, le foto di Fiery Cross rivelano torri contenenti apparecchi radar.

    Secondo gli esperti dell’Amti, “queste armi dimostrano che Pechino considera in modo serio la difesa delle sue isole artificiali nell’eventualità di un conflitto armato nel mar Cinese meridionale”. Greg Poling, direttore dell’osservatorio, afferma che dopo mesi di analisi delle immagini, “questa è la prima volta in cui siamo sicuri nel dire che [queste strutture] sono postazioni per difesa antiaerea e Ciws. Non sapevamo che avessero sistemi così grandi e così avanzati”. Pechino, aggiunge Poling, “continua a dire che non sta militarizzando l’area, ma se volesse potrebbe schierare domani caccia da guerra e missili terra-aria”.

    Le istallazioni cinesi servirebbero a comporre un ombrello difensivo dotato di una piattaforma mobile di missili terra-aria, simile ad uno già costruito nelle isole Paracel.  

    La regione del mar Cinese meridionale è conteso da anni da Taiwan, Filippine, Brunei, Malaysia e Cina. In seguito a un arbitrato promosso dalle Filippine, lo scorso luglio una sentenza del tribunale dell’Aja ha giudicato “prive di alcun diritto” le rivendicazioni cinesi nell’area. Nonostante questo, Pechino continua la sua politica aggressiva nelle acque contese, costruendo basi navali e aeree in più atolli.

    Pochi giorni fa alcune foto scattate dall’azienda statunitense Planet Lab hanno rivelato che anche il Vietnam compie lavori di dragaggio e costruzione in alcune isole contese, cercando di occupare quante più “posizioni” possibili per difendersi dalla Cina.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    22/08/2011 VIETNAM – CINA
    Mar cinese meridionale: Hanoi contro le proteste, arrestati 50 manifestanti anticinesi
    Agenti in borghese e polizia hanno fermato un gruppo pacifico, che dimostrava nei pressi del lago Haon Kiem, nel centro della capitale. Tra i dimostranti studenti, intellettuali e semplici cittadini che condannano l’imperialismo di Pechino. Ancora ignota la sorte di cinque marinai vietnamiti sequestrati dalla marina cinese.

    30/09/2011 ASIA – STATI UNITI
    Pechino: E' giusta una guerra contro Vietnam e Filippine, per dominare il Mar cinese meridionale
    Secondo un analista cinese vi è “logica, beneficio e buone ragioni” per scatenare una guerra nella regione Asia-Pacifico. Il suo articolo spopola in rete e trova il sostengo di molti internauti. Giappone e Filippine promuovono un fronte comune, il Vietnam rilancia il nazionalismo in chiave anti-cinese. Taiwan conferma le rivendicazioni su una parte delle Spratly.

    11/02/2014 CINA-USA-ASIA
    Per la prima volta truppe cinesi partecipano alle esercitazioni militari Asia-Usa
    I Cobra Gold Drills si tengono in Thailandia, con soldati dell'Asean, del Giappone e della Sudcorea. I soldati devono uccidere dei cobra e bere il loro sangue. Fra gli osservatori vi sono pure Russia, Pakistan e Vietnam. I soldati di Pechino partecipano solo alle esercitazioni legate ad emergenze. La Cina è invitata anche alle esercitazioni marittime nell'Oceano Pacifico.

    12/10/2010 VIETNAM - CINA - STATI UNITI
    Il Vietnam invita la Cina al dialogo per le dispute territoriali
    Ad Hanoi è iniziato ieri il primo convegno Asean per la cooperazione militare, con la partecipazione anche di Cina, Russia, Stati Uniti. Da mesi Pechino cerca di affermarsi con la forza su territori contesi, ma ora gli altri Paesi si rivolgono alla comunità internazionale.

    23/03/2009 CINA
    Cresce il “confronto” nel Mar Cinese Meridionale
    La Cina dice che ritiene chiuso “l’incidente” con la nave Usa del 7 marzo, al largo dell’isola Hainan. Ma intanto manda proprie navi nel Mar Cinese Meridionale “per controllo” suscitando l’ira di Filippine e altri Stati. Esperti: se non si sarà cooperazione, si rischia un duro confronto.



    In evidenza

    BANGLADESH
    Snehonir, la ‘Casa della Tenerezza’ per disabili (Foto)



    La struttura nasce 25 anni fa dall’opera delle suore Shanti Rani e dei missionari Pime. A Rajshahi accoglie disabili mentali e fisici, sordomuti, ciechi, orfani, poveri, abbandonati. “Il principio-guida è avviarli alla vita”.


    COREA
    L’abbraccio delle atlete della Corea unita, sconfitte in gara, ma ‘prime’ nella storia



    Oggi hanno perso l’ultima partita conto la Svezia e sono finite al settimo posto. Le lacrime per l’imminente separazione. L’orgoglio della coach canadese: “I politici hanno preso la decisione esecutiva. Le nostre giocatrici e il nostro staff sono quelli che l'hanno fatta funzionare”. Atleta sudcoreana: spero che il nostro Paese sia fiero di noi: era una cosa più grande dell’hockey.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®