28 Febbraio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 22/11/2004, 00.00

    CINA

    Esplosione in miniera: 49 morti e 11 dispersi



    Pechino (AsiaNews/Ap) – Almeno 49 minatori morti e 11 tuttora dispersi: è il bilancio di un grosso incendio divampato in una miniera di ferro nel nord della Cina.

    Secondo l'agenzia statale per la sicurezza sul lavoro i soccorritori hanno tratto in salvo 46 minatori: essi hanno inoltre recuperato i corpi senza vita di 49 persone.

    L'incidente si è verificato sabato mattina in una miniera di Shahe, nell'Hebei: un cavo ha preso fuoco e ha provocato un'esplosione all'interno della cava. L'incendio si è subito propagato in altre 5 miniere collegate, mentre nuvole dense di fumo rallentavano l'opera dei soccorritori.

    La polizia ha arrestato il direttore della miniera e ne ha congelato i conti bancari; il premier Wen Jibao ha chiesto di "fare tutto il possibile per salvare la vita dei minatori".

    Le miniere cinesi sono le più pericolose e insicure al mondo: ogni anno migliaia di minatori muoiono a causa di incendi, frane e altri disastri spesso causati dall'inosservanza delle più elementari norme di sicurezza o per la mancanza di attrezzature antinfortunistiche.

    I ripetuti appelli del governo per una maggiore sicurezza non hanno avuto finora esito.

    Le miniere più pericolose sono quelle di carbone, ma non vanno dimenticate le numerose vittime delle miniere di ferro, di stagno e di altro genere.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    08/06/2009 CINA
    I morti sotto la frana di Chongqing causati dallo sfruttamento della miniera
    I residenti denunciano che le frane sono iniziate dopo la riapertura e lo sfruttamento intensivo della locale miniera di ferro. Dicono che dal 2004 era noto il rischio di frane. La forte pioggia ostacola i soccorsi per liberare i 27 minatori intrappolati.

    02/12/2005 Cina
    Sale a 166 il numero dei morti nella miniera dell'Heilongjiang

    Altri 5 minatori morti in una miniera illegale dell'Hebei.



    01/12/2005 cina
    Heilongjiang, salgono a 161 le vittime dell'esplosione nella miniera

    Arrestati il direttore ed il segretario locale del Partito comunista. I dirigenti minerari non avevano idea delle misure da intraprendere in caso di emergenza.



    29/11/2005 Cina
    Cina, esplosione in miniera: un disastro annunciato

    Secondo i parenti delle vittime, da tempo i minatori avevano denunciato la poca sicurezza. La miniera – di proprietà dello stato – aveva invece tutte le carte e i permessi in regola.



    14/05/2014 TURCHIA
    Turchia, disastro in miniera: più di 200 vittime, centinaia di operai intrappolati sotto terra
    Un'esplosione forse provocata da un guasto elettrico ha scatenato un incendio a 2 chilometri di profondità nella provincia di Manisa, parte occidentale del Paese. Nella miniera lavoravano 787 minatori: solo 363 sono riusciti a risalire. Le autorità parlano di "corsa contro il tempo", me il numero delle vittime "è destinato a salire".



    In evidenza

    LIBANO
    Trump, Marine Le Pen e il Medio oriente: il Libano contro muri e divisioni

    Fady Noun

    L’inizio della presidenza Trump ha segnato la “babelizzazione” della società americana. Ciascun Paese riversa il suo odio contro un nemico esterno. La crisi globale attuale ha radici religiose. Al cuore del caos vi è la minaccia jihadista. Laterza guerra mondiale non si vince con i droni, ma usando moderazione e promuovendo l’incontro e il confronto. 

     


    EGITTO – ISLAM
    Al Azhar sotto l’influenza dell’islamismo di Daesh

    Kamel Abderrahmani

    Le istituzioni religiose ufficiali e le università cosiddette islamiche sono la causa dell’immobilità del mondo musulmano. I programmi insegnati ad Al Azhar e la letteratura usata sono gli stessi che sono applicati sul terreno da tutti i terroristi armati. Nessun paragone possibile fra Al Azhar e il Vaticano. Il Vaticano ha ospitato musulmani irakeni e siriani che fuggivano la guerra. Al Azhar non ha fatto nulla per cristiani e Yazidi. La persecuzione verso Mohamed Nasr Abdellah, desideroso di modernizzare l’islam. Il commento di uno studente musulmano.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®