19 Febbraio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 09/01/2012, 00.00

    PAKISTAN

    Faisalabad in festa per i 50 anni di sacerdozio di p. Bonnie Mendes

    Shafique Khokhar

    Impegnato nel campo dei diritti umani e del dialogo interreligioso, egli è un esempio per tutti i cattolici pakistani. Egli definisce la sua missione “un dono prezioso ricevuto da Dio”. Oltre un migliaio di persone alla messa di ringraziamento. Mons. Coutts: come Giovanni Battista ha preparato il terreno agli altri.
    Faisalabad (AsiaNews) – “Servire in qualità di sacerdote la diocesi di Faisalabad è stato un dono prezioso ricevuto da Dio”. Così p. Bonnie Mendes, prete e attivista pakistano, ha commentato i 50 anni di sacerdozio celebrati lo scorso 7 gennaio nella cattedrale della città, in una chiesa gremita da un migliaio di persone fra sacerdoti, suore, catechisti, studenti, semplici fedeli e membri della società civile. “La missione della mia vita – ha aggiunto – è di lavorare il più possibile per il riscatto dei gruppi più sfortunati ed emarginati tra i quali donne, bambini, operai sotto-pagati e minoranze religiose”. I cattolici di Faisalabad (nel Punjab) lo hanno accolto con fiori, lancio di petali di rose, canti di festa e rulli di tamburi. Il vescovo locale mons. Joseph Coutts, e gli attivisti Ayub Sadiq e Peter Jacob, segretario esecutivo della Commissione nazionale di Giustizia e Pace (Ncjp) hanno elogiato l’impegno del prete nel promuovere il dialogo interreligioso, la pace e i diritti umani.

    Per l'occasione, gli organizzatori hanno proiettato un filmato multimediale che ha ripercorso la vita e la missione di p. Bonnie Mendes, oltre al contributo nei campi della fede e del sociale. Egli è stato ordinato sacerdote il 7 gennaio 1962 e conseguito il dottorato con uno studio sullo sviluppo nelle Filippine. Nel 2005 ha ricevuto un prestigioso riconoscimento per il contributo dato alla pace e all’armonia interreligiosa e, ancora oggi, è coordinatore regionale di Caritas Asia e direttore esecutivo di Società per lo sviluppo umano, organizzazione pakistana attiva dal 1984.

    Parlando dell’opera di p. Mendes, il vescovo di Faisalabad mons. Coutts sottolinea che “egli è come una luce, sale e lievito” e ogni sua azione nella vita è “alla luce degli insegnamenti della Bibbia”. Come Giovanni Battista, aggiunge il prelato, ha preparato il terreno agli altri nel servizio dell’umanità “promuovendo piccole iniziative per lo sviluppo umano”. P. Emmanuel Yousaf Mani, direttore nazionale di Ncjp, afferma che “seguendo il suo esempio”, la Chiesa cattolica “può portare un cambiamento in positivo” all’interno della società pakistana.

    P. Khalid Rasheed, vicario generale della diocesi di Faisalabad, inserisce p. Mendes fra quei sacerdoti che “diffondo la fede come Aronne” e “guidano a livello politico e sociale una nazione come Mosè”. P. Aftab James Paul aggiunge che “non è solo un leader religioso e sociale, ma anche un riformatore progressista e un intellettuale visionario”. Infine l’attivista Sadaqat Sardar, per il quale Bonnie Mendes non è solo un singolo individuo, ma anche “un’istituzione e un uomo di Stato”.
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    26/06/2012 PAKISTAN
    Karachi: dall’incontro coi francescani la vocazione al sacerdozio
    È la storia di Asif Shafique, 27enne ingegnere civile, che ha partecipato di recente a una giornata di animazione vocazionale dell’Ordine. Il padre, un medico, ha visitato spesso l’istituto per verificare la salute dei religiosi. Nell’esperienza quotidiana di vita, è nato il desiderio del giovane di dedicare la vita agli altri, nella preghiera e nella spiritualità.

    22/09/2009 PAKISTAN
    Presidente pakistano: Vigilare contro l’uso iniquo della legge sulla blasfemia
    Da Londra il presidente Zardari assicura l’impegno del governo contro qualsiasi strumentalizzazione della legge per colpire le minoranze religiose e il dissenso. Ambienti islamici inscenano proteste contro le richieste di modifica. Ma anche i media contestano questa legge.

    29/05/2012 PAKISTAN
    Punjab: cita il Corano in un sermone, pastore protestante accusato di blasfemia
    Minacciato di morte, il rev. Irfan Gill si è salvato grazie all’intervento dei cristiani locali. Egli rischia però una denuncia in base alla “legge nera”. L’imam del villaggio chiede una ritrattazione e pubbliche scuse. Sacerdote cattolico parla di imprudenza in molti pastori protestanti, che “mettono in pericolo la vita di persone innocenti”.

    15/11/2011 PAKISTAN
    Paul Bhatti: diritti ai cristiani e dialogo coi musulmani, nel solco tracciato da Shahbaz
    Il consigliere speciale del premier avverte che provocare l’estremismo non è la via giusta per risolvere i problemi dei cristiani. Egli promuove una politica del dialogo, capace di restituire “unità” alla società civile e al Paese. Il sostegno della comunità internazionale e l’incontro con i leader islamici del mondo. La fede in Cristo, per raccogliere la vocazione del fratello.

    19/08/2011 PAKISTAN
    Punjab: famiglia cristiana per 30 anni schiava di un latifondista musulmano
    Il padre aveva sottoscritto un prestito per il matrimonio della figlia. Interessi da usura, fino al 500%, non gli hanno permesso di restituire il denaro. Così 26 persone, fra cui donne e bambini, hanno vissuto come moderni schiavi nell’azienda di un musulmano. Ancora casi di matrimoni e conversioni forzate di ragazze cristiane.



    In evidenza

    CINA-VATICANO
    Le lacrime dei vescovi cinesi. Un ritratto di mons. Zhuang, vescovo di Shantou

    Padre Pietro

    Un sacerdote della Chiesa ufficiale, ricorda il vescovo 88enne che il Vaticano vuole sostituire con un vescovo illecito, gradito al regime. Mons. Zhuang Jianjian è diventato vescovo sotterraneo per volere del Vaticano nel 2006. Il card. Zen e mons. Zhuang, immagine della Chiesa fedele, “che fa provare un’immensa tristezza e un senso di impotenza”. Le speranze del card. Parolin di consolare “le sofferenze passate e presenti dei cattolici cinesi”.


    CINA-VATICANO-HONG KONG
    Il card. Zen sui vescovi di Shantou e Mindong

    Card. Joseph Zen

    Il vescovo emerito di Hong Kong conferma le informazioni pubblicate nei giorni scorsi da AsiaNews e rivela particolari del suo colloquio con papa Francesco su questi argomenti: “Non creare un altro caso Mindszenty”, il primate d’Ungheria che il Vaticano obbligò a lasciare il Paese, nominando un successore a Budapest, a piacimento del governo comunista del tempo.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®