4 Settembre 2015 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile





Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato

invia ad un amico visualizza per la stampa


» 21/07/2009
ASIA
Fra scienza e magia, l’Asia aspetta l’eclissi solare più lunga del secolo
Il 22 luglio il continente vivrà “l’avvenimento del secolo”: un’eclissi solare che durerà fino a sei minuti e 39 secondi. Astrologi e maghi annunciano scontri e rivolte sociali. Pechino ha lanciato una campagna per “educare la popolazione”. L’evento porterà una boccata di ossigeno al settore del turismo, affossato da crisi economica e influenza suina.

Shanghai (AsiaNews/Agenzie) – Per gli astronomi sarà un’occasione per studiare la corona solare; gli astrologi birmani annunciano catastrofi, guerre e rivolte sociali; in India le donne incinte resteranno chiuse in casa per timore dei “raggi solari invisibili”, nocivi per il nascituro; in Cina hanno già sfruttato l’evento per rilanciare il turismo, anche se le autorità temono “panico e reazioni ingiustificate”. In un mix di scienza, magia e superstizione, milioni di asiatici si preparano a vivere l’eclissi solare più lunga del secolo.
 
L’eclissi inizierà domani 22 luglio nel golfo indiano di Khambhat, a nord di Mumbai. Il fenomeno astronomico – dovuto alla sovrapposizione della luna fra il sole e la terra – si sposterà verso est lungo il continente toccando Nepal, Myanmar, Bangladesh, Bhutan, Cina e Giappone, per concludersi nelle isole del Pacifico. L’intero arco del sud-est asiatico sarà coperto dal cono lunare e, nel momento di maggior intensità, essa durerà sei minuti e 39 secondi. Per il ripetersi di un simile evento, bisognerà aspettare il 2132.
 
Per gli astronomi, il fenomeno naturale sarà un’occasione per studiare la corona solare – un anello distante 1 milione di chilometri dalla superficie del sole – capire perché abbia una temperatura di duemilioni di gradi e carpire informazioni sul fenomeno legato alle onde e alla produzione di energia.
 
Il settore del turismo ha fiutato l’affare e registra il tutto esaurito nelle zone maggiormente esposte all’evento. Influenza suina e crisi economica mondiale hanno inferto un duro colpo al comparto; il fenomeno dell’eclissi solare potrebbe portare una boccata d’ossigeno, anche se incombe il pericolo maltempo. Una compagnia americana, specializzata nel turismo astronomico, ha organizzato un viaggio per seguire tutte le fasi dell’eclisse: il costo del biglietto varia da 2.500 a 3.600 dollari. Un’agenzia viaggi indiana sta allestendo un volo charter per osservare il fenomeno dal cielo.
 
A Shanghai, metropoli che ospita l’osservatorio astronomico più importante della Cina, tutto è pronto per quello che viene definito “l’avvenimento del secolo” a dispetto di scaramanzie e superstizioni. Shao Zhenyi, astronomo dell’osservatorio di Shanghai, parla di “opportunità speciale”; Liang Wei, originario del Guangzhou, pur sottolineando di non essere uno scienziato, attende “l’esperienza della vita”.
 
Nelle scorse settimane le autorità cinesi hanno lanciato una campagna fra media e organi di partito per “educare la popolazione” all’evento, con l’obiettivo di evitare fenomeni di “panico e reazioni ingiustificate”. Le eclissi sono legate a ricordi di rivoluzioni, scontri sociali e cadute di imperi: Pechino si augura che il 2009 non segni la fine del dominio “rosso” in Cina.
 
Anche gli astrologi indiani e birmani hanno annunciato scontri e rivolte sociali. Nella mitologia hindu, Rahu e Ketu sono i nomi della testa e del busto del demone che ingoia la luna e il sole, causando l’eclisse. Gli indiani, terminato il fenomeno, sono soliti farsi un bagno nelle acque dei fiumi sacri per purificarsi; altri evitano di cucinare e cibarsi. Vietata alle donne incinte l’esposizione all’eclisse, perché i “raggi invisibili” causano malformazioni al nascituro.

invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
22/07/2009 ASIA
Asia, pioggia e inquinamento oscurano l’eclissi del secolo
06/06/2012 ASIA
Lo spettacolo di Venere che transita sul sole
06/04/2011 ASIA - CINA
L’Asia rallenta la crescita economica, e la Cina trema per l’inflazione
24/11/2014 CINA
Cina, per tagliare l'inquinamento "servono mille centrali atomiche in più"
14/07/2015 NEPAL
Stregoneria in Nepal: condannate due donne per l’omicidio di un bambino
di Christopher Sharma

In evidenza
INDIA
Card. Toppo: Imparare dai tribali dell’India ad avere cura della terra e dei suoi abitanti
di Nirmala CarvalhoL’arcivescovo di Ranchi parla ad AsiaNews in occasione della Giornata mondiale di preghiera per la cura del creato (1 settembre). Nel Paese “più di un milione di tribali è cattolico, e nella nostra cultura noi rispettiamo la natura e ne celebriamo i doni”. Oggi “per essere veri testimoni di Cristo dobbiamo rispondere alla crisi ecologica attraverso una profonda conversione spirituale”.
VATICANO-IRAQ
P. Samir di Amadiya: Il Papa è la voce dei profughi irakeni
di Bernardo CervelleraIl sacerdote caldeo ha incontrato papa Francesco chiedendogli di tenere alta l’attenzione del mondo sui profughi cristiani di Mosul e della Piana di Ninive. Nella sua diocesi vivono 3500 famiglie cristiane e quasi mezzo milione di yazidi fuggiti davanti alle violenze dello Stato islamico. L’Isis non è tutto l’islam e vi sono musulmani che vogliono un Iraq della convivenza. I cristiani potrebbero emigrare, ma rimangono nella loro terra. I progetti di aiuto ai rifugiati: la scuola per i bambini, lavoro per gli adulti, una casa per ogni famiglia. L’appello di AsiaNews.
LIBANO
La Dichiarazione di Beirut: i musulmani in difesa della libertà dei cristianiLibertà di fede, di educazione e di opinione difese citando il Corano. Esse sono alla base dello Stato di diritto, che non deve essere uno Stato religioso. L’organo di riferimento dei sunniti del Libano condanna senza appello la violenza in nome di Dio. Il testo integrale del messaggio.

Dossier

Terra Santa Banner


Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate