19/01/2021, 15.32
TERRA SANTA

Invia ad un amico

Gerusalemme: Causa Covid, Settimana per l'Unità dei Cristiani rimandata a Pentecoste

P. Frans Bouwen: celebrazioni e incontri “non possono al momento essere sostituiti da celebrazioni online”. A differenza del Natale o della Pasqua non basteranno tecnologia e rete per sopperire agli eventi in presenza. Il provvedimento in seguito alle chiusure imposte dal governo e per l’aumento dei contagi nell’area.

Gerusalemme (AsiaNews) - A causa della pandemia di Covid-19 e per le disposizioni attuate dalle autorità sanitarie per il contenimento del virus, a Gerusalemme la Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani per l’anno 2021 è stata rimandata. L’evento a cadenza annuale, che nella città santa si tiene per tradizione dopo la celebrazione dell’Epifania da parte della Chiesa Armena, si terrà a maggio al tempo della Pentecoste. 

Secondo quanto ha riferito p. Frans Bouwen, presidente della Commissione episcopale per le relazioni ecumeniche, la celebrazione e gli incontri fra le diverse Chiese di Gerusalemme “non possono al momento essere sostituiti da celebrazioni virtuali online”. A differenza di molti altri eventi, anche in occasione di momenti importanti della vita della Chiesa come la Pasqua o il Natale, non basterà dunque la tecnologia e la rete per sopperire agli eventi in presenza. 

Da qui, riferisce il Patriarcato latino di Gerusalemme (Lpj), la decisione delle Chiese della Terra Santa di unirsi alle sorelle dell’emisfero meridionale del mondo per celebrare questo evento al momento della Pentecoste.

P. Bouwen ha spiegato che la programmazione “di una o due celebrazioni virtuali online, con l’aiuto del Christian Media Center” non era più attuabile, a causa dell’aumento dei contagi e per i nuovi obblighi imposti dalla quarantena a Gerusalemme. Il sacerdote ha quindi invitato tutte le Chiese e le comunità religiose a pregare dal 23 al 31 gennaio 2021 soltanto con i rispettivi membri. L’invito a pregare, e a pubblicare messaggi di unità sui social media durante questa settimana, potrebbe essere esteso anche ai fedeli. 

Quest’anno il tema della Settimana è stato scelto dalla Comunità Monastica di Grandchamp, in Svizzera, ed è intitolato “Rimanete nel mio amore e porterete molto frutto”. (cfr. Gv 15, 1-7) Esso intende esprimere la “vocazione della Comunità alla preghiera, alla riconciliazione e all’unità nella Chiesa e nella famiglia umana”. 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Gerusalemme, Settimana dell’unità: i cristiani ‘satelliti intorno l’unico sole che è Cristo’
22/01/2018 12:41
Chiesa di Terra Santa in preghiera per la fine della pandemia
01/03/2021 15:06
Patriarca di Gerusalemme: la Pasqua ‘nuovo inizio alla vita’ dopo il buio della pandemia
29/03/2021 11:30
Gerusalemme: la Croce distrugge i muri della paura
24/03/2005
Parroco di Gaza: Una Pasqua ‘viva e partecipata’, oltre il Covid-19
03/04/2021 07:00