19 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  •    - Brunei
  •    - Cambogia
  •    - Filippine
  •    - Indonesia
  •    - Laos
  •    - Malaysia
  •    - Myanmar
  •    - Singapore
  •    - Tailandia
  •    - Timor Est
  •    - Vietnam
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 10/11/2017, 14.25

    FILIPPINE

    Giovani cattolici: la Chiesa a sostegno della gioventù filippina

    Santosh Digal

    Il Paese affronta numerosi problemi sociali, dal traffico umano fino alle gravidanze adolescenziali. In questo contesto, i giovani cercano la guida della Chiesa. I programmi per formare la spiritualità e la loro fede.

    Manila (AsiaNews) – La Chiesa cattolica accompagna e guida i giovani nella realizzazione delle proprie speranze e aspirazioni. A raccontarlo sono due esponenti della gioventù cattolica filippina, intervistati da AsiaNews.

    Nelle Filippine, i giovani si confrontano con numerosi problemi e sfide sociali, dalla tratta degli esseri umani fino alle gravidanze adolescenziali, la dipendenza da droghe, la povertà, il crimine e la mancanza di istruzione e la disgregazione delle famiglie.

    Nel Paese le persone fra 15 e i 24 anni compongono il 19,17% della popolazione totale. Uno dei principali problemi è l’alto tasso di gravidanze adolescenziali, in modo particolare fra i poveri. Secondo il Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione (Unfpa), due terzi delle filippine che partoriscono prima dei 20 anni fanno parte della classe basse della società. La crescente incidenza di gravidanze fra le adolescenti produce anche un aumento degli aborti. Secondo l’Istituto sulla popolazione dell’Università delle Filippine, più del 46% delle giovani gestanti fanno ricorso all’aborto indotto, vietato alla legge filippina. Anche la migrazione di 10 milioni di lavoratori filippini (il 10% della pop0olazione) all’estero ha un costo sociale: nonostante essi inviino alle loro famiglia 26 miliardi di dollari annuali, sono costretti a lasciare i figli da soli nel loro Paese.

    In questo contesto, le nuove generazioni cercano con ansia la guida della Chiesa per crearsi una vita pacificae per un Paese migliore.

    Joshua Jean P. Jamolin (21 anni), giovane cattolico, afferma che “con fede in Dio e una forte adesione alla Chiesa, i giovani di questo Paese sperano in una vita migliore e più sicura per se stessi e per la nazione”.

    “Il governo, i gruppi della società civile e le Chiese devono accompagnarci e condurci per una migliore istruzione, insieme a solidi valori umani e spirituali”, continua Jamolin. “Dobbiamo sperare per il meglio. I nostri genitori e le autorità ecclesiali, oltre che governative, stanno facendo quello che possono per aiutarci. Dipende tutto da come accogliamo e accettiamo questi programmi”.

    Uno di questi programmi è il “National Youth Day” (Nyd) iniziato il 6 novembre e conclusosi oggi. Ad organizzarlo è stata la Commissione episcopale per la gioventù, della Conferenza cattolica episcopale delle Filippine, nell’arcidiocesi di Zamboanga, nel sud del Paese. Il tema del Nyd era “Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente e Santo è il suo nome” (Luca 1:49). L’occasione ha presentato iniziative spirituali e di devozione Mariana, e dialogo fra laici, giovani, leader religiosi e funzionari governativi, con il fine di ispirare e arricchire la gioventù filippina. Jamolin era uno dei 3mila ragazzi partecipanti e dei 24 ad arrivare dalla diocesi di Cubao (vicino Manila): “Sono stato ispirato a condividere, imparare e interagire con gli altri giovani che vengono da diverse parti del Paese”.

    Per Roy Bryan Sigga (21 anni), un altro giovane partecipante al Nyd, la missione della Chiesa nelle Filippine è aiutare i giovani a vivere una vita dignitosa e fare esperienza della gioia cristiana. Sigga racconta che il suo Paese si confronta diversi problemi sociali, al momento affrontati dal governo, mentre la Chiesa cattolica prepara i giovani con programmi di formazione spirituale. 

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    24/06/2016 11:30:00 FILIPPINE
    La tratta di esseri umani “è il più crudele dei crimini. Ma non va punito con il patibolo”

    Il presidente della Commissione episcopale filippina per i migranti e gli itineranti, mons. Ruperto Santos, risponde al nuovo governo che vuole includere il traffico di uomini nella lista dei reati punibili con la morte. Il traffico “è un atto barbarico che viola la natura stessa dell’uomo. Ma lo si combatte con indagini serie e punizioni severe, fino all’ergastolo. Nessun uomo può uccidere un altro uomo in nome della legge”.



    06/11/2017 11:22:00 FILIPPINE
    Manila, una suora contro la tratta di persone

    La tratta di persone è un business dai grandi profitti, che coinvolge una vasta rete di associazioni criminali organizzate. Le donne ed i bambini delle comunità indigene e delle aree remote sono i più vulnerabili. L’esperienza della Visayan Forum Foundation e l’impegno di suor Cecil Espenilla contro il fenomeno.



    12/09/2016 10:55:00 INDONESIA – FILIPPINE
    Duterte: Nessun problema se Jakarta decide di giustiziare Mary Jane Veloso

    Il presidente filippino, in visita diplomatica in Indonesia, ha avuto un colloquio privato con Widodo sulla possibile cancellazione della condanna della donna filippina. La Veloso è in carcere con l’accusa di spaccio di droga, ma la sua esecuzione è stata più volte rinviata grazie agli sforzi dell’ex presidente Aquino e alle critiche della Chiesa cattolica.

     



    11/12/2014 FILIPPINE
    Vescovi filippini con papa Francesco: Ogni cristiano fermi la "moderna schiavitù"
    Il presidente della Conferenza episcopale riprende la Dichiarazione firmata dal pontefice insieme ad alcuni leader religiosi mondiali. Mons. Villegas ricorda: "Gesù è morto sulla croce anche per liberare il suo popolo da quel male che va a caccia di ogni umana debolezza e della vulnerabilità del singolo e della società".

    30/08/2016 15:15:00 FILIPPINE
    Card. Tagle: Omicidi extragiudiziari e aborto, due facce della stessa piaga

    L’arcivescovo di Manila condanna la “strage impunita” in atto nel Paese ma allarga il campo: “La vita va difesa in ogni sua forma. Dobbiamo preoccuparci per quello che avviene per le strade, ma anche delle interruzioni di gravidanza! Sono anche queste delle forme di omicidio”.





    In evidenza

    HONG KONG - CINA - VATICANO
    Messa per un sacerdote sotterraneo defunto. Il card. Zen chiede a Dio la grazia di salvare la Chiesa in Cina e la Santa Sede ‘dal precipizio’

    Li Yuan

    P. Wei Heping, 41 anni, è morto in circostanze misteriose, buttato in un fiume a Taiyuan (Shanxi). Per la polizia egli si è suicidato. Ai familiari non è stato permesso nemmeno di vedere il rapporto dell’autopsia. Per il card. Zen la Santa Sede (che “non è necessariamente il papa”) cerca un compromesso a tutti i costi col governo cinese, rischiando di “svendere la Chiesa fedele”. Giustizia e pace pubblica un libretto su p. Wei, per non dimenticare.


    VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'



    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®