25 Luglio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 17/07/2017, 11.13

    INDIA

    Goa, cattolico arrestato per le croci dissacrate: ma per qualcuno è fumo negli occhi



    Francis Pereira, 54 anni, avrebbe confessato di voler “liberare le anime intrappolate” nelle tombe. Gruppo di esperti sostiene che “non è possibile che un solo uomo abbia potuto compiere una simile devastazione”. La percezione generale è che gli incidenti siano stati “incoraggiati” da radicali indù.

    Panaji (AsiaNews) – La polizia di Goa ha arrestato Francis Pereira, un cattolico di 54 anni, con l’accusa di aver distrutto varie croci nello Stato indiano e profanato luoghi religiosi della comunità cristiana. Il cattolico avrebbe ammesso le proprie responsabilità e confessato agli agenti di voler “liberare le anime intrappolate” nelle tombe. Per la polizia, le indagini sono concluse. Queste ammissioni però sono contestate da un gruppo di esperti costituito dal Centre for Study of Society and Secularism (Csss) e dal Council for Social Justice and Peace (Csjp). Essi hanno dichiarato: “Sembra che l’arresto di Francis Pereira, dipinto come esecutore avvezzo a simili crimini, [abbia come obiettivo quello di] pacificare la società civile e le comunità interessate e distogliere l’attenzione dai reali colpevoli”.

    Francis Pereira è stato arrestato lo scorso 15 luglio nel villaggio di Curtorim. Egli avrebbe distrutto almeno 11 croci in tutto il territorio statale e dissacrato il cimitero di Guardian Angel Church a Curchorem Town, a sud della capitale Panji. Muktesh Chander, direttore generale della polizia dello Stato indiano, ha affermato che l’uomo in passato ha già distrutto vari simboli religiosi. Le autorità lo hanno fermato mentre “pianificava la dissacrazione di un idolo”.

    Il suo arresto sembra confermare quanto ipotizzato nei giorni scorsi dal chief minister Manohar Parrikar, che ha parlato di un “tentativo di creare tensioni a Goa e di dividerci”. P. Savio Fernandes, segretario esecutivo del Csjp, la pensa diversamente: “L’estensione dei danni rilevati dal nostro gruppo testimonia che non è possibile che una persona sola, per di più di oltre 50 anni, abbia potuto compiere una simile devastazione”. Quindi esige che venga condotta “un’inchiesta imparziale”. Secondo il rapporto preliminare degli esperti, “tutti gli attacchi sono stati compiuti con strumenti in acciaio pesante e i colpi erano diretti alla base delle strutture per provocare il massimo dei danni. Il dolore e l’angoscia erano palpabili nello shock e nella paura dipinti sulle facce dei membri delle comunità [cristiane]”. “La percezione generale – conclude l’indagine – è che alcune dichiarazioni di un raduno indù [l’All India Hindu Convention] e la visita di un rappresentante nazionale del partito di governo [Bjp, Bharatiya Janata Party] abbiano incoraggiato questi incidenti”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    04/07/2017 12:56:00 INDIA
    Bhopal, suore creano gruppo legale per le donne vittime di abusi

    Le religiose del Santo Spirito sono attive in Madhya Pradesh attraverso l’associazione “Uday Social Development Society”. La congregazione ha selezionato 12 suore per la Nyaya Chaupal” (cellula legale). Arcivescovo Leo Cornelio: “Rafforzare le donne significa sviluppare la famiglia”.



    15/07/2017 09:02:00 INDIA
    Goa: croci distrutte, cimitero dissacrato. Mons. Neri Ferrao: colpa dell’odio religioso

    Le croci sono state lasciate infrante ai margini della strada. Nel cimitero di Guardian Angel Church danneggiate 28 nicchie, cinque croci di legno e nove in granito, 16 tombe e la grande croce all’ingresso. Sajan K George: “Durante un raduno di indù, un fondamentalista ha detto che tutti quelli che mangiano la vacca devono essere impiccati”.



    20/06/2013 INDIA
    Leader cristiano: L'hindutva non è la speranza dell'India
    Per il capo del gruppo estremista indù Rashtriya Sawayamsevak Sangh (Rss), l'ideologia radicale induista è "l'unico modo per cambiare il Paese". Presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic) accusa: "Si sono sempre opposti all'uguaglianza sociale; se si sostengono le caste non si può parlare di cambiamento".

    02/11/2009 VIETNAM
    Protesta il vescovo di Vinh Long per la demolizione di un convento
    Mons. Thomas Nguyen Van Tan in una lettera ai fedeli lamenta la distruzione di un luogo sacro, fatta, malgrado le proteste della diocesi e delle suore di San Paolo di Chartres, per realizzare una piazza e all’inizio del mese dedicato ai defunti ricorda la demolizione del cimitero cattolico, trasformato in un parco.

    30/05/2017 15:55:00 INDIA – USA
    Organizzazioni Usa: con Modi, rapido declino di diritti umani e libertà religiosa

    L’Alliance for Justice and Accountability è una coalizione-ombrello di organizzazioni progressiste. A Washington presentato un rapporto dal titolo “Violazioni dei diritti delle minoranze in India”. Sajan K George ripercorre le ultime violenze contro i cristiani.





    In evidenza

    CINA-VATICANO
    I 60 anni dell’Associazione patriottica cinese: la Chiesa sottomessa alla politica

    Shan Ren Shen Fu (山人神父)

    Sebbene in tono basso - forse per i dialoghi col Vaticano - è risuonato ancora lo slogan per una Chiesa “autonoma” e “indipendente” (dalla Santa Sede) e sottomessa in tutto alla politica del Partito. I vescovi ufficiali muoiono come “funzionari di Stato”, lontani dai fedeli. Alcuni sono richiesti di iscriversi al Partito che obbliga i suoi membri all’ateismo. Fra i vescovi ufficiali mancano “testimoni”, ma vi sono alcuni “opportunisti”. L'opinione di un sacerdote della Chiesa ufficiale.


    VATICANO
    Papa: appello per “moderazione e dialogo” a Gerusalemme



    All’Angelus Francesco, preoccupato per le violenze in atto nella Città santa, invita a pregare  preghiera “affinché il Signore ispiri a tutti propositi di riconciliazione e di pace”. Il male e il bene sono “intrecciati” in ognuno di noi e non spetta all’uomo distinguere né giudicare.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®