07 Dicembre 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 19/12/2008, 00.00

    PALESTINA - ISRAELE

    Hamas dichiara finita la tregua con Israele

    Joshua Lapide

    I militanti palestinesi accusano Israele di non allentare il blocco della Striscia di Gaza; Israele accusa Hamas di lanciare missili e mortai contro Sderot. Il cessate-il-fuoco è stato spesso violato da entrambe le parti. La popolazione israeliana e di Gaza vorrebbe la fine delle ostilità e la continuazione della tregua.

    Gerusalemme (AsiaNews) – Il braccio armato di Hamas, le brigate Qassam, hanno dichiarato che da oggi alle 6 (ora locale)  termina la tregua di sei mesi con Israele. Un comunicato diffuso via internet afferma che “Il cessate-il fuoco non sarà rinnovato perché il nemico sionista non ha rispettato le condizioni”.

    Anche il portavoce di Hamas ha detto ieri che la tregua non viene rinnovata e che risponderà ad ogni attacco israeliano sul territorio palestinese da esso controllato, e cioè la Striscia di Gaza.

    Ehud Barack, ministro israeliano della difesa, ha dichiarato che se attaccato, Israele risponderà. “Se la situazione lo richiede – ha detto – noi agiremo”.

    Israele e Hamas si accusano l’un l’altro di aver violato una tregua imbastita lo scorso 19 giugno grazie a intermediari egiziani. Tel Aviv punta il dito contro gruppi di militanti che Hamas non riesce o non vuole controllare e che lanciano attacchi contro le città israeliane al confine con la Striscia. Hamas accusa Israele di continuare il blocco di Gaza, invece di allentarlo. La chiusura della Striscia di Gaza risale al 2007, quando Hamas ha preso il potere eliminando i gruppi di Fatah. Da allora Israele non permette entrata e uscita di persone, lasciando entrare solo talvolta aiuti umanitari e di emergenza, trasformando la Striscia in un enorme lager.

    La tregua, non formalizzata in alcun documento, è stata violata innumerevoli volte da entrambe le parti. I militanti di Gaza hanno di continuo lanciato razzi e mortai su Sderot a altre località israeliane; gli aerei israeliani hanno operato raid punitivi su alcune zone di Gaza.

    Da tempo la popolazione di Sderot accusa il governo di Tel Aviv di disinteresse verso la loro sorte e più del 50% degli israeliani vorrebbe la pace.. Anche la popolazione di Gaza si trova inascoltata: secondo un’inchiesta, almeno il 74% degli abitanti di Gaza chiede che continui il cessate-il-fuoco fra Israele ed Hamas.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    31/12/2008 ISRAELE - PALESTINA
    Israele respinge (per ora) la proposta di tregua su Gaza: “non realistica”
    Piovono razzi su Beer Sheva e crescono i morti nella Striscia. Strutture sanitarie mancano di sale operatorie, garze e medicine per curare i feriti. Israele domanda la fine degli attacchi missilistici; Hamas esige la fine dei raid.

    21/05/2007 ISRAELE - PALESTINA
    Solo la pace può cancellare l’inferno di Gaza e di Sderot
    Nella Striscia si muore ogni giorni per gli attacchi israeliani e per le lotte fra bande palestinesi. A Sderot si vive nel terrore dei razzi. Israele, Egitto, Usa, Onu, Ue sono lenti nel cercare l’unica soluzione possibile: un trattato di pace fra due Stati, col diritto reciproco alla sicurezza e alla prosperità.

    03/01/2009 ISRAELE - PALESTINA
    Israele uccide un altro leader di Hamas. Continua l’offensiva su Gaza
    Si tratta di Abu Zakaria al-Jamal. Khaled Mashaal minaccia Tel Aviv e spinge il mondo musulmano a compattarsi. Manifestazioni in molti Paesi islamici. Peggiora la crisi umanitaria.

    16/12/2008 PALESTINA - ISRAELE
    Incertezze sulla tregua fra Hamas e Israele
    I gruppi militanti proclamano la sua fine a partire dal 19 dicembre. Ma la popolazione di Gaza chiede in maggioranza che essa venga mantenuta.

    29/12/2008 ISRAELE - PALESTINA
    Israele attacca Gaza per il terzo giorno: oltre 300 morti
    Colpiti la sede del ministro degli interni di Hamas e l’università di Gaza. Molti morti fra i civili. Critiche da tutto il mondo diplomatico. Manifestazioni e proteste nel mondo arabo. Autorità palestinesi divise. Il peso elettorale degli attacchi.



    In evidenza

    IRAQ
    Parroco di Amadiya: profughi cristiani di Mosul, fra l’emergenza aiuti e l’attesa del rientro

    P. Samir Youssef

    In una lettera p. Samir Youssef racconta la situazione dei rifugiati, da oltre due anni lontani dalle loro case. Si segue con attenzione l’offensiva, anche se case e chiese “sono in gran parte” bruciate o distrutte. Con l’arrivo dell’inverno servono cherosene, vestiti, cibo e denaro per pagare il trasporto degli studenti. Un appello per continuare a sostenere la campagna di AsiaNews.


    IRAQ
    “Adotta un cristiano di Mosul”: il dono di Natale per attraversare l’inverno

    Bernardo Cervellera

    Le nuove ondate di profughi, con l’avanzata dell’esercito verso la Piana di Ninive e Mosul rischiano di far dimenticare i rifugiati che da due anni hanno trovato ospitalità nel Kurdistan. C’è bisogno di cherosene, vestiti per l’inverno, aiuti per i bambini, soldi per gli affitti. La campagna lanciata da AsiaNews due anni fa è più urgente che mai. Rinunciare a un dono superfluo per offrire loro un dono essenziale per vivere.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®