27/01/2021, 09.03
HONG KONG
Invia ad un amico

Hong Kong: popolazione ‘seccata’ dai lockdown quasi inutili, simili ad un 'agguato'

Individuati solo una dozzina di positivi dopo l’improvviso e temporaneo confinamento di alcuni quartieri della città. Sotto osservazione le aree di Jordan e Yau Mai Tei. L’esecutivo locale difende l’iniziativa. Timori per l’uso delle restrizioni come strumenti di controllo politico e sociale.

Hong Kong (AsiaNews/Agenzie) – Le autorità sanitarie hanno individuato solo un positivo al Covid-19 tra i residenti di due strade del distretto di Yau Ma Tei, confinati nelle loro case dalle 7 di ieri sera (ora locale) alle 6 di stamane. Carrie Lam, capo dell’esecutivo, lo ha definito un lockdown “stile agguato”: alla luce dei risultati, per gli abitanti del luogo è stata più che altro una “seccatura” e una esagerazione.

Per contenere la diffusione del coronavirus, in crescita nell’ultimo mese, la leadership locale sta adottando lockdown mirati nelle aree dove l’analisi delle acque di scarico segnalano la presenza del morbo.

Il 23 e il 24 gennaio l’amministrazione Lam ha imposto il confinamento su parte del quartiere di Jordan (penisola di Kowloon). Dei circa 7mila residenti testati, solo una dozzina sono risultati contagiati, lo 0,17% degli abitanti dell’area. La misura di confinamento è scattata alle quattro del mattino. Come riportano alcuni media locali, l’improvvisa decisione delle autorità ha scatenato le proteste dei residenti, soprattutto di coloro che gestiscono attività commerciali. Tensioni si sono avute anche con i giornalisti che indagavano sull’aumento dei contagi nel quartiere: la polizia li ha confinati in un hotel, minacciando multe per chi violava l’ordine.

È la prima volta dallo scoppio della pandemia che l’ex colonia britannica adotta lockdown parziali. Ad oggi Hong Kong ha avuto poco più  di 10mila casi d’infezione; 172 i decessi. Lam difende l’adozione di misure restrittive mirate e temporanee per combattere la pandemia. Il timore di esponenti del fronte democratico è che esse siano usate in realtà come un ulteriore strumento di controllo della popolazione.

L’uso dei lockdown a fini politici è una preoccupazione che inizia a emergere anche in alcuni Paesi occidentali, dove vengono messi in discussione i dati sugli indici di contagio che hanno giustificato nel’ultimo anno le azioni di contenimento.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Hong Kong: 10mila persone in lockdown nel quartiere di Jordan
23/01/2021 10:27
Coronavirus: primo giorno senza decessi in Cina. Crescono timori per Hong Kong
07/04/2020 08:57
Covid-19: Seoul chiude le chiese per contenere una nuova ondata di contagi
19/08/2020 08:53
Shandong, tornano i contagi da Covid-19. Ripresa economica incerta
13/10/2020 08:55
Coronavirus: Seoul riduce il distanziamento sociale. I contagi rimangono ai minimi
07/05/2020 08:48