23/06/2016, 12.01
VIETNAM
Invia ad un amico

Hue: suore cattoliche e donne buddiste insieme per combattere il tumore al seno

Ogni anno nel Paese 4500 donne muoiono per la malattia. Negli ultimi 10 anni il numero dei contagi è salito del 69%. Poca prevenzioni, mancanza di mezzi economici e stigma sociale impediscono alla persone di curarsi. Un gruppo di religiose cattoliche, insieme a medici e volontarie buddiste, organizza seminari di sensibilizzazione al problema: “Non abbiate paura di affrontare la sofferenza”.

 

Hanoi (AsiaNews/Agenzie) – Aiutare le donne vietnamite a non vergognarsi della propria malattia, insegnando loro la prevenzione del tumore al seno e a combattere lo stigma sociale che ne deriva. È l’opera fondata da alcune suore cattoliche insieme a religiose e volontarie buddiste per arginare la piaga del cancro, le cui vittime sono aumentate in Vietnam del 69% in 10 anni.

Il gruppo ha tenuto il primo seminario di sensibilizzazione lo scorso maggio nella città di Hue (nel centro del Paese). Organizzato insieme alla ong “Community Capacity Development” col titolo “Comunicazione dei tumori e del tumore al seno”, esso ha visto la partecipazione di 40 religiose cattoliche, alcune buddiste e donne volontarie. Testimone d’eccezione è stata suor Mary Nguyen Thi Van, delle suore di St. Paul de Chartres, che ha raccontato la propria esperienza con la malattia. Il cancro al seno le era stato diagnosticato nel 2006, ma la religiosa si rifiutava di parlarne con le proprie consorelle, perché il tumore è considerato un cattivo auspicio per le donne.

Van racconta: “Avevo molta paura di parlare della mia malattia ad altri e di andare in ospedale per le cure e di morire lì”. Dopo essere stata incoraggiata dalla propria superiora, Van ha deciso di farsi curare e il seno sinistro le è stato rimosso. Visti i propri trascorsi, la suora – che ora è in ottima salute – ha incoraggiato le partecipanti al seminario ad affrontare il rischio del tumore e a fare tutti i controlli preventivi necessari, piuttosto che nascondere il dolore.

Nel primo decennio del uovo millennio il numero di diagnosi di cancro in Vietnam ha subito un’impennata preoccupante. Dal 2000 al 2011 il tasso di tumore al seno è aumentato del 69%. Ciò è dovuto ad una serie di fattori, fra cui la mancanza di controlli, il rifiuto di farsi curare nelle prime fasi della malattia, l’insufficiente educazione in materia. Inoltre, l’uso intenso di pesticidi e la contaminazione dei cibi rendono più facile lo sviluppo di cellule cancerogene. Molto spesso le donne non possono permettersi i costi delle cure.

Il Dott. Pham Thi Kim Ngan, direttore e fondatore del gruppo, ha spiegato che “il seminario mira a migliorare la comprensione dei tumori, in special modo quello al seno, sia tra i cattolici che fra i buddisti. In seguito essi potranno comunicare quello che imparano ad altre persone, insegnando le modalità di prevenzione e di cura nelle prime fasi della malattia”.

Al seminario è intervenuto anche il dott. Nguyen Dinh Tung, presidente della “Breast Cancer Society” di Hue. Egli ha parlato dei rischi che corrono le donne sopra i 40 anni di sviluppare il tumore, affermando che quello al seno è il cancro più comune per le vietnamite: ogni anno si registrano 12mila nuovi casi e 4500 decessi per la malattia.

Suor Van ha aggiunto che è intenzione del gruppo inserire lezioni sulla prevenzione del tumore all’interno dei corsi pre-matrimoniali, insieme ai seminari sull’Hiv/Aids.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Ningbo: 51 arresti per le proteste della popolazione contro l'inquinamento
30/10/2012
Cancro al seno, un ricercatore cattolico riceve il Marie Curie Award
24/03/2018 09:49
La zuppa del dott. Sun, nuova medicina di erbe contro il cancro
18/08/2004
Pechino, allarme sull’aumento di malati di cancro ai polmoni per inquinamento atmosferico
12/08/2017 12:41
Cina, ogni giorno più di 7500 persone muoiono di cancro
03/02/2016 08:24