31 Maggio 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 04/08/2012, 00.00

    CINA

    I tifoni Damrey e Saola colpiscono la Cina, due morti e 800mila sfollati



    A distanza di 12 ore i due tifoni investono 10 province della costa orientale. I danni maggiori nelle province di Jiangsu e Shandong, dove sono morte due persone. Migliaia le case distrutte, altre decine di migliaia hanno subito gravi danni. Il premier Wen Jiabao avverte: puntare sulla prevenzione dei disastri.

    Pechino (AsiaNews/Agenzie) - Sono oltre 800mila gli sfollati, costretti ad abbandonare le loro abitazioni dopo il passaggio di due devastanti tifoni che hanno colpito - a distanza di 12 ore l'uno dall'altro - almeno 10 province della costa orientale cinese. Damrey e Saola hanno causato due morti e danneggiato migliaia di abitazioni. Intanto gli esperti avvertono che l'area, nei prossimi giorni, sarà interessata da altre piogge torrenziali che potranno causare nuovi danni. Nei giorni scorsi il maltempo ha investito la capitale, causando almeno 78 vittime ufficiali (ma il numero potrebbe essere di gran lunga maggiore) e mettendo a nudo l'arretratezza del sistema fognario di Pechino. La vicenda ha scatenato una furiosa protesta sul web, contenuta a stento dalle autorità e dalla propaganda governativa (cfr. AsiaNews 26/07/2012 Maltempo a Pechino, cresce il numero dei morti; il governo accresce la propaganda).

    Per i meteorologi il tifone Damrey - dal 1949 a oggi il più potente ad aver investito a nord del fiume Yangtze - non arriverà sino a Pechino, ancora alle prese con l'emergenza alluvione. Tuttavia, esso ha già causato - assieme alla tempesta tropicale Saola, che in precedenza aveva investito Taiwan e Filippine causando almeno 40 vittime - 867mila sfollati in 10 province che si affacciano sulla costa orientale; le più colpite sono lo Jiangsu e lo Shandong.

    Le due vittime sono originarie dello Shandong, dove almeno mille case sono collassate e altre 23mila hanno subito danni seri. Nello Jiangsu un centinaio le abitazioni crollate e circa 2.800 danneggiate. Il Dipartimento meteo cinese (Cma) riferisce che dal 1949 a oggi in soli due casi si è verificato un evento simile, con due tifoni che in rapida successione - a distanza di 12 ore - si abbattono nella stessa area. Nel 2006 la prima volta, quando Saomai e Bopha hanno colpito a 24 l'uno dall'altro.

    Dalla serata di ieri Damrey e Saola sono stati declassati a tempesta tropicale e hanno preso direzioni diverse, il primo verso nord e il secondo a ovest. Tuttavia, il premier Wen Jiabao in visita nella provincia dell'Hubei ha lanciato un monito ai funzionari e alle amministrazioni cittadine,  perché migliorino il sistema fognario - principale responsabile del disastro a Pechino - e la prevenzione delle alluvioni. "Dobbiamo imparare a fondo da queste esperienze" ha sottolineato il Primo Ministro in un incontro con la stampa.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    01/10/2013 VIETNAM – CAMBOGIA
    Almeno 33 morti e 70mila sfollati per il passaggio del tifone Wutip nel Vietnam centrale
    Ora declassato a tempesta tropicale, si dirige verso il Laos. Per gli esperti sono in pericolo le storiche città vietnamite di Hue e Hoi An, a rischio alluvione. Secondo i media di Stato sono circa 250mila le case distrutte o danneggiate. In Cambogia decine di vittime nelle ultime due settimane per le devastanti alluvioni.

    24/08/2012 TAIWAN
    Il tifone Tembin colpisce Taiwan: forti piogge, ma danni contenuti
    Investita la costa meridionale di Pingtung. I venti hanno sradicato alberi e scoperchiato tetti, ma non vi sono feriti. Le autorità hanno evacuato 5mila persone e chiuso gli accessi alle aree più a rischio. L’emergenza non è ancora finita, per l’arrivo di una nuova tempesta. Per domani gli esperti non escludono situazioni di criticità.

    12/08/2014 GIAPPONE
    Il tifone Halong colpisce il Giappone, almeno 10 morti e oltre 60 feriti
    Declassato a tempesta tropicale, punta in direzione della costa orientale della Russia. In due giorni cancellati 700 voli, almeno 145 collegamenti sulla linea Tokyo-Osaka hanno subito ritardi. Circa 500 le case distrutte, in poche ore caduto fino a un metro di acqua. Manca ancora l’ufficialità sul numero delle vittime.

    19/09/2014 FILIPPINE
    Alluvioni a Manila: oltre 50mila persone in fuga, chiuse scuole e uffici
    Le forti piogge causate dalla tempesta tropicale Fung-Wong hanno paralizzato parte della capitale. In poche ore caduti 268 mm di pioggia, pari al 76% della media mensile. Altra acqua è in arrivo. Cancellati 21 voli interni, dirottate alcune tratte internazionali. Finora non si registrano morti o feriti.

    15/12/2009 FILIPPINE
    Filippine, evacuate 50 mila persone per l’eruzione del vulcano Mayon
    Nella notte esplosioni e fuoriuscite di lava dalla bocca del vulcano. L’eruzione attesa nei prossimi giorni. Circa 10mila le famiglie sfollate, ospitate nelle scuole e negli istituti della provincia di Albay. La situazione potrebbe peggiorare nei prossimi giorni.



    In evidenza

    IRAQ
    Patriarca di Baghdad: cristiani e musulmani in preghiera per la pace, fra Mese di Maggio e Ramadan

    Joseph Mahmoud

    Il 30 maggio la chiesa della Regina del Rosario a Baghdad ospiterà una preghiera interreligiosa contro le violenze e il terrorismo. A lanciare l’iniziativa il patriarca caldeo: non le opzioni militari, ma la preghiera contro conflitti che colpiscono “la popolazione innocente”. Un invito anche ai musulmani a riflettere per formare una nuova mentalità, una nuova cultura.

     


    EGITTO-ISLAM-VATICANO
    Papa Francesco e il Grande imam di Al Azhar, il detto e il “non detto”

    Samir Khalil Samir

    Vi sono molti aspetti positivi nell’incontro fra il pontefice e la suprema autorità sunnita, insieme a qualche silenzio. Per Al Tayyib l’islam non ha niente a che fare con il terrorismo. Ma l’Isis usa la bandiera nera di Maometto, la spada del profeta, le frasi del Corano. I terroristi prendono le loro affermazioni sanguinarie da molti imam. E’ urgente un nuovo rinascimento dell’islam, rileggendo la tradizione nella modernità: un lavoro interrotto dal fondamentalismo.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®