21 Ottobre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  •    - Arabia Saudita
  •    - Bahrain
  •    - Emirati Arabi Uniti
  •    - Giordania
  •    - Iran
  •    - Iraq
  •    - Israele
  •    - Kuwait
  •    - Libano
  •    - Oman
  •    - Palestina
  •    - Qatar
  •    - Siria
  •    - Turchia
  •    - Yemen
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 22/06/2017, 08.59

    PALESTINA - EGITTO

    Il Cairo dona un milione di litri di carburante per evitare il collasso di Gaza



    La Striscia ora ha due ore di elettricità al giorno. La centrale tornerà a funzionare nelle prossime ore. La settimana scorsa i leader di Hamas si sono incontrati con funzionari egiziani. 

    Gaza (AsiaNews/Agenzie) – Il Cairo invia carburante all’unica centrale elettrica di Gaza per evitare il collasso della Striscia fra crisi energetica e tensioni. Ieri, 22 camion con un milione di litri di carburante hanno attraversato il valico di Rafah, l’unica apertura di Gaza non controllata da Israele.

    Gaza era precipitata nel buio dopo la fine del carburante ad aprile e la riduzione del rifornimento di energia israeliano, quattro giorni fa. Le ore di luce elettrica giornaliera si sono ridotte a due, contro i due turni di otto ore di aprile.

    In passato era il Qatar a fornire assistenza alla Striscia, ma l’attuale crisi diplomatica nel Golfo ha prodotto un cambiamento di scenario, e a intervenire è stato il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi. La centrale elettrica tornerà a funzionare nelle prossime ore. Samir Metir, direttore generale della compagnia elettrica di Gaza, asserisce che questo permetterà alla centrale di funzionare “a pieno regime per due giorni e a basso regime per tre”.

    Di recente, l’Egitto aveva fatto pressioni sul governo di Gaza per raggiungere un accordo sulle misure di sicurezza anti-terrorismo. La settimana scorsa alcuni leader di Hamas, funzionari egiziani e Mohammad Dahlane, rivale in esilio del presidente dell’Autorità nazionale palestinese Mahmoud Abbas, si sono incontrati al Cairo. 

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    13/06/2017 09:10:00 ISRAELE - PALESTINA
    Israele riduce la fornitura elettrica a Gaza. Le autorità palestinesi si accusano l’un l’altra

    Autorità nazionale palestinese accusa Hamas di non rimborsare le spese e preme per riaprire dialogo sull’unità. Ministro israeliano: “Non pagheremo le bollette della luce di Gaza”. Peggiora la crisi umanitaria.



    12/10/2017 16:05:00 EGITTO-PALESTINA
    Gaza passerà sotto il controllo dell’Autorità palestinese entro il 1 dicembre

    L’accordo fra Fatah e Hamas firmato oggi al Cairo, dopo due giorni di intensi negoziati. La sicurezza del valico di Rafah sarà gestita dell’Autorità palestinese. Abbas: accordo definitivo.



    28/05/2011 EGITTO – PALESTINA – ISRAELE
    L’Egitto apre i confini con Gaza. Proteste di Israele
    Tolto il blocco al valico di Rafah, chiuso dal 2007 all’indomani della presa di potere di Hamas a Gaza. Libero transito dalle 9 del mattino alle 9 di sera per donne, bambini, uomini over 40. Contraria Israele, che teme un traffico di armi. Nella notte un razzo lanciato da Gaza avrebbe colpito il sud del Paese.

    02/10/2017 14:55:00 PALESTINA
    Fatah arriva a Gaza, primo passo verso la riconciliazione con Hamas

    Domani si terrà l’incontro di gabinetto. Possibile il controllo di Gaza all’Autorità palestinese. Sarà presente una delegazione egiziana. Sabella, membro di Fatah: cauto ottimismo, bisognerà vedere i dettagli. Necessaria unità, ed elezioni per il cambio della guardia.



    01/02/2008 PALESTINA – ISRAELE
    Frontiera di Gaza sotto controllo, mentre l’Egitto spinge Hamas e Abbas al dialogo
    Il Cairo spera di ripristinare l’Autorità palestinese come garante della sicurezza a Gaza. Ma il dialogo fra Abbas e Meshal è ancora difficile. Human Rights Watch accusa Israele e la comunità internazionale di creare una “crisi umanitaria” nella Striscia di Gaza.



    In evidenza

    MYANMAR
    Non solo Rohingya: la persecuzione delle minoranze cristiane in Myanmar



    La sofferenza di Kachin, Chin e Naga. La discriminazione su basi religiose è in certi casi addirittura istituzionalizzata. I cristiani sono visti come espressione di una fede straniera ed in contrasto con la visione nazionalista. Per anni il regime militare ha introdotto feroci misure discriminatorie.


    VATICANO - ASIA
    Il mondo ha urgenza della missione della Chiesa

    Bernardo Cervellera

    Ottobre è un mese consacrato al risveglio della missione fra i cristiani. Nel mondo c’è indifferenza o inimicizia verso Dio e la Chiesa. Le religioni sono considerate la fonte di tutte le guerre. Il cristianesimo è l’incontro con una Persona, che cambia la vita del fedele e lo mette al servizio delle ferite del mondo, lacerato da frustrazioni e guerre fratricide. L’esempio del patriarca di Baghdad e del presidente della Corea del Sud.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®