13 Dicembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  •    - Mongolia
  •    - Russia
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 12/10/2016, 10.38

    RUSSIA-FRANCIA-SIRIA

    Il Cremlino “posticipa” la visita di Putin a Parigi

    Nina Achmatova

    Mosca non poteva accettare le condizioni dell’Eliseo, che con l’aggravarsi della situazione ad Aleppo aveva declassato la visita del presidente russo. Rimandata anche l’apertura del centro culturale e spirituale ortodosso a Parigi. La sua inaugurazione “dipenderà da decisioni politiche”. Analisti: Putin rischia di perdere il suo più vicino alleato in Europa. Una “nuova guerra fredda”.

    Mosca (AsiaNews) - La visita di Vladimir Putin in Francia, prevista per il 19 ottobre, si preparava da un anno: il presidente russo doveva avere negoziati all’Eliseo sulla Siria e aprire il nuovo e contestato Centro spirituale  e culturale della Chiesa ortodossa russa a Quai Branly, vicino alla Tour Eiffel e ironicamente soprannominato “San Vladimir”, perché ritenuto da molti un centro per lo spionaggio russo in Francia.

    Ieri, però, Mosca ha fatto sapere di aver cancellato la visita. Dmitri Peskov, portavoce del Cremlino, ha spiegato che “il presidente russo è disposto ad andare a Parigi, quando François Hollande si sentirà più a suo agio”. Pochi giorni prima, il presidente francese aveva espresso dubbi sull’opportunità di incontrare Putin, a causa dell’aggravarsi dei bombardamenti russo-siriani su Aleppo. Il capo dell’Eliseo aveva parlato di “crimini di guerra” commessi da Bashar al-Assad con il sostegno dell’aviazione russa. Fonti anonime hanno spiegato che per il Cremlino era impossibile accettare le condizioni poste da Parigi per la visita: Hollande aveva accettato di incontrare l’omologo russo, ma solo per discutere del conflitto siriano e non lo avrebbe accompagnato, come previsto, all’inaugurazione della chiesa ortodossa. Quest’ultimo evento, intanto, è stato sospeso e fonti del Patriarcato di Mosca hanno spiegato a Interfax che tutto dipenderà da “decisioni politiche”.

    Al Consiglio d’Europa, a Strasburgo, il presidente francese ha dichiarato di essere “pronto a incontrare in qualsiasi momento Vladimir Putin, se questo servirà a far avanzare la causa della pace. Il dialogo è necessario con la Russia, ma deve essere fermo, trasparente, franco. E non un simulacro di dialogo”.

    Parigi, con molta probabilità, non poteva rispondere diversamente a Mosca, dopo che questa aveva posto il veto a una risoluzione presentata dalla Francia in Consiglio di Sicurezza Onu per chiedere la fine dei bombardamenti aerei su Aleppo. Sarebbe stato scandaloso per Hollande incontrare Putin; Parigi non aveva scelta se non declassare il livello della visita, ha detto al Moscow Times il politologo Vladimir Frolov. Agli occhi di Mosca, si è trattato di un’umiliazione, ha aggiunto l’analista Mikhail Troitsky, così il Cremlino ha deciso il posticipo della visita.

    Con Barack Obama e Angela Merkel che hanno aumentato la pressione sulla Russia, Hollande era finora stato il più disponibile al dialogo, senza calcolare che il business francese in Russia continua a fare forti investimenti. Secondo il presidente della Camera di commercio franco-russa, Pavel Chinsky, non una sola società francese ha lasciato il Paese durante la crisi.

    A detta di Frolov, l’incidente diplomatico avrà un impatto insignificante sulla crisi in Siria o sui rapporti di Mosca con l’Occidente. “Semplicemente, la situazione non può essere peggiore”, ha detto l’analista. La nuova Guerra Fredda non è più solo una mera figura retorica, ha fatto notare l’analista del Carnegie Center, Andrei Kolesnikov, in un intervento sul quotidiano Rbc. “Il presidente russo sta programmando una Guerra Fredda di nuovo tipo, e diversa dalla precedente incarnazione in cui entrambe le parti avevano armi nucleari, ma capivano l’impossibilità di usarle”, ha avvertito Kolesnikov.

    Putin potrebbe incontrare comunque Hollande il 19 ottobre, ma a Berlino, dove la Cancelliera Angela Merkel ha inviato i leader del Quartetto Normandia (Francia, Russia, Ucraina e Germania) per una “cena” e colloqui sull’Ucraina, che a questo punto non è sicuro che si terranno.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    25/09/2015 RUSSIA - SIRIA - ONU
    Putin all'Onu dopo 10 anni, per abbattere l'isolamento russo e trovare una svolta per la Siria
    Il leader russo si concentrerà sulla crisi siriana e la proposta di una coalizione ampia contro l'Isis che comprenda Damasco e Iran. Dubbi sul fatto che da New York, dove vedrà anche Obama, possa partire una svolta ma vi è fiducia nell'avvio di più ampi negoziati. Secondo analisti russi, dietro l'attivismo in Siria vi sono anche esigenze di politica interna: il capo del Cremlino è sempre più dipendente dagli apparati militari che chiedono oggi una compensazione alla perdita dell'Ucraina.

    15/03/2016 08:46:00 SIRIA-RUSSIA
    Putin ordina il ritiro della “maggior parte” delle truppe russe dalla Siria

    La notizia data a poche ore dall’inizio della nuova fase dei negoziati di pace. Dall’emergenza anti-terrorista si passa al dialogo politico e diplomatico. I russi continueranno la loro presenza nella base aerea di Hmeimim (Lattakia) e in quella navale di Tartous. Pressioni su Assad per maggiori concessioni nei negoziati.



    21/09/2016 09:23:00 SIRIA-RUSSIA-USA
    Russia: Il convoglio di aiuti “bruciato”, non “colpito” da un raid

    Stati Uniti, Croce rossa e milizie accusano Mosca e la Siria. Per la Russia, è un ennesimo atto pubblicitario di Al Nusra. Kerry e Lavrov tentano di salvare la tregua. Ban Ki-moon accusa tutti, ma soprattutto il governo siriano



    11/11/2014 SIRIA - NAZIONI UNITE
    Nunzio a Damasco: conflitto siriano, l’ottimismo Onu e il dramma di un popolo stremato
    Mons. Zenari ha incontrato il rappresentante speciale delle Nazioni Unite Staffan de Mistura, “determinato” al raggiungimento di una tregua. L’obiettivo è creare zone in cui “congelare” il conflitto e favorire l’invio di aiuti. Aperture dal presidente Assad. Ma la popolazione è stanca e “chi può cerca di fuggire”. La speranza di un fronte comune contro i jihadisti.

    17/03/2016 08:52:00 SIRIA - ONU
    Dialoghi di pace: Damasco esclude l’ipotesi di colloqui “diretti” con le opposizioni

    Il rappresentante del governo siriano esclude la possibilità nel futuro prossimo di incontri diretti con i leader dell’Hnc. Per Bashar al-Jaafari sono terroristi e non rappresentano “in modo adeguato” tutto il fronte delle opposizioni. L’inviato speciale Onu de Mistura alla ricerca di un terreno comune di confronto. 





    In evidenza

    MEDIO ORIENTE - USA
    Gerusalemme capitale, cristiani in Medio oriente contro Trump: distrugge le speranze di pace



    Il patriarcato caldeo critica una scelta che “complica” la situazione e alimenta “conflitti e guerre”. Il card. Raï parla di “decisione distruttiva” che viola le risoluzioni internazionali. Il papa copto Tawadros II cancella l’incontro col vice-presidente Usa Pence. Continua la protesta “rassegnata” dei palestinesi. Attivisti israeliani: gli Usa hanno abdicato al ruolo di mediatori nella regione. 

     


    CINA
    Le false promesse di Xi Jinping e la cacciata della ‘popolazione più bassa’ da Pechino

    Willy Wo-Lap Lam

    Decine di migliaia di migranti e le loro famiglie sono stati espulsi e mandati via dalla capitale. Eppure al recente Congresso del Partito, il presidente Xi ha promesso sostegno e aiuti contro la povertà. Nessuna ricompensa e nessun aiuto legale o caritativo per gli sfollati. Esiste nel Paese un “darwinismo sociale”, che condanna all’emarginazione le classi rurali e fa godere di privilegi e aiuti le classi cittadine. Per gentile concessione della Jamestown Foundation.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®