16 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 03/12/2004, 00.00

    CINA – UNIONE EUROPEA

    Il bando sulle armi al centro dei colloqui fra Cina e UE



    Pechino (AsiaNews/Agenzie) – L’embargo europeo alla vendita di armi alla Cina sarà al centro dei colloqui fra Pechino e i governi europei della prossima settimana. Il ministro cinese degli esteri ha però smentito le voci di un accordo sulla questione dei diritti umani.

    Il bando alla vendita delle armi era stato imposto dopo la repressione sanguinosa di piazza Tiananmen. La settimana prossima la questione sarà al centro dei colloqui fra Pechino e il cancelliere tedesco Gherard Schroeder; della vicenda se ne parlerà anche nel vertice fra Unione Europea e Cina, quando il primo ministro Wen Jiabao volerà in Olanda per incontrare i leader europei.

    “La Cina non è disposta a mercanteggiare il bando alla vendita degli armamenti con la questione dei diritti umani, perché i progressi in questo campo negli ultimi anni sono evidenti” afferma Zhang Qiyue, portavoce del ministro cinese degli esteri. Secondo la portavoce la questione dei diritti umani “è un problema politico serio e il Paese non è disposto a fare concessioni”.

    La questione sarà al centro dei colloqui Cina – Germania che cominceranno lunedì prossimo a Pechino. “Nel corso del vertice – afferma Zhang Qiyue – le parti toccheranno alcuni punti che riguardano i rapporti fra Cina ed Europa, incluso l’embargo sulla vendita alle armi”.

    La settimana scorsa Bernard Bot, ministro olandese degli esteri, ha affermato che l’Europa è pronta a dare un “segnale positivo” in merito alla questione. Egli sottolinea inoltre che “rimangono alcuni problemi aperti”, inclusa la questione legata alla violazione dei diritti umani.

    Germania e Francia chiedono la fine dell’embargo, per aprire nuove opportunità di commercio e di scambio con la Cina. La proposta non convince la Gran Bretagna: il governo inglese sostiene che democrazia e diritti umani hanno la priorità sul commercio e i rapporti economici.

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    07/12/2004 CINA – UNIONE EUROPEA
    Dall'Europa Pechino vuole armi e commerci

    Il bando alla vendita di armi e l'intensificazione dei rapporti commerciali saranno i temi salienti del vertice UE – Cina in programma domani a l'Aja. Ieri Italia e Cina hanno proclamato il 2006 come "Anno dell'Italia in Cina".



    15/12/2004 CINA - UNIONE EUROPEA
    All'Unione Europea la Cina chiede nuove tecnologie di difesa


    21/01/2005 GIAPPONE – CINA - UE
    Giappone contrario a rimuovere l'embargo UE alla Cina


    15/07/2005 CINA – UNIONE EUROPEA
    Cina, Barroso: "servono reali miglioramenti nel campo dei diritti umani"
    Il presidente della Commissione europea durante il suo primo viaggio in Cina lega al mancato rispetto dei diritti umani l'embargo sulle armi e invita anche ad aprire, prima delle Olimpiadi del 2008, un dialogo diretto con Taiwan, "prova di grande maturità".

    08/12/2004 UNIONE EUROPEA – CINA
    L'Europa non cancella l'embargo sulle armi per Pechino




    In evidenza

    COREA
    La Corea del Nord invierà una delegazione olimpica di alto livello a Pyeongchang



    Dopo due anni di tensioni, il primo incontro fra delegazioni di Nord e Sud Corea. Seoul propone che gli atleti di Nord e Sud marcino fianco a fianco nelle cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi (9-25 febbraio 2018).


    VATICANO
    Papa: il rispetto dei diritti di persone e nazioni essenziale per la pace



    Nel discorso ai diplomatici Francesco ha chiesto la soluzione di conflitti – a partire dalla Siria – e tensioni – dalla Corea a Ucraina, Yemen , Sud Sudan e Venezuela – e auspicato accoglienza per i migranti e per gli “scartati”, come i bambini non nati o gli anziani e rispetto per i diritti alla libertà religiosa e di opinione, al lavoro.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®