01/04/2008, 00.00
INDIA – CINA
Invia ad un amico

Il capitano della squadra di calcio indiana boicotta la torcia olimpica

Bhaichung Bhutia non porterà il simbolo dei Giochi durante il passaggio in India, per protestare contro l’uso della violenza da parte delle autorità cinesi in Tibet. È il secondo atleta a mandare un segnale a Pechino.
New Delhi (AsiaNews/Agenzie) – Per dimostrare la sua vicinanza alla popolazione tibetana, e protestare contro l’uso della violenza da parte del governo cinese, il capitano della squadra indiana di calcio Bhaichung Bhutia non porterà la torcia olimpica durante la sua permanenza nell’Unione.
 
L’atleta ha comunicato la sua decisione ieri al Comitato olimpico indiano, che l’aveva scelto come tedoforo per il passaggio della fiamma di Olimpia a New Delhi, previsto per il prossimo 17 aprile. Al Times of India, Bhutia dice: “Aborro ogni forma di violenza. Questo è il mio modo per dimostrare simpatia alla causa tibetana”.
 
Il calciatore proviene dallo Stato nord-orientale del Sikkim, che confina con la Cina: “Ho molti amici buddisti, e simpatizzo con la popolazione tibetana, vittima di una repressione inaudita”. Prima di lui, una tedofora thailandese - Narisa Chakrabongse, presidente della Green World Foundation – ha annunciato la sua decisione di non portare la fiaccola: “Voglio mandare un messaggio alla Cina: le sue azioni non possono essere accettate dalla comunità internazionale. La sua politica nei confronti del Tibet va rivista con urgenza”.
 
La torcia è partita questa mattina da Pechino, dove è stata accesa dal presidente Hu Jintao, ed è arrivata ad Almaty, in Kazakistan. Nei 137mila chilometri complessivi che compongono il suo tragitto, essa toccherà 20 nazioni e sarà portata da circa 4mila tedofori. La Cina teme possibili manifestazioni nel corso del viaggio, ed ha incaricato il Dipartimento di sicurezza del Comitato olimpico di seguire con attenzione la torcia e prevenire ogni forma di dimostrazione anti-cinese.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Hu Jintao accende la torcia olimpica a Tiananmen, proteste ad Atene
31/03/2008
Parte la torcia “della pace”, Pechino in assetto da guerra
31/03/2008
Rinviato “a data da destinarsi” il passaggio della torcia in Tibet
16/06/2008
Proteste non-stop dei tibetani, ma il Dalai Lama manda auguri alle Olimpiadi
07/08/2008
Islamabad blindata per la torcia, pronta una “gemella” indiana
15/04/2008