30 Maggio 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 23/07/2010, 00.00

    HONG KONG

    Il card. Zen si racconta alla fiera del libro di Hong Kong

    Annie Lam

    In un talk-show il il card. Zen parla della sua infanzia in Cina e della sua formazione sacerdotale. Interrogato sullo scandalo dei preti pedofili il prelato dice che la vocazione religiosa richiede una lunga formazione e un impegno costante: “Bisogna essere prudenti e attenti ad approfondire la propria spiritualità”.

    Hong Kong (AsiaNews) – Dalla fiera del libro di Hong Kong il card. Joseph Zen,  salesiano e vescovo emerito di Hong Kong, incoraggia i giovani a leggere i libri sulla vita e le figure della Chiesa come don Bosco. Ieri il prelato ha raccontato la sua vita ad “i-talk”, talk-show televisivo cattolico trasmesso nello stand cattolico della fiera, che terminerà il prossimo 27 luglio.    

    Durante il programma, seguito da cattolici e non credenti, il card. Zen ha raccontato i suoi viaggi in Africa, Portogallo, Italia, Taiwan e altri Paesi, fatti dopo il pensionamento avvenuto nell’aprile 2009. In questo periodo egli ha anche iniziato a scrivere un blog dove condivide con i giovani l’ esperienza di fede ed esprime opinioni sulla Chiesa in Cina e sulla riforma politica in Hong Kong.

    Ricordando il passato da cardinale di Hong Kong, il prelato ha detto che all’epoca leggeva molto giornali come l’Osservatore romano, che lo teneva sempre aggiornato  con i suoi buoni articoli. Il cardinale ha aggiunto che la sua infanzia a Shangai è stata caratterizzata da numerose letture, fatte a casa e a scuola, incentrate sui temi della letteratura cinese come il libro “I tre Regni”. Da giovane egli ha anche avuto l’opportunità di studiare inglese, francese, latino e italiano.

    Parlando del libro che contiene tre anni di omelie domenicali, il card. Zen si sente grato per questa esperienza che lo ha portato a scrivere con continuità. “Sono sicuro – ha affermato - che alcuni episodi si ripetono in un periodo così lungo, ma non manca nulla”.

    Interrogato sull’argomento degli scandali sessuali dei sacerdoti a Hong Kong, Europa e Stati Uniti, egli ha sottolineato come la vocazione religiosa richieda una lunga formazione e un impegno costante. “Bisogna essere prudenti e attenti ad approfondire la propria spiritualità”, ha affermato il cardinale.

    Lo stand cattolico della fiera è stato inaugurato e benedetto il 21 luglio scorso da p. Michael Yeung Ming-cheung, vicario generale di Hong Kong. Per celebrare i 400 anni dalla morte di p. Matteo Ricci, lo stand dispone nuove pubblicazioni e produzioni adio-video sulla vita del missionario. Oltre al card. Zen il programma “i-talk” ha invitato altri 6 sacerdoti e 3 suore che nei prossimi giorni parleranno delle attività della Chiesa e del senso della vita.    

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    20/05/2010 HONG KONG – CINA – VATICANO
    Il Papa al card. Zen: “Dovreste essere al santuario mariano di Sheshan”
    Il vescovo emerito di Hong Kong ha guidato una veglia di preghiera per la libertà religiosa e la Chiesa in Cina, e ha rivelato uno scambio di battute avvenuto con Benedetto XVI nel corso del pellegrinaggio a Fatima.

    15/10/2010 HONG KONG – CINA
    “Grande gioia” per il card. Zen a Shanghai, per la prima volta dopo 6 anni
    Il vescovo emerito di Hong Kong visita la sede dell’Expo, dove incontra il vescovo Jin Luxian e il suo ausiliare, mons. Xing Wenzhi, che ha studiato nello stesso seminario del cardinale, quello del santuario mariano di Sheshan. L’incontro fra i vescovi “condizionato dal terribile sistema cinese”. Il ricordo di Liu Xiaobo.

    10/10/2012 VATICANO - HONG KONG – CINA
    Card. Tong: Evangelizzare è una sfida e un'opportunità, e molti si convertono, anche in Cina
    Il porporato, vescovo di Hong Kong, è uno dei tre presidenti del Sinodo, scelti da Benedetto XVI. Nella sua introduzione ai lavori, ha sottolineato l'impegno di evangelizzazione ad Hong Kong, Macao e Cina popolare. Ogni anno vi sono migliaia di battesimi di adulti. Il valore della testimonianza dei laici.

    15/10/2010 HONG KONG – CINA
    Hong Kong, la Via Crucis per i perseguitati si farà
    Prevista per domani, nel Territorio, la preghiera per la libertà religiosa in Cina e per i vescovi e i sacerdoti del Paese attualmente in galera: vinta la sfida di Giustizia e pace. Il vescovo di Hong Kong mons. Tong: “Il Nobel a Liu Xiaobo è un onore per tutti i cinesi”.

    04/02/2010 HONG KONG
    La Corte d’appello boccia il ricorso della Chiesa cattolica per la libertà delle scuole
    La diocesi di Hong Kong esprime “disappunto”. Metodisti e anglicani pronti ad abbandonare le scuole. I cristiani temono che la riforma del governo serva a eliminare la libertà e la proposta educativa delle Chiese. La vicinanza di Benedetto XVI alla diocesi.



    In evidenza

    IRAQ
    Patriarca di Baghdad: cristiani e musulmani in preghiera per la pace, fra Mese di Maggio e Ramadan

    Joseph Mahmoud

    Il 30 maggio la chiesa della Regina del Rosario a Baghdad ospiterà una preghiera interreligiosa contro le violenze e il terrorismo. A lanciare l’iniziativa il patriarca caldeo: non le opzioni militari, ma la preghiera contro conflitti che colpiscono “la popolazione innocente”. Un invito anche ai musulmani a riflettere per formare una nuova mentalità, una nuova cultura.

     


    EGITTO-ISLAM-VATICANO
    Papa Francesco e il Grande imam di Al Azhar, il detto e il “non detto”

    Samir Khalil Samir

    Vi sono molti aspetti positivi nell’incontro fra il pontefice e la suprema autorità sunnita, insieme a qualche silenzio. Per Al Tayyib l’islam non ha niente a che fare con il terrorismo. Ma l’Isis usa la bandiera nera di Maometto, la spada del profeta, le frasi del Corano. I terroristi prendono le loro affermazioni sanguinarie da molti imam. E’ urgente un nuovo rinascimento dell’islam, rileggendo la tradizione nella modernità: un lavoro interrotto dal fondamentalismo.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®