26 Marzo 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 28/02/2017, 11.49

    INDIA

    Il digiuno dell’anidride carbonica: la sfida per la Quaresima dell’arcidiocesi di Mumbai

    Nirmala Carvalho

    Da due anni la Chiesa locale propone iniziative per ridurre il surriscaldamento del pianeta. Vescovo ausiliare: “Il digiuno riscuote apprezzamento e viene praticato anche dopo la Quaresima”. Papa Francesco ha creato “una nuova beatitudine: Beati coloro che proteggono e hanno cura della nostra casa comune”.

    Mumbai (AsiaNews) – Il digiuno dell’anidride carbonica, cioè ridurre l’uso di carburanti, elettricità e lo spreco di plastica, carta e acqua, è la proposta dell’arcidiocesi di Mumbai (nel Maharashtra) per il periodo della Quaresima, che inizia domani. In un comunicato diffuso sul sito dell’arcidiocesi, la Chiesa locale afferma che “il digiuno sfida le persone a considerare come le loro azioni quotidiane possono avere un impatto sull’ambiente”. Perciò da domani, mercoledì delle Ceneri, fino all’8 aprile i cattolici sono invitati a “ridurre le azioni che danneggiano il creato di Dio”. Ad AsiaNews mons. Allwyn D’Silva, vescovo ausiliare e segretario dell’Ufficio per il cambiamento climatico della Federazione delle Conferenze episcopali asiatiche (Fabc), riferisce che “da due anni la diocesi organizza il digiuno dell’anidride carbonica. Anche quest’anno portiamo avanti l’iniziativa che ha riscosso molto apprezzamento, e continua ad essere praticata anche dopo la Quaresima”.

    Mons. D’Silvia, nominato di recente e noto per il suo impegno a livello sociale e ambientale, continua: “Nel racconto della Creazione [Libro della Genesi, ndr], leggiamo che Dio ha creato un mondo meraviglioso e vide che quanto aveva fatto era cosa molto buona. Purtroppo però noi abbiamo rovinato il mondo con le nostre azioni”.

    Per fare in modo che il pianeta si avvicini ad un’esistenza sostenibile, suggeriscono i vescovi nel comunicato, “tutti possono fare piccoli passi per ridurre le emissioni di anidride carbonica. E poi i gesti che mettiamo in pratica durante la Quaresima possono continuare anche dopo, in modo da garantire un cambiamento duraturo”.

    Secondo mons. D’Silva, “il Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico (Intergovernmental Panel on Climate Change, Ipcc) stabilisce in modo chiaro che le attività dell’uomo sono la causa principale del cambiamento climatico. Quindi noi in quanto Chiesa, e per rispondere all’appello di papa Francesco [con l’enciclica “Laudato si’”, ndr], dobbiamo difendere e proteggere il creato. Non c’è periodo migliore della Quaresima per attuare il digiuno dell’anidride carbonica”.

    Il vescovo ritiene che papa Francesco, nel sostenere la cura dell’ambiente, abbia “creato una nuova beatitudine: Beati coloro che proteggono e hanno cura della nostra casa comune”. Il tema del cambiamento climatico, sottolinea, “è radicato nella fede, perché prendersi cura della creazione vuol dire manifestare il proprio amore per il creatore. Più ci interessiamo alla cura del creato, più diventiamo spirituali”.

    Un ripensamento del proprio comportamento “deve avvenire non solo in India, ma in tutto il mondo. L’incertezza riguarda il clima, le inondazioni e l’aumento delle temperature, che già hanno provocato numerosi danni”. Da parte nostra, conclude mons. D’Silva, “possiamo iniziare riducendo il consumo dei carburanti, camminando per le strade, tagliando l’uso di energia elettrica, usando meno carta, riducendo lo spreco di cibo, acqua e altro”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    31/01/2017 16:16:00 INDIA
    Mumbai: mons. Allwyn D’Silva è il nuovo vescovo ausiliare dell’arcidiocesi

    Da anni il vescovo lavora nelle carceri della città. È attivo in campo sociale, dei diritti umani e della difesa dell’ambiente. Nella capitale del Maharashtra esistono nove case di detenzione. Il 90% dei reclusi è in regime di custodia cautelare.



    20/02/2017 11:58:00 INDIA
    Vescovo ausiliare di Mumbai: Nella Giornata della giustizia sociale, mettere l’uomo davanti al profitto

    La ricorrenza è stata istituita dalle Nazioni Unite nel 2007. L’obiettivo è affrontare a livello globale questioni come povertà, esclusione, impiego, uguaglianza di genere. Mons. D’Silva ritiene che la violenza sia il risultato delle disuguaglianze. “Ripensare le strutture economiche e avere compassione dei nostri fratelli e sorelle”.



    28/10/2016 12:01:00 INDIA
    Bambina morta gettata nella spazzatura. Vescovo di Mumbai: Atto criminale

    Mons. Dominic Savio Fernandes condanna l’episodio della neonata ritrovata morta ai margini di una strada, con il corpo mangiato dai topi. I bambini sono la specie più a rischio nella società moderna. I genitori devono insegnare il rispetto e l’uguaglianza tra maschi e femmine.



    16/05/2013 INDIA
    Mons. Dominic Savio: Con la grazia di Dio servirò Mumbai come nuovo ausiliare
    Insieme a mons. John Rodrigues, il sacerdote è stato nominato da papa Francesco vescovo ausiliare per l’arcidiocesi di Mumbai. “Difenderò la vita e affermerò l’uguaglianza tra uomo e donna”. L’importanza di ritrovare la sacralità nel quotidiano.

    22/04/2016 12:22:00 BANGLADESH
    Nuovo vescovo ausiliare di Dhaka: Essere testimoni di Cristo per conquistare i cuori delle persone

    Oggi l’arcidiocesi celebra l’insediamento di mons. Shorot Francis Gomes, nominato da papa Francesco a febbraio. Il presule proviene da una famiglia cattolica, dove l’esempio di fede dei genitori ha portato i tre figli a intraprendere il cammino di consacrazione. Offrirà alla Chiesa locale la sua esperienza con le famiglie e nella formazione dei sacerdoti.





    In evidenza

    VATICANO
    Il Papa ai giovani: Memoria del passato, coraggio nel presente, speranza per il futuro



    Diffuso oggi il Messaggio per la 32ma Giornata mondiale della gioventù sul tema “Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente”. Il modello di Maria nel suo incontro con Elisabetta. Rifiutare l’immobilità del “divano” dove starsene comodi e sicuri. Vivere l’esperienza della Chiesa non come una “flashmob” istantanea. Riscoprire il rapporto con gli anziani. Vivere il futuro in modo costruttivo non svalutando “le istituzioni del matrimonio, della vita consacrata, della missione sacerdotale”.


    AFGHANISTAN
    P. Moretti: Le Piccole sorelle di Gesù, per 60 anni “afghane fra gli afghani”



    Hanno vissuto 60 anni al servizio dei bisognosi. Sono rimaste a Kabul sotto l’occupazione sovietica, il controllo dei talebani e i bombardamenti Nato. Rispettate da tutti, anche dai talebani. Questo febbraio è finita la loro esperienza, secondo p. Moretti “una a cui guardare”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®