20 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 06/11/2017, 12.43

    CINA-VATICANO

    Il massacro di Zhengding: missionari stranieri morti per difendere ragazze cinesi

    Wang Zhicheng

    Un vescovo olandese e otto missionari austriaci, francesi, polacchi vennero uccisi dall’esercito giapponese perché difendevano centinaia di donne e ragazze cinesi nella loro chiesa. Zhuo Xinping direttore dell’Istituto per le religioni mondiali: I cattolici hanno condiviso il destino dei cinesi.

    Pechino (AsiaNews) - Missionari stranieri uccisi dall’esercito giapponese per salvare la vita a centinaia di donne e ragazze cinesi che essi proteggevano. È quanto emerge dagli studi presentati durante una Conferenza tenuta nella capitale sull’80mo anniversario del cosiddetto “Massacro della chiesa di Zhengding”. La Conferenza si è tenuta lo scorso 25 ottobre, ma solo oggi la notizia è stata diffusa dal China Christian Daily.

    Il fatto è avvenuto il 9 ottobre del 1937, durante l’occupazione giapponese della Cina, pochi mesi prima del tragico “Massacro di Nanchino”, dove vennero uccisi oltre 300mila cinesi.

    Il vescovo Frans Schraven (1873-1937), olandese e altri otto missionari austriaci, francesi, polacchi vennero uccisi per aver difeso centinaia di donne e ragazze cinesi alle quali offrivano protezione nella loro chiesa. La storia, poco nota, è emersa grazie agli studi della prof.ssa Li Chen, approfondita poi anche da altri.

    La Conferenza ha avuto luogo nella sede dell’Istituto per le religioni mondiali, dell’Accademia delle scienze sociali di Pechino, e sponsorizzata anche dal Centro culturale Xinde dell’Hebei.

    All’incontro hanno partecipato mons. Giuseppe Ma Yinglin, presidente del Consiglio dei vescovi cinesi (non riconosciuto dalla Santa Sede), e il prof. Zhuo Xinping, studioso, direttore dell’Istituto per le religioni mondiali.

    Secondo il p. Zhang Shijiang, direttore del Xinde, furono nordcoreani e mancesi (etnia mongola), alle dipendenze dell’esercito giapponese, a compiere il massacro.

    Il prof. Zhuo ha sottolineato che da questo episodio si vede come i cattolici hanno condiviso la stessa visione e destino del popolo cinese, mostrando la fraternità e l’amore dei cattolici nel proteggere la popolazione.

    Sulla stessa linea, P. Zhao Jianmin, dell’arcidiocesi di Pechino, ha detto che l’episodio è segno di una fraternità manifestata nel sacrificio.

    Il seminario sembra rispondere quasi alla lettera alla recente richiesta del presidente Xi Jinping nel “sinicizzare” le religioni, rendendole vicine alla cultura cinese e indirizzandole allo sviluppo del popolo cinese. In ogni caso, tale studio mostra un lato troppo spesso dimenticato dell’opera dei missionari stranieri in Cina. La pubblicistica ufficiale blandisce spesso i missionari stranieri e la loro testimonianza come un banale sostegno alle potenze straniere nemiche della Cina.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    13/12/2012 GIAPPONE - CINA
    Tokyo manda aerei da guerra sulle Senkaku/Diaoyu
    È la prima volta che il braccio di ferro fra Tokyo e Pechino riguarda lo spazio aereo. Il confronto avviene nel 75mo anniversario del massacro di Nanchino. L'importanza strategica degli isolotti per il controllo dell'Oceano Pacifico.

    15/12/2015 CINA-VATICANO
    Il “miracolo” della Porta Santa di Zhengding: 10mila cattolici sotterranei celebrano il Giubileo senza arresti (Foto)
    La polizia era presente davanti alla cattedrale e in borghese fra i fedeli, ma tutto si è svolto senza alcun problema. Il vescovo Giulio Jia Zhiguo non è riconosciuto dal governo ed è agli arresti domiciliari, controllato giorno e notte. Viene spesso costretto a corsi di indottrinamento lontano dalla sua diocesi. Pressioni verso i sacerdoti sotterranei – anche con allettamenti e premi in denaro – per iscriversi all’Associazione patriottica.

    12/01/2011 CINA - VATICANO
    Vendetta di Pechino: l’orfanotrofio di mons. Jia Zhiguo rischia l’esproprio
    L’orfanotrofio, che dura da 20 anni, raccoglie circa 100 bambini e bambine disabili. Il governo vuole “nazionalizzarlo” e disperdere le 30 suore che curano gli orfani. È un tentativo di sminuire l’autorità morale del vescovo, che si rifiuta da sempre a iscriversi all’Associazione patriottica.

    04/05/2005 Cina - Vaticano
    Sette sacerdoti liberati; vescovo 80enne in rieducazione


    09/02/2010 CINA – GIAPPONE
    Cinesi e giapponesi hanno studiato insieme la difficile storia dei loro rapporti
    Un rapporto costato tre ani di lavoro a studiosi dei due Paesi. Un’opera significativa, anche se non parla, per motivi politici, dell’ultimo dopoguerra. La pubblicazione rinviata a quest’anno su richiesta di Pechino.



    In evidenza

    HONG KONG - CINA - VATICANO
    Messa per un sacerdote sotterraneo defunto. Il card. Zen chiede a Dio la grazia di salvare la Chiesa in Cina e la Santa Sede ‘dal precipizio’

    Li Yuan

    P. Wei Heping, 41 anni, è morto in circostanze misteriose, buttato in un fiume a Taiyuan (Shanxi). Per la polizia egli si è suicidato. Ai familiari non è stato permesso nemmeno di vedere il rapporto dell’autopsia. Per il card. Zen la Santa Sede (che “non è necessariamente il papa”) cerca un compromesso a tutti i costi col governo cinese, rischiando di “svendere la Chiesa fedele”. Giustizia e pace pubblica un libretto su p. Wei, per non dimenticare.


    VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'



    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®