2 Aprile 2015 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile




Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 18/06/2012
CINA
Il nuovo leader di Chongqing ammette: “Bo Xilai ha fatto danni seri”
Zhang Deijiang, successore di Bo alla guida del Partito locale, attacca: “Seri danni di immagine al Partito e alla nazione a causa di questo scandalo. Ora dobbiamo ritornare all’uguaglianza di tutti davanti alla legge e allo sviluppo armonioso”.

Chongqing (AsiaNews) - Bo Xilai e la sua gestione del potere "hanno creato seri danni all'immagine del Partito comunista e della nazione. Chongqing deve ripartire ammettendo quello che è successo, un danno per tutta la leadership". È quanto ha dichiarato Zhang Dejiang, successore di Bo alla guida del Partito di Chongqing, che ha comunque accusato "eccessiva attenzione" per il caso.

Bo Xilai, ex capo della zona di Chongqing e membro del Politburo, è stato espulso all'inizio di aprile dal Partito comunista cinese e messo sotto inchiesta; sua moglie invece è sospettata ufficialmente di aver ucciso il cittadino britannico Neil Heywood, morto a Chongqing nel novembre scorso. Gli scandali economici, criminali e politici che ne hanno accompagnato la caduta sono stati paragonati alla "Tiananmen del Partito".

Zhang, parlando al Congresso del Partito municipale, ha dichiarato che la città "si è sviluppata molto bene, ma ha subito le nuvole provocate dallo scandalo Bo. Abbiamo comunque molte altre cose da fare, prima di poterci ritenere soddisfatti. Soprattutto va affermata l'uguaglianza di tutti davanti alla legge, senza permettere a singoli o gruppi di porsi al di sopra degli altri".

 


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
23/11/2012 CINA
Non solo corruzione: il Pcc sempre più coinvolto in scandali sessuali
25/07/2013 CINA
In agosto il processo a Bo Xilai, accusato di corruzione, ma soprattutto di sfidare Pechino
di Wang Zhicheng
28/09/2012 CINA
Bo Xilai è la quintessenza del Partito comunista cinese
di Bao Tong
27/07/2012 CINA
La moglie di Bo Xilai rischia la pena di morte (o forse solo qualche anno di prigione)
di Wang Zhicheng
05/11/2012 CINA
Wen Jiabao al contrattacco, chiede un’indagine sulla fuga di notizie sulla sua famiglia

In evidenza
IRAN
E’ ora di giungere all’accordo con Teheran, partner affidabile nella lotta contro lo Stato islamico
di Bernardo CervelleraUna bozza di accordo sul nucleare iraniano dovrebbe essere pronta per il 31 marzo. Ma i repubblicani Usa, Israele e l’Arabia saudita sono nettamente contrari. I motivi “secondari” della loro opposizione. Con Hassan Rouhani l’Iran vuole tornare nell’alveo della comunità internazionale. La funzione mediatrice di Teheran in Medio oriente. Il nunzio vaticano: “Non vi è una sola prova che l’Iran stia preparando una bomba nucleare”.
CINA-VATICANO
ULTIMO'ORA: La polizia cinese rapisce due sacerdoti a Mutanjiang
di Bernardo Cervellera
CINA-VATICANO
Niente brindisi fra Cina e Vaticano: Pechino vuole il dominio assoluto
di Bernardo CervelleraPer il Global Times (Quotidiano del popolo) alla Cina non piacciono le ordinazioni episcopali concordate, "modello Vietnam". Imbarazzo del Ministero cinese degli esteri di fronte ai mille passi della Santa Sede. La Cina vuole che il Vaticano accetti tutti i vescovi scomunicati e faccia silenzio su quelli sotterranei e imprigionati. Il caso di mons. Cosma Shi Enxiang. Senza libertà religiosa non vale la pena avere rapporti diplomatici. Lavorare per la missione e l'unità dei cattolici in Cina. Un lavoro per Xi Jinping: attuare la campagna anti-corruzione verso il ministero degli affari religiosi e l'Associazione patriottica, arricchitisi in questi decenni alle spalle dei cristiani.

Dossier


by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate