16 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  •    - Mongolia
  •    - Russia
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 14/01/2006, 00.00

    Mongolia

    Il parlamento della Mongolia leva la fiducia al governo



    La crisi determinata dal Mprp, che ha la metà dei seggi e si appresta a formare il nuovo governo. Dimostrazioni popolari contro la crisi.

    Ulaan Baatar (AsiaNews/Agenzie) - Crisi politica ufficiale in Mongolia, dopo che ieri il Parlamento ha votato la sfiducia al governo, ufficializzando la dissoluzione della coalizione tra i 2 maggiori partiti.

    Nella notte 39 dei 76 parlamentari hanno votato contro il governo. "Il Parlamento – dice Sanjaasuren Oyun, leader del piccolo partito Civil Will – sarà riconvocato mercoledì o giovedì, quando un nuovo governo sarà formato".

    La crisi è iniziata l'11 gennaio, con le dimissioni dei 10 ministri appartenenti al Partito rivoluzionario del popolo mongolo (Mprp). Il Mprp, erede del partito comunista, guidato da Nambar Enkhbayar, presidente dello Stato, nelle elezioni del 2004 ha ottenuto 38 dei 76 seggi, dopo che in precedenza aveva avuto la maggioranza assoluta da quando nel 1991 è finita l'era sovietica.

    Il rivale Partito democratico (Pd), del premier Tsakhia Elbegdorj, ha avuto 34 seggi. La coalizione tra questi 2 partiti ha assicurato finora un governo stabile. Ora il Mprp appare volere assumere il pieno controllo del governo, magari con il sostegno di piccoli partiti o di singoli parlamentari eletti con altre forze politiche.

    I dimissionari biasimano il governo per la lenta crescita economica e l'inflazione. Il premier Elbegdorj risponde che "l'economia è stata stabilizzata e si prevede una crescita intorno al 7% quest'anno. Abbiamo creato 20 mila posti di lavoro". R. Gonchigodori del Pd dice che le dimissioni arrivano poco prima che il Parlamento discutesse circa possibili episodi di corruzione del Mprp. Proteste nella popolazione, che appariva in gran parte favorevole a un governo stabile di coalizione. Il 12 gennaio, dopo la notizia della crisi imminente, centinaia di dimostranti a Ulaan Batar hanno marciato sulla sede del Mprp e l'hanno danneggiata. Non ci sono state altre violenze e la polizia ha subito controllato la situazione.

    La Mongolia è uno dei pochi Stati dell'Asia centrale che ha raggiunto una democrazia abbastanza stabile, dopo il crollo dell'Unione Sovietica. Stretta tra Cina e Russia, è anche alleata degli Stati Uniti, spesso definiti "il terzo vicino" politico. Ha inviato in Iraq una forza armata piccola ma di alta importanza simbolica. (PB)

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    31/03/2016 07:46:00 MONGOLIA
    Mongolia, i minatori in piazza: Basta svendere il nostro sottosuolo

    Oltre 2mila persone si sono unite al gruppo “Ethical Mongol” per chiedere le dimissioni del governo e la revoca del mandato parlamentare. Nel mirino gli accordi con ditte straniere per lo sfruttamento delle miniere di carbone e delle cave di terre rare. Il 94% del Prodotto interno lordo viene da questi settori, ed è per il 50% in mano ad aziende non nazionali.



    26/07/2017 14:56:00 MALDIVE
    Malè, l'esercito in Parlamento: il presidente vuole salvare il suo alleato (Video)

    I soldati hanno bloccato l’accesso ai deputati dell’opposizione. I membri del Maldivian Democratic Party caricati di peso e trascinati fuori dall’edificio. L'Assemblea doveva votare la sfiducia contro il capo del Parlamento accusato di corruzione. La deposizione dell’alleato del presidente poteva essere il preludio di un crollo del governo. Il leader dell'opposizione parla di colpo di Stato.



    11/01/2018 11:47:00 TIMOR EST
    Dili, una nuova crisi politica e costituzionale minaccia la stabilità del Paese

    Al parlamento si è creata una un’opposizione di maggioranza ed un governo di minoranza, La nazione più cattolica del sud-est asiatico rischia di non avere un governo funzionante per almeno cinque mesi. Timori per l’economia e la ratifica di importanti trattati con l’Australia.



    12/01/2009 THAILANDIA
    Bangkok, la coalizione di governo esce rafforzata dalla tornata elettorale
    Ieri il voto in 22 province del Paese per rimpiazzare 29 seggi parlamentari rimasti vacanti. I partiti che sostengono il primo ministro Abhisit Vejjajiva si aggiudicano 20 seggi e il governatorato di Bangkok.

    04/02/2017 08:56:00 MONGOLIA
    La Mongolia ha un debito pubblico di 580milioni di dollari da pagare entro marzo, il sostegno dei cittadini

    Il Paese, è rimasto bloccato da una crisi economica dovuta a un collasso degli investimenti stranieri, dei commerci rallentati con la Cina e dei bassi prezzi delle materie prime. La valuta mongola, il turgik, quest’anno ha perso quasi un quarto del proprio valore.





    In evidenza

    COREA
    La Corea del Nord invierà una delegazione olimpica di alto livello a Pyeongchang



    Dopo due anni di tensioni, il primo incontro fra delegazioni di Nord e Sud Corea. Seoul propone che gli atleti di Nord e Sud marcino fianco a fianco nelle cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi (9-25 febbraio 2018).


    VATICANO
    Papa: il rispetto dei diritti di persone e nazioni essenziale per la pace



    Nel discorso ai diplomatici Francesco ha chiesto la soluzione di conflitti – a partire dalla Siria – e tensioni – dalla Corea a Ucraina, Yemen , Sud Sudan e Venezuela – e auspicato accoglienza per i migranti e per gli “scartati”, come i bambini non nati o gli anziani e rispetto per i diritti alla libertà religiosa e di opinione, al lavoro.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®