27 Luglio 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  •    - Brunei
  •    - Cambogia
  •    - Filippine
  •    - Indonesia
  •    - Laos
  •    - Malaysia
  •    - Myanmar
  •    - Singapore
  •    - Tailandia
  •    - Timor Est
  •    - Vietnam
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 21/07/2005, 00.00

    INDONESIA

    Il presidente Susilo blocca l'offensiva dell'esercito contro i ribelli di Aceh

    Mathias Hariyadi

    L'ordine è un tentativo di salvaguardare la firma ufficiale del trattato di pace prevista per il 15 agosto. Si prepara un'amnistia per i ribelli e la formazione di un gruppo estero di osservatori.

    Jakarta (AsiaNews) – Il presidente indonesiano Susilo Bambang Yudhoyono (SBY) ha ordinato all'esercito (TNI) di cessare le offensive contro i separatisti della provincia di Aceh nel tentativo di facilitare la firma dell'accordo di pace prevista per metà agosto. Ieri sera Sudi Silalahi – segretario di Gabinetto – ha dichiarato che il presidente ha chiesto al capo delle forze armate, gen. Sutarto, di "non lanciare offensive contro i ribelli del Gam (Movimento per Aceh libera) per salvaguardare il trattato di pace". Il presidente ha precisato che, in caso di attacchi del Gam, i militari "devono assumere posizioni difensive", ma ha specificato che "nel frattempo possono restare nelle caserme". Secondo fonti ufficiali, le dichiarazioni sono giunte dopo che, negli ultimi giorni, si sono verificati di nuovo occasionali scontri tra soldati e guerriglia, mettendo a rischio l'intesa concordata a Helsinki, in Finlandia, per porre fine a una guerriglia trentennale costata la vita ad almeno 15 mila persone.

    La bozza del memorandum di intesa, diffusa il 17 luglio scorso, prevede per il Gam la rinuncia alla piena indipendenza e la formazione di un proprio partito indipendente; il Gam si impegna anche nel disarmo; in cambio Jakarta effettuerà il ritiro delle sue truppe dalla provincia, ricca di gas e giacimenti petroliferi.

    Ieri Hamid Awaluddin, presidente della missione per la pace, ha reso noto che Jakarta concederà l'amnistia ai membri del Gam in patria e all'estero. "Questo – dice Awaluddin, anche ministro dei Diritti umani – significa che a tutti i ribelli verranno assicurati diritti politici, come aderire a un partito, votare e essere eletti come membri del governo locale".

    Punto cruciale del memorandum di intesa è proprio il riconoscimento della formazione di un partito politico indipendente per il Gam; ma è anche la questione che ha sollevato più contestazioni e dubbi  sulla reale possibilità di giungere alla firma finale. La legge indonesiana stabilisce che i partiti politici dipendano direttamente da Jakarta. Per rispettare l'accordo il parlamento dovrà quindi approvare emendamenti costituzionali; si prevede però l'opposizione di partiti nazionalisti e fazioni militari interne al legislativo.

    Le operazioni saranno controllate da osservatori dell'Unione Europea e dell'Asean (Associazione dei Paesi del Sud Est Asiatico). Secondo Widodo AS, ex capo del TNI, "l'esistenza di un corpo di monitoraggio estero è di inevitabile urgenza". Il 28 luglio prossimo il ministro degli Esteri indonesiano terrà un incontro speciale con membri dell'Ue e dell'Asean per discutere le "linee guida e le regole del gioco" sulla questione. L'Onu ha accolto con favore la notizia dell'accordo e l'impegno per il disarmo bilaterale.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    12/04/2005 INDONESIA
    Ribelli dell'Aceh rifiutano le offerte di Jakarta

    Al via oggi i colloqui tra separatisti e Governo centrale in Finlandia. Il  Gam chiede il ritiro completo delle truppe indonesiane dalla provincia.



    19/07/2005 INDONESIA
    Aceh, i poveri dello tsunami sperano nell'accordo di pace


    18/07/2005 INDONESIA
    Aceh, raggiunto un accordo di pace fra governo e ribelli

    Terminati i colloqui di Helsinki, ad agosto la firma di un memorandum di intesa: il Gam rinuncia all'indipendenza, ma avrà un proprio partito politico; entro 3 mesi il disarmo dei ribelli e il ritiro dell'esercito indonesiano dalla provincia.



    27/12/2005 INDONESIA
    Indonesia, ex ribelli di Aceh sciolgono il loro esercito

    L'iniziativa rientra nell'accordo di pace firmato ad agosto con Jakarta. Giovedì prossimo il ritiro delle ultime forze governative dalla regione.



    03/06/2005 INDONESIA
    Presidente indonesiano "ottimista" sui colloqui di pace con i ribelli di Aceh




    In evidenza

    POLONIA – CINA – GMG
    I trucchi e le violenze di Pechino per fermare i giovani cinesi alla Gmg

    Vincenzo Faccioli Pintozzi

    Il governo ha bloccato ieri un gruppo di 50 giovani pellegrini, già imbarcati su un aereo diretto a Cracovia. Interrogati per ore all’immigrazione, sono stati “ammoniti” e rimandati a casa con l’ordine di non contattare nessuno all’estero. Nel frattempo, per i luoghi centrali della Giornata mondiale della Gioventù si aggirano “giovani cattolici cinesi”, in gruppi di cinque o sei persone, che hanno il compito di spiare i compatrioti. Lavorano per Istituti culturali o aziende cinesi in Polonia.


    ISLAM-EUROPA
    P. Samir: Terrore islamico in Francia e Germania: crisi dell’integrazione, ma soprattutto crisi della politica

    Samir Khalil Samir

    Il sequestro e l’uccisione di un sacerdote vicino a Rouen (Francia) e i vari attacchi a Würzburg, Monaco, Ansbach (Germania) sono stati compiuti da gente molto giovane e indottrinata con facilità. La Germania era un modello per l’integrazione dei rifugiati. Ma l’islamismo radicale non si lascia assimilare. Esso è sostenuto da Arabia saudita e Qatar. Non c’è altra strada all’integrazione. Ma occorre dire la verità: nel Corano ci sono elementi di guerra e violenza. Ignoranza e perdita di senso morale dei politici occidentali.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®