17 Ottobre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  •    - Afghanistan
  •    - Bangladesh
  •    - Bhutan
  •    - India
  •    - Nepal
  •    - Pakistan
  •    - Sri Lanka
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 04/09/2017, 15.43

    PAKISTAN

    Il vescovo di Lahore ‘ingannato’ dalla figlia di Sharif si difende: niente comizi dal pulpito

    Kamran Chaudhry

    Maryam Nawaz ha trasgredito il discorso concordato con l’arcidiocesi. La donna avrebbe dovuto chiedere solo preghiere per la madre malata. Mons. Shaw: “Volevo bloccarla, ma avevo gli occhi di milioni puntati addosso. Volevo andarmene, ma sarebbe stato dannoso per la Chiesa”. I canali d’informazione hanno interessi politici.

    Lahore (AsiaNews) – “Non approviamo l’uso politico del sacro pulpito da parte della figlia dell’ex primo ministro. Ciò ha offeso i sentimenti dei cristiani non solo in Pakistan ma in tutto il mondo. Chiediamo ufficialmente scusa per quanto accaduto”. Lo afferma in un’intervista esclusiva ad AsiaNews mons. Sebastian Francis Shaw, arcivescovo di Lahore.

    Il vescovo francescano ha deciso che a tutti i leader politici sia vietato utilizzare gli edifici della Chiesa come sede di campagne politiche. Egli afferma: “In tutte le chiese è stata emanata una direttiva. Il microfono e il pulpito della Chiesa non devono essere dati ai politici. Allo stesso tempo, le porte della Chiesa rimangono sempre aperte per la preghiera e le benedizioni di chiunque”.

    La visita della figlia dell’ex premier Nawaz Sharif alla cattedrale del Sacro Cuore di Lahore, avvenuta il primo settembre scorso, ha scatenato una campagna mediatica contro il vescovo. Maryam Nawaz, che sta tenendo comizi per le prossime elezioni straordinarie del 17 settembre, ha chiesto ai parrocchiani di sostenere il padre, estromesso dalla Corte suprema in seguito allo scandalo dei Panama Papers. La donna era accompagnata dal vescovo anglicano Azad Marshall e dai politici cristiani Kamran Michael, ministro federale per le statistiche, e Khalil Tahir Sindhu, ministro provinciale per gli affari delle minoranze e i diritti umani.

    Secondo mons. Shaw, a Maryam erano stati concessi solo pochi minuti per parlare ai media e ai presenti in chiesa. “I politici cristiani – riferisce – mi hanno chiamato due giorni prima e spiegato che il suo unico scopo era pregare per la guarigione della madre. Ci siamo accordati per un breve discorso che riguardava i suoi 11 anni di studio al Convent of Jesus and Mary School e la carriera scolastica del padre al St. Anthony High Scholl. Entrambi gli istituti sono gestiti dall’arcidiocesi di Lahore. Credevamo che lei dovesse finire con la richiesta di preghiere per la madre malata. Le abbiamo dato questa opportunità per la sua fede e per la familiarità con il partito di governo”.

    Il programma, iniziato al termine della novena mensile di preghiera dedicata al Sacro Cuore di Gesù, si è svolto come da calendario fino a quando Michael ha iniziato a promuovere il suo partito. “Ho avuto subito la sensazione – dichiara mons. Shaw – che la situazione stesse diventando spiacevole. Potevo sentire i membri dell’assemblea del Punjab che discutevano con gli organizzatori sull’opportunità di parlare. Maryam ha trasgredito chiedendo voti per il padre. Avrei voluto fermarla, ma gli occhi di milioni di spettatori ci stavano guardando in diretta tv. Per un momento ho anche pensato di andarmene, come forma di protesta, ma poi ho pensato che il mio gesto sarebbe stato deleterio per i rapporti della Chiesa con le autorità. Abbiamo bisogno del loro aiuto per aiutare i cristiani perseguitati e riprendere il possesso delle nostre scuole e proprietà che sono state nazionalizzate”.

    L’arcivescovo respinge alcune accuse mosse contro di lui, compresa quella di aver interrotto la preghiera in cattedrale. Egli afferma: “I discorsi sono cominciati al termine della novena dedicata al Sacro Cuore di Gesù. Alcuni dicono perfino che sono stato allontanato dal Vaticano”. E conclude: “I media di solito sono attenti ai discorsi della figlia di Sharif perché per loro rappresentano delle breaking news. Essi hanno un interesse politico. Il mio discorso non è stato trasmesso dai canali d’informazione e questo ha creato confusione nella comunità cristiana. La nostra unica televisione cattolica ha mostrato i miei saluti conclusivi. Per maggiori informazioni, questi video sono disponibili a tutti i cristiani”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    02/09/2017 12:05:00 PAKISTAN
    Lahore, la figlia di Sharif tiene un comizio nella cattedrale. Critiche al vescovo (Foto)

    Maryam Nawaz sta perorando la causa del padre, estromesso dalla Corte suprema. Ha chiesto ai cattolici di darle sostegno alle elezioni straordinarie del 17 settembre. Mons. Shah prega per la madre malata e le concede la benedizione di Dio. Fedeli indignati, chiedono le dimissioni del vescovo. “I leader cristiani lottano per mantenere divisa la religione dallo Stato”.



    13/05/2016 12:39:00 PAKISTAN
    Il governo di Lahore finanzia il restauro del campanile della cattedrale del Sacro Cuore

    La chiesa è rimasta danneggiata dal terremoto dello scorso novembre. La torre si è incrinata e la croce sulla sommità era caduta. Tutti gli ingegneri contattati dall’arcidiocesi hanno rifiutato l’incarico per paura dell’altezza. I fondi, oltre 30mila dollari, sono arrivati grazie all’interesse di un funzionario musulmano locale.



    20/11/2007 PAKISTAN
    Lahore, festa per i 100 anni della cattedrale del Sacro Cuore
    Si concludono oggi i 3 giorni di feste e preghiere per il centenario dell’edificio, che vinse ad inizio ‘900 il primo Grand Prix de Rome. Messaggio di congratulazioni da Benedetto XVI, mentre il governo emette un francobollo celebrativo. Alla messa, i vescovi pregano per la pace e la democrazia.

    12/10/2017 14:17:00 PAKISTAN
    Deputato propone discriminazioni per gli ahmadi. Attivisti esigono le scuse

    Safdar è un capitano in pensione e genero dell’ex premier Nawaz Sharif. Si è scagliato contro i fedeli ahmadi, già oggetto di persecuzione in Pakistan. Musulmano: “Verrà lanciata una petizione online”.



    28/07/2017 14:09:00 PAKISTAN
    Corte suprema interdice il premier Nawaz Sharif. Minoranze: ha vinto la giustizia

    Il primo ministro, la figlia prediletta e altri familiari sono coinvolti nello scandalo dei Panama Papers. Fondi sospetti di società offshore utilizzati per acquistare alcuni appartamenti di lusso a Londra. Leader sikh esprime dubbi: “Sembra che ci sia stata una cospirazione per rimuovere un primo ministro eletto in maniere legale”.





    In evidenza

    MYANMAR
    Non solo Rohingya: la persecuzione delle minoranze cristiane in Myanmar



    La sofferenza di Kachin, Chin e Naga. La discriminazione su basi religiose è in certi casi addirittura istituzionalizzata. I cristiani sono visti come espressione di una fede straniera ed in contrasto con la visione nazionalista. Per anni il regime militare ha introdotto feroci misure discriminatorie.


    VATICANO - ASIA
    Il mondo ha urgenza della missione della Chiesa

    Bernardo Cervellera

    Ottobre è un mese consacrato al risveglio della missione fra i cristiani. Nel mondo c’è indifferenza o inimicizia verso Dio e la Chiesa. Le religioni sono considerate la fonte di tutte le guerre. Il cristianesimo è l’incontro con una Persona, che cambia la vita del fedele e lo mette al servizio delle ferite del mondo, lacerato da frustrazioni e guerre fratricide. L’esempio del patriarca di Baghdad e del presidente della Corea del Sud.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®