24 Agosto 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 09/03/2017, 11.57

    SIRIA – USA

    In Siria sono arrivati i marines, parteciperanno all’attacco a Raqqa



    I soldati Usa aiuteranno la formazione curdo-araba delle Syrian democratic forces. Non si ha notizia dell’autorizzazione di Assad allo schieramento dei militari americani, ma è certo un consenso dei russi.

    Washington (AsiaNews/Agenzie) – I marines statunitensi sono in Siria, alla periferia di Raqqa, per partecipare all’assalto contro la “capitale” dello Stato islamico. La notizia della presenza, senza precedenti, di truppe americane in Siria, confermata al Washington Post da un ufficiale, indica un radicale cambiamento della politica americana in Medio Oriente rispetto al principio del presidente Obama che escludeva interventi “a terra” dei militari statunitensi. Per lo schieramento dei quali non si ha notizia di una autorizzazione da parte del governo di Assad, ma appare sicuro un via libera dei russi, principali alleati del dittatore siriano.

    A essere messi in campo sarebbero stati militari dell’11mo Marine Expeditionary Unit con obici da 155 mm, ossia artiglieria pesante, allo scopo di dare sostegno all’assalto finale a Raqqa.

    Attualmente, gli Stati Uniti hanno limitato le loro truppe di terra a circa 500 uomini dei reparti speciali con il compito di formare e aiutare le Syrian democratic forces (Sdf), l'alleanza arabo-curda.

    Secondo il Post, il dispiegamento di artiglieria non va visto nell’ambito della richiesta del presidente Trump di un nuovo piano per incrementare l’offensiva contro lo Stato islamico.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    26/08/2016 08:42:00 CINA-SIRIA
    Pechino addestrerà truppe dell’esercito di Bashar Assad

    L’addestramento avverrà in Cina e tratterà di formazione professionale per medicina e cure. Si profila anche sul campo militare la divisione presente nel Consiglio di sicurezza dell’Onu.



    05/09/2016 08:57:00 SIRIA - USA - RUSSIA
    Conflitto siriano: Niente accordo fra Washington e Mosca per il cessate il fuoco

    Nulla di fatto nei negoziati fra le due superpotenze. Sul terreno si continua a combattere e a morire. Restano distanti le posizioni sul futuro del presidente siriano Assad e sulle milizie ribelli. Il prossimo round di colloqui in programma il 18 settembre, a margine dell’Assemblea generale Onu. 



    10/12/2015 RUSSIA-USA-SIRIA
    Mosca, Stati Uniti e Onu a Ginevra per i dialoghi sulla Siria
    L’incontro trilaterale comincia domani nella città svizzera. Sarà presente Staffan de Mistura. Per Sergei Lavrov è importante stilare una lista dei gruppi terroristi coi quali non si deve dialogare e da combattere. Kerry a Mosca per studiare un cessate il fuoco e la transizione politica della Siria.

    01/10/2015 RUSSIA-USA-SIRIA
    La Russia entra in guerra contro l’Isis in Siria, applaudita da ortodossi e musulmani
    Secondo gli Usa, i primi raid aerei di Mosca, non sono stati contro lo Stato islamico. La Russia ribatte che si tratta di accuse infondate e con Washington apre canali diretti tra i comandi militari per evitare incidenti. Il Cremlino deve spiegare ai russi il motivo di questa “terza guerra mondiale”. Tutte le religioni tradizionali appoggiano compatte i raid aerei, ma il 69% della popolazione è contrario all’aiuto militare ad Assad.

    10/09/2016 10:31:00 SIRIA – USA – RUSSIA
    Stati Uniti e Russia raggiungono l’accordo per un cessate il fuoco in Siria

    Intesa arrivata a Ginevra dopo i colloqui fra John Kerry e Sergei Lavrov. La tregua su scala nazionale inizierà al tramonto di lunedì. Il programma prevede la distribuzione di aiuti umanitari nelle aree più colpite. Dopo sette giorni sarà operativo un centro congiunto russo-americano per la lotta ai gruppi terroristici. Previsti raid aerei in zone specifiche del Paese.

     





    In evidenza

    RUSSIA-VATICANO
    Il card. Parolin a Mosca: l’Ostpolitik che vince le diffidenze

    Vladimir Rozanskij

    A tema un incontro fra papa Francesco e il patriarca Kirill, non a Mosca, ma in qualche luogo santo dell’Oriente cristiano, o a Bari. Una conferenza internazionale sul futuro di Ucraina e Crimea. L’impegno per i cristiani e la pace in Medio oriente.


    LIBANO-M. ORIENTE-VATICANO
    Patriarchi cattolici d’Oriente: Il genocidio dei cristiani, un affronto contro tutta l’umanità

    Fady Noun

    Colpite da guerre, emigrazione e insicurezza, le comunità cristiane si sono ridotte ormai a un “piccolo gregge” nell’indifferenza internazionale. Un appello a papa Francesco e alla comunità internazionale. Cattolici e ortodossi condividono gli stessi problemi. La fine dei cristiani in Oriente sarebbe “uno stigma di vergogna per tutto il XXI secolo”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®