25/03/2005, 00.00
THAILANDIA
Invia ad un amico

In Thailandia cattolici e musulmani uniti dalla Croce

Nella chiesa della Signora del Rosario, la croce è stata regalata dai musulmani, che la preparano con i cattolici per l'Adorazione. Nelle città si spostano gli orari delle funzioni per permettere ai fedeli di partecipare.

Bangkok (AsiaNews) – Per i circa 300 mila cattolici thailandesi il Venerdì Santo ha un'importanza speciale, specialmente per gli anziani, perché ricorda ai fedeli i peccati commessi e li stimola alla redenzione.

Uno splendido esempio di dialogo e di amicizia interreligiosa è dato dalla chiesa della Signora del Rosario, costruita nel 1897, che si trova a 10 minuti di cammino dalla cattedrale dell'Assunzione, nel centro di Bangkok. La leggenda dice che la croce che viene esposta durante il Venerdì Santo è un dono della comunità musulmana della zona fatto più di 100 anni fa ai cattolici. I musulmani confermano, e spiegano da dove deriva il dono: i loro predecessori videro una croce galleggiare nelle acque del fiume Chao Phraya, che si trova vicino alla chiesa. Tirata la croce in secco, la portarono dal parroco cattolico e la offrirono in segno di amicizia e rispetto. Da allora, in accordo con tutti i rettori che hanno gestito la chiesa, durante la Settimana Santa la comunità musulmana si reca in chiesa ed apre l'armadio in cui la croce è riposta durante tutto l'anno. La croce viene sistemata nell'edificio, e predisposta per l'adorazione. Dopo Pasqua la croce viene richiusa, sempre dai musulmani, che promettono di tornare l'anno successivo. Per questo motivo è attesa una gran folla di fedeli all'adorazione che si terrà in questa chiesa.

Dopo l'adorazione la chiesa organizza una processione del corpo morto di Gesù: nel pomeriggio, i fedeli alzano una statua a grandezza naturale di Gesù e la portano per le vie della città. La tradizione risale alla presenza dei missionari portoghesi nella zona, e si ripete ogni anno.

La maggioranza dei fedeli della chiesa della Signora del Rosario è di origine cinese. Lo conferma il parroco, P. Marel Perray, che da 40 guida i fedeli di questa chiesa. Pur essendo di origine francese, ora dice di parlare un ottimo cinese.

Le celebrazione per la Settimana Santa nel Paese si svolgono in maniera diversa: nelle chiese cittadine le funzioni spostano gli orari, per venire incontro ai fedeli che non possono assentarsi dal lavoro. Nelle zone rurali, invece, si celebra messa alle 15.00, per conformarsi all'orario esatto in cui Cristo, secondo i testi, morì sulla croce.

La cattedrale dell'Assunzione, a Bangkok, è l'unica chiesa di città che rispetterà la tradizione: come ogni anno, i fedeli hanno allestito un tabernacolo per l'adorazione mattutina, mentre dalle 15.00 avrà inizio l'adorazione della Croce e poi la Via Crucis, presieduti dal cardinale Michael Michai Kitbunchu. Alla cerimonia sono attese circa 500 persone.

In tutte le chiese cattoliche della Thailandia le donazioni fatte oggi verranno raccolte ed inviate in Terra Santa, per il rinnovo dei luoghi sacri. Le offerte raccolte durante la Quaresima sono state invece destinate ai poveri ed ai bisognosi: tutte le chiese hanno incoraggiato i fedeli a non spendere per lussi inutili durante il periodo quaresimale.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Mons. Mascarenhas: I vescovi indiani condannano l’interruzione della Via crucis in Tamil Nadu
20/04/2017 14:49
Tamil Nadu, la polizia interrompe una Via crucis di cristiani dalit (Video)
18/04/2017 13:52
Pasqua in Cina: battesimi, la Passione a teatro, il pranzo per i poveri
30/03/2016 10:54
Abu Dabhi, Cattolici filippini in pellegrinaggio alle 7 chiese, sfidando deserto e distanze
22/04/2011
Pasqua a Chantaburi, dove sei buddisti saranno battezzati
02/04/2007