29/10/2007, 00.00
INDIA
Invia ad un amico

In marcia da un mese per le terre, 25mila dalit fermati dalla polizia

di Nirmala Carvalho
Gli “intoccabili” sono partiti da tutto il Paese il 2 ottobre, compleanno di Gandhi, e si sono dati appuntamento a New Delhi per chiedere la redistribuzione delle terre e la fine dell’emarginazione. Fermati dalla polizia, stanno tornando a casa.
New Delhi (AsiaNews) – La polizia indiana ha impedito oggi agli oltre 25mila “intoccabili” giunti da tutto il Paese di raggiungere il Parlamento dell’Unione, dove intendevano concludere la loro manifestazione di protesta contro le politiche agrarie nazionali e l’emarginazione che subiscono ogni giorno. I manifestanti sono giunti nella capitale indiana dopo aver camminato per 325 chilometri: nel corso della marcia, durata quasi un mese, hanno chiesto la redistribuzione delle terre ed hanno accusato il governo di averli tenuti fuori dal boom economico nazionale.
 
Partiti il 2 ottobre, giorno del compleanno del Mahatma Gandhi - padre dell’indipendenza nazionale e campione della causa degli intoccabili – i dalit hanno camminato in file ordinate sventolando bandiere per tutto il tragitto e cantando “Dateci la terra, dateci l’acqua”.
 
Il governo ha promesso di creare una Commissione per esaminare la riforma agricola, ma ha ordinato alla polizia di espellere i manifestanti dalle zone governative di New Delhi. Al momento, stanno tornando tutti a casa.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Vescovi indiani in festa: Finalmente la Corte suprema ascolta i cristiani dalit
14/01/2020 14:39
Mumbai, dottoressa dalit morta: non si è suicidata, è stata uccisa
30/05/2019 08:52
Mumbai, dottoressa si suicida: discriminata dalle colleghe perché dalit
28/05/2019 12:02
Elezioni 2019, Chiesa ai partiti: Posti riservati ai dalit cristiani nei programmi
01/03/2019 12:02
L’Andhra Pradesh approva le quote riservate anche per i dalit cristiani
08/02/2019 11:11