19/04/2006, 00.00
India
Invia ad un amico

India, a Pasqua due attacchi contro i cristiani del Karnataka

Gli assalti sono avvenuti contro i protestanti di Bantaguri e di Balmatta. Secondo la comunità cristiana, gli assalitori sono fondamentalisti indù molto attivi nella zona.

Bangalore (AsiaNews/Icns) – Un gruppo composto da attivisti indù ha attaccato due incontri di preghiera cristiani che si erano riuniti per celebrare la Pasqua nello Stato meridionale del Karnataka. Gli assalitori, secondo i leader protestanti, sono noti per essersi opposti a diverse attività dei gruppi cristiani nella zona.

Il primo assalto è avvenuto il 16 aprile, giorno di Pasqua, alle undici di mattina nella sala delle preghiere della "Chiesa dei credenti" di Bantaguri. Un gruppo composto da circa dieci uomini ha interrotto la preghiera, colpito il predicatore - il reverendo John, ora ricoverato in ospedale - e razziato il luogo di culto. Usciti dalla chiesa, i fondamentalisti hanno attaccato l'abitazione del pastore ed una macchina parcheggiata davanti all'ingresso.

Il secondo incidente è avvenuto invece a Balmatta, alla Comunità degli studenti cristiani. Qui, circa 25 persone hanno interrotto la funzione pasquale ed hanno attaccato i fedeli, per lo più donne e bambini.

Secondo diversi testimoni oculari, gli assalitori hanno atteso che gli uomini abbandonassero la sala prima di entrare: arrivati qui, si sono chiusi dentro dall'interno ed hanno razziato il luogo, minacciando di "gravi conseguenze" i presenti che li avessero denunciati. Dopo, hanno riaperto la sala e sono scappati con oggetti appartenenti alla comunità.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Gujarat, è "spietata e regolare" la persecuzione contro cristiani e musulmani
28/03/2006
India, il Rajasthan approva la legge anti-conversione
27/03/2006
Rapporto a Singh: i nazionalisti indù vogliono eliminare i cristiani dal Rajasthan
25/03/2006
Rajasthan, pastore protestante bastonato mentre prega coi malati
13/03/2007
Nazionalisti indù: conversioni al cristianesimo, "un'offesa" e "terrorismo" culturale
22/02/2006