19 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 19/07/2012, 00.00

    INDIA

    India, cresce l’intolleranza religiosa contro i cristiani

    Nirmala Carvalho

    In Karnataka un pastore pentecostale è stato picchiato da ultranazionalisti indù e arrestato per conversioni forzate. In Maharashtra, attivisti indù hanno aggredito dei tribali cristiani. Distrutta una chiesa in costruzione in Haryana. Gli incidenti sono avvenuti nello stesso giorno.

    Mumbai (AsiaNews) - Tre nuovi attacchi anticristiani in tre Stati diversi testimoniano "il triste aumento dell'intolleranza religiosa" in India. È il commento di Sajan George, presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic), a episodi di violenza compiuti da ultranazionalisti indù in Maharashtra, Karnataka e Haryana, tutti avvenuti il 15 luglio scorso.

    L'incidente più grave è accaduto nel villaggio di Sainagara (Karnataka). Il rev. Nathaniel Shubas, pastore pentecostale della Immanuel Prayer Hall, ha organizzato un servizio di preghiera, a cui hanno partecipato una ventina di persone. Durante la predica, testimoni raccontano di aver visto un uomo entrare, registrare quanto il pastore stava dicendo, per uscire poco dopo. Nel giro di dieci minuti, questa persona è tornata accompagnata da più di 20 attivisti del Rashtriya Swayamsevak Sangh (Rss) e del Bajrang Dal, gruppi che costituiscono il "braccio armato" del Bharatiya Janata Party (Bjp, partito ultranazionalista indù). Questi hanno iniziato a pestare e insultare il rev. Shubas, e lo hanno poi trascinato per oltre un chilometro, fino alla stazione di polizia di Vidyanagara. Qui lo hanno accusato di praticare conversioni forzate di indù al cristianesimo. Gli agenti hanno arrestato l'uomo in base all'art. 295A ("atti deliberati e maligni, volti a offendere i sentimenti religiosi o qualunque classe sociale, insultando la sua fede o credo religioso").

    Il secondo episodio di violenza è avvenuto nel villaggio tribale di Thavalpada (Maharashtra). Circa dieci indù hanno aggredito 50 cristiani, impegnati a intonare canti devozionali. Gli aggressori erano guidati da Eknath Jhugare, leader locale del Bjp. A differenza del caso del Karnataka, questa volta la polizia ha arrestato gli aggressori.

    Sempre il 15 luglio, nel villaggio di Patli Dabar (distretto di Sirsa, Haryana) alcuni indù hanno demolito una Chiesa pentecostale in costruzione, la Messiah Samiti, sostenendo che gran parte degli abitanti del villaggio era contraria alla sua edificazione.

    Per Sajan George, è evidente che "i gruppi ultranazionalisti indù si sentono sempre più liberi di attaccare i cristiani durante i loro servizi di preghiera. La crescente protezione politica di cui godono è causa di grande preoccupazione". 

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    13/02/2013 INDIA
    India, nuove violenze anticristiane. A rischio le celebrazioni per la Quaresima
    Gli ultimi tre incidenti sono avvenuti in Chhattisgarh, Madhya Pradesh e Andhra Pradesh a un giorno di distanza l’uno dall’altro. La connivenza della polizia e l’indifferenza delle autorità politiche favoriscono gli attacchi di fondamentalisti indù contro cristiani.

    26/07/2012 INDIA
    Karnataka, ancora violenze anticristiane. Un appello al nuovo presidente dell’India
    Dal 2012, sono 20 gli incidenti perpetrati nello Stato ad opera di ultranazionalisti indù. Le ultime vittime sono sei famiglie cristiane pentecostali (distretto di Gadag) e una comunità evangelica (distretto di Bijapur), aggredite nell’intimità delle loro case. False accuse di conversioni forzate scatenano le violenze.

    11/12/2014 INDIA
    Cibo e soldi per cambiare religione: così i radicali indù "ri-convertono" 300 musulmani
    Ad Agra fondamentalisti del Bajrang Dal hanno "riportato alla vera fede" 57 famiglie islamiche, tutti migranti poveri di origine bangladeshi. L'opposizione attacca il governo del Bjp (Bharatiya Janata Party), "vicino" ai gruppi estremisti indù.

    04/07/2012 INDIA
    Cristiani in India, nuovi attacchi alla libertà religiosa
    Il Global Council of Indian Christians (Gcic) denuncia aggressioni anticristiane in Uttar Pradesh e in Karnataka, perpetrati da ultranazionalisti indù. In entrambi i casi, la matrice comune è la complicità di polizia e autorità con gli aggressori.

    30/03/2012 INDIA
    Karnataka, rischia la prigione un pastore protestante. È il settimo attacco dal 2012
    Nazionalisti indù del Rashtriya Swayamsevak Sangh (Rss) hanno picchiato e accusato di conversioni forzate Mallikarjun Sangalada e quattro suoi fedeli. I cristiani tornavano da un incontro di preghiera. Il pastore guida una comunità di 35 fedeli da due anni e mezzo.



    In evidenza

    HONG KONG - CINA - VATICANO
    Messa per un sacerdote sotterraneo defunto. Il card. Zen chiede a Dio la grazia di salvare la Chiesa in Cina e la Santa Sede ‘dal precipizio’

    Li Yuan

    P. Wei Heping, 41 anni, è morto in circostanze misteriose, buttato in un fiume a Taiyuan (Shanxi). Per la polizia egli si è suicidato. Ai familiari non è stato permesso nemmeno di vedere il rapporto dell’autopsia. Per il card. Zen la Santa Sede (che “non è necessariamente il papa”) cerca un compromesso a tutti i costi col governo cinese, rischiando di “svendere la Chiesa fedele”. Giustizia e pace pubblica un libretto su p. Wei, per non dimenticare.


    VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'



    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®