06 Dicembre 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 16/07/2012, 00.00

    INDIA

    India: scende l’inflazione, ma i monsoni minacciano il settore alimentare



    A giugno il tasso inflattivo è stato del 7,25%, contro il 7,55% di maggio. La Banca centrale indiana non è soddisfatta e non assicura nuovi tagli ai tassi d’interesse, come chiede il governo per rilanciare l’economia. In crisi il settore alimentare: il ritardo delle piogge monsoniche rovina i raccolti, possibile un aumento dei prezzi delle risorse.

    Mumbai (AsiaNews/Agenzie) - L'inflazione in India è scesa al 7,25%, registrando il livello più basso negli ultimi cinque mesi. Il dato però non soddisfa la Reserve Bank (Banca centrale indiana), che nota invece livelli ancora alti per quanto riguarda il settore alimentare, e annuncia la possibilità di mantenere invariati i tassi d'interesse ancora per alcuni mesi. Intanto, il ritardo delle piogge monsoniche continua a destare preoccupazione per il raccolto, e il possibile aumento del costo delle risorse.

    A maggio l'inflazione ha registrato il 7.55%. Ad aprile l'asticella segnava il 7,5%, dopo un buon inizio a 7,23%. Con il 7,69%, marzo è stato il mese peggiore, mentre gennaio e febbraio hanno registrato i dati più bassi, con il 6.55% e il 7,36%. Per quanto riguarda il settore alimentare invece, a giugno l'inflazione è salita al 10,81%, contro il 10,74% di maggio.

    Solo alla fine di luglio si saprà se la Banca centrale ha deciso di tagliare ancora i tassi d'interesse, come richiesto dal governo indiano. Ad aprile, la Reserve Bank aveva già ridotto i tassi d'interesse di 50 punti base (0,5%), molto più dei 25 punti base previsti da analisti del settore (v. 17/04/2012, "Per favorire la crescita economica l'India taglia i tassi d'interesse"). Al momento però è inutile fare previsioni sulle future mosse della Rb: di recente, proprio la banca ha dichiarato che "ulteriori tagli sono possibili sono in base all'effettivo tasso di inflazione".

    L'anomala situazione climatica non aiuta quella economica: il ritardo delle stagioni delle piogge - di norma attese per giugno - rischia di creare danni ai raccolti. L'India ha una riserva significativa di grano e cereali, ma ha un debole sistema di deposito e distribuzione delle risorse  che rischia di far deteriorare la merce, facendo salire in modo esponenziale il costo di quanto è possibile conservare.

     

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    09/02/2010 INDIA
    New Delhi annuncia che il Paese è in forte ripresa: +7,2% nell’anno
    La crescita è trainata da manifatture e miniere, mentre è in difficoltà l’agricoltura, dopo i peggiori monsoni da 37 anni. Ma il problema potrebbe essere l’ inflazione che cresce rapida, specie per i generi alimentari.

    14/03/2007 CINA
    Pechino: la minaccia delle bolle speculative e dell'inflazione
    L’aumento del costo della vita, specie nel settore alimentare, e la grande quantità di denaro in circolazione superano le previsioni del governo. Parla Cheng, vicepresidente del Comitato permanente dell’Anp: il mercato azionario è ancora sovrastimato e subirà ulteriori cali. Esperti: la Banca centrale cinese dovrà aumentare il costo del denaro.

    17/04/2012 INDIA
    Per favorire la crescita economica l’India taglia i tassi d’interesse
    Per la prima volta dal 2009, la Banca centrale (Reserve Bank of India) abbassa il tasso all’8%, rispetto al precedente 8,5%. Resta alta l’inflazione. Secondo analisti, per abbassare i prezzi il governo centrale deve spingere sulle riforme, ma queste non rispondono agli interessi di ampi strati della popolazione.

    30/10/2012 INDIA
    India: Banca centrale taglia coefficienti di riserva, per rilanciare la crescita economica
    La riduzione porterà 175 miliardi di rupie (circa 2,5 miliardi di euro) liquide nelle casse. Invariati i tassi di interesse, per combattere la pressione fiscale. Nel 2013, la crescita sarà del 5,8%, contro il 6,5% di quest’anno.

    03/11/2010 INDIA
    L’India aumenta il costo del denaro per frenare l’inflazione
    Ieri la centrale Banca di India ha aumentato il tasso di interesse sui finanziamenti, è la sesta volta nel 2010. Si vuole frenare l’inflazione, arrivata a settembre all’8,6%, record da 3 anni. Il governatore della banca centrale assicura che non ci saranno ulteriori prossimi aumenti.



    In evidenza

    IRAQ
    Parroco di Amadiya: profughi cristiani di Mosul, fra l’emergenza aiuti e l’attesa del rientro

    P. Samir Youssef

    In una lettera p. Samir Youssef racconta la situazione dei rifugiati, da oltre due anni lontani dalle loro case. Si segue con attenzione l’offensiva, anche se case e chiese “sono in gran parte” bruciate o distrutte. Con l’arrivo dell’inverno servono cherosene, vestiti, cibo e denaro per pagare il trasporto degli studenti. Un appello per continuare a sostenere la campagna di AsiaNews.


    IRAQ
    “Adotta un cristiano di Mosul”: il dono di Natale per attraversare l’inverno

    Bernardo Cervellera

    Le nuove ondate di profughi, con l’avanzata dell’esercito verso la Piana di Ninive e Mosul rischiano di far dimenticare i rifugiati che da due anni hanno trovato ospitalità nel Kurdistan. C’è bisogno di cherosene, vestiti per l’inverno, aiuti per i bambini, soldi per gli affitti. La campagna lanciata da AsiaNews due anni fa è più urgente che mai. Rinunciare a un dono superfluo per offrire loro un dono essenziale per vivere.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®