25 Ottobre 2014 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile




Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 16/07/2012
INDIA
India: scende l’inflazione, ma i monsoni minacciano il settore alimentare
A giugno il tasso inflattivo è stato del 7,25%, contro il 7,55% di maggio. La Banca centrale indiana non è soddisfatta e non assicura nuovi tagli ai tassi d’interesse, come chiede il governo per rilanciare l’economia. In crisi il settore alimentare: il ritardo delle piogge monsoniche rovina i raccolti, possibile un aumento dei prezzi delle risorse.

Mumbai (AsiaNews/Agenzie) - L'inflazione in India è scesa al 7,25%, registrando il livello più basso negli ultimi cinque mesi. Il dato però non soddisfa la Reserve Bank (Banca centrale indiana), che nota invece livelli ancora alti per quanto riguarda il settore alimentare, e annuncia la possibilità di mantenere invariati i tassi d'interesse ancora per alcuni mesi. Intanto, il ritardo delle piogge monsoniche continua a destare preoccupazione per il raccolto, e il possibile aumento del costo delle risorse.

A maggio l'inflazione ha registrato il 7.55%. Ad aprile l'asticella segnava il 7,5%, dopo un buon inizio a 7,23%. Con il 7,69%, marzo è stato il mese peggiore, mentre gennaio e febbraio hanno registrato i dati più bassi, con il 6.55% e il 7,36%. Per quanto riguarda il settore alimentare invece, a giugno l'inflazione è salita al 10,81%, contro il 10,74% di maggio.

Solo alla fine di luglio si saprà se la Banca centrale ha deciso di tagliare ancora i tassi d'interesse, come richiesto dal governo indiano. Ad aprile, la Reserve Bank aveva già ridotto i tassi d'interesse di 50 punti base (0,5%), molto più dei 25 punti base previsti da analisti del settore (v. 17/04/2012, "Per favorire la crescita economica l'India taglia i tassi d'interesse"). Al momento però è inutile fare previsioni sulle future mosse della Rb: di recente, proprio la banca ha dichiarato che "ulteriori tagli sono possibili sono in base all'effettivo tasso di inflazione".

L'anomala situazione climatica non aiuta quella economica: il ritardo delle stagioni delle piogge - di norma attese per giugno - rischia di creare danni ai raccolti. L'India ha una riserva significativa di grano e cereali, ma ha un debole sistema di deposito e distribuzione delle risorse  che rischia di far deteriorare la merce, facendo salire in modo esponenziale il costo di quanto è possibile conservare.

 

 


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
09/02/2010 INDIA
New Delhi annuncia che il Paese è in forte ripresa: +7,2% nell’anno
14/03/2007 CINA
Pechino: la minaccia delle bolle speculative e dell'inflazione
17/04/2012 INDIA
Per favorire la crescita economica l’India taglia i tassi d’interesse
30/10/2012 INDIA
India: Banca centrale taglia coefficienti di riserva, per rilanciare la crescita economica
03/11/2010 INDIA
L’India aumenta il costo del denaro per frenare l’inflazione

In evidenza
IRAQ - ITALIA
"Adotta un cristiano di Mosul": raccolti e inviati quasi 700mila euro. La campagna continua
di Bernardo CervelleraInviata la seconda tranche di aiuti, raccolti nel mese di settembre. In Medio oriente e in Iraq si gioca il destino dei rapporti fra oriente e occidente. L'appello di papa Francesco e del Sinodo. I governi tiepidi. Gli aiuti giunti da tutto il mondo: una nuova comunità internazionale che sconfigge la "globalizzazione dell'indifferenza".
IRAQ-VATICANO
"Adotta un cristiano di Mosul": il grazie del vescovo per i primi aiuti
di Amel NonaMons. Amel Nona, vescovo caldeo di Mosul, anch'egli rifugiato, ringrazia tutti i donatori della campagna lanciata da AsiaNews. La situazione è sempre più difficile per il numero enorme di profughi e per l'arrivo dell'inverno e della neve, che rendono impossibile alloggiare nelle tende o all'aperto. La crisi, un'occasione che rende attiva la fede dei cristiani.
ITALIA - IRAQ
Continua la campagna "Adotta un cristiano di Mosul". Già raccolti oltre 350mila euro
di Bernardo CervelleraInviate al patriarca di Baghdad e ai vescovi del Kurdistan le donazioni ricevute fino al 31 agosto. La campagna serve a nutrire, alloggiare, vestire, consolare oltre 150mila profughi cristiani, yazidi, turkmeni, sciiti e sunniti, fuggiti dalla violenza dell'esercito del Califfato islamico. Una generosa partecipazione dall'Italia e da tutte le parti del mondo. Donazioni anche da chi è povero e senza lavoro. Una speranza per il mondo, per chi soffre e per chi dona.

Dossier


by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate