30/10/2015, 00.00
INDONESIA
Invia ad un amico

Indonesia, la Laudato Sì diventa "virale" anche grazie alle slide di un sacerdote

di Mathias Hariyadi
La presentazione online dell’enciclica fatta da p. Budi Prayitno, ex direttore Caritas, ha ricevuto tantissimi commenti positivi anche da non cattolici. Lo scopo è diffondere il più possibile il messaggio di papa Francesco, per “rendere la società più capace di affrontare le sfide del futuro”. Il sacerdote: “Negli anni passati tutti mi deridevano quando parlavo del cambiamento climatico, ora non più”.

Jakarta (AsiaNews) – Rendere la società indonesiana “più forte, più consapevole e più capace di affrontare le sfide del cambiamento climatico negli anni futuri”. Con queste parole p. Stephanus Budi Prayitno, ex direttore di Caritas Indonesia, spiega il suo impegno nel diffondere il messaggio della Laudato Sì attraverso una serie di slide in Power Point da lui preparate, che sono diventate virali negli ambienti cattolici e non solo.

La traduzione indonesiana dell’ultima enciclica di Papa Francesco esiste da settembre, ma non è ancora circolata in modo capillare nella società. Per questo motivo p. Budi Prayitno ha pensato di favorire questo processo creando delle interfacce di spiegazione e illustrazione dei concetti più importanti del testo papale. La risposta del pubblico è stata entusiasta e in tanto lo hanno ringraziato per averli avvicinati ad un tema così importante come l’ecologia integrale proposta da Francesco.

P. Stephanus Budi Prayitno è stato direttore di Caritas Indonesia per più di 20 anni, e ha lasciato quest’anno per problemi cardiaci. Grazie al suo lavoro, il sacerdote è da molto tempo attento alle problematiche del clima e di come il suo cambiamento possa colpire in modo serio la vita dei paesani, dei contadini, dei pescatori e della gente che vive nelle aree remote dell’Indonesia, colpite spesso da disastri ambientali. Già molto tempo prima che la Laudato Sì fosse pubblicata, il sacerdote aveva iniziato alcune campagne di sensibilizzazione al problema ma, racconta ad AsiaNews, “nessuno mi ascoltava con interesse ed ero deriso dai miei colleghi di altre organizzazioni. Dicevano che il cambiamento climatico che danneggiava le persone me lo ero sognato”.

La presentazione personale di p. Budi Prayitno dell’enciclica inizia con un messaggio su come preparare il cuore e la mente all’accoglienza del significato della Laudato Sì. In seguito, definisce il cambiamento climatico e il suo impatto naturale sul mondo. La sua prospettiva teologica è descritta a partire dal racconto della Genesi. Diversi disastri naturali che hanno colpito l’Indonesia negli ultimi anni sono presentati in modo visivo, per rendere la popolazione più cosciente dei rischi reali del problema. In seguito, il sacerdote descrive il concetto fondamentale dell’enciclica, il riconoscimento della Terra come nostra “casa comune”.

Ora che, con questa “pubblicazione”, il messaggio della Laudato Sì è spiegato in indonesiano con un linguaggio semplice e diretto, p. Budi Prayitno spera che aumenti la coscienza pubblica e delle autorità verso il problema climatico, che rischia di avere conseguenze sempre più disastrose per il Paese (basti pensare all’emergenza roghi di queste settimane).

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Caritas India e Misereor Germania: una comune campagna di Quaresima sulla Laudato sì
05/03/2018 14:12
Contro il cambiamento climatico, Mumbai diventa una ‘diocesi verde’
01/09/2018 09:00
Ong di Mumbai: curare la Madre Terra per guarire dalle tossicodipendenze
29/08/2017 11:55
Messaggio del Vaticano per il Vesak: Cristiani e buddisti per una “educazione ecologica”
06/05/2016 12:22
Dai vescovi filippini 15 “consigli pratici” contro il cambiamento climatico
13/11/2015