24 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  •    - Brunei
  •    - Cambogia
  •    - Filippine
  •    - Indonesia
  •    - Laos
  •    - Malaysia
  •    - Myanmar
  •    - Singapore
  •    - Tailandia
  •    - Timor Est
  •    - Vietnam
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 22/09/2005, 00.00

    INDONESIA

    Influenza aviaria: muoiono 2 bambini, Indonesia nella paura



    Jakarta (AsiaNews/Agenzie) – Paura diffusa in Indonesia per una possibile epidemia di influenza aviaria dopo che il virus H5N1 (vettore della malattia) ha ucciso mercoledì altre 4 persone nella capitale: fra i morti vi sono 2 bambini.

    Circa 11 persone sono al momento ricoverate con sintomi influenzali che ricordano quelli dell'influenza aviaria. Ora Jakarta è impegnata nell'evitare un'epidemia, ma la popolazione accusa il governo di aver risposto in maniera troppo lenta 2 anni fa al virus H5N1, quando questo ha iniziato la sua corsa nelle fattorie di pollame dell'arcipelago.

    Il capo del Controllo veterinario nazionale è stato licenziato nei giorni scorsi e sono state annunciate soppressioni in massa di polli nelle aree infette. Circa 44 ospedali annunciano di essere pronti a ricoverare pazienti che presentano i segni dell'influenza ed il governo specifica che farà ricoverare ogni persona sospettata di aver contratto il virus "anche a forza".

    Ieri Siti Fadila Supari, ministro indonesiano della Sanità, ha detto in conferenza stampa: "Se le cose peggiorano, può divenire un'epidemia". Jakarta attende i risultati ufficiali delle autopsie sulle 2 piccole vittime di mercoledì – di 2 e 5 anni – e degli 11 ricoverati. Di questi, 2 hanno mostrato i primi sintomi dopo una visita ad un popolare zoo che "ospitava" l'H5N1 su aquile, pavoni ed altri volatili. Immediata la chiusura della struttura.

    L'influenza aviaria è scoppiata tra i volatili in Asia nel 2003: il virus H5N1 ha ucciso 63 persone, la maggior parte in Vietnam e Thailandia, e costretto alla soppressione di oltre 140 milioni di volatili.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    21/08/2006 INDONESIA
    Influenza aviaria: in Indonesia muoiono madre e figlia

    Timore di un contagio diretto, anche se manca la conferma che pure la figlia avesse il virus. In un villaggio almeno 12 persone ammalate in poche settimane.



    04/04/2006 INDONESIA
    Influenza aviaria: sono occorsi 9 mesi per confermare un contagio in Indonesia

    Per una bambina di 8 anni, deceduta a luglio, la conferma arriva solo ieri. Cresce il timore che i casi di contagio siano più numerosi di quelli ufficiali.



    28/03/2007 INDONESIA
    Ancora tre morti in Indonesia per influenza aviaria
    Le nuove vittime vengono da zone distanti tra loro. Il governo non riesce a controllare il diffondersi della malattia, che ha già fatto 69 morti. Intanto Jakarta raggiunge un accordo con l’Organizzazione mondiale della sanità per fornire di nuovo campioni del virus.

    28/09/2006 INDONESIA
    Influenza aviaria: 52esima vittima in Indonesia

    È un ragazzo della provincia di West Java. Aumentano i timori per un contagio da uomo a uomo: il fratello è morto 4 giorni fa con sintomi del virus H5N1, ma non è stato possibile analizzare il suo sangue.



    08/08/2006 INDONESIA
    A Jakarta la 43ma vittima di influenza aviaria

    L'arcipelago indonesiano supera il Vietnam e diventa il Paese più colpito al mondo.





    In evidenza

    MYANMAR-VATICANO
    Yangon, ‘ore frenetiche’ per l’arrivo del papa. L’impegno dei cattolici per i pellegrini

    Paolo Fossati

    Attese 200mila persone per la messa solenne al Kyaikkasan Ground. Tra loro anche leader buddisti e musulmani. In arrivo 6mila ragazzi per la messa dei giovani del giorno seguente. Anche filippini, australiani e thailandesi per lo storico viaggio apostolico di papa Francesco. Dal nostro inviato.


    YEMEN
    Il genocidio dello Yemen: dopo le bombe, la fame, la sete e il colera

    Pierre Balanian

    La coalizione guidata da Riyadh blocca l’arrivo di carburante necessario per far funzionare i pozzi. Oltre un milione di persone senza acqua a Taiz, Saada, Hodeida, Sana’a e Al Bayda. Secondo l’Unicef, 1,7 milioni di bambini soffrono di malnutrizione acuta”; 150mila bambini rischiano di morire di stenti nelle prossime settimane. Il silenzio e l’incuria della comunità internazionale. La minaccia di colpire le navi-cargo del greggio. Ieri l’Arabia saudita ha permesso la riapertura dell’aeroporto di Sana’a e del porto di Hudayda, ma solo per gli aiuti umanitari. Una misura insufficiente.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®