16 Gennaio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 03/01/2017, 11.02

    HONG KONG

    Iniziato il processo per corruzione contro l’ex capo dell'esecutivo di Hong Kong



    Donald Tsang Yam-kuen, che ha guidato la città tra il 2005 e il 2012 è accusato di una serie di conflitti di interesse, tra i quali l’affitto gratuito di un appartamento di lusso a Shenzhen. Tsang, che si è dichiarato “non colpevole”, è il funzionario in pensione più alto in grado a essere processato per corruzione.

    Hong Kong (AsiaNews) – E’ iniziato oggi a Hong Kong il processo per corruzione contro Donald Tsang Yam-kuen, capo dell'esecutivo tra il 2005 e il 2012.

    Al Tribunale di primo grado - che si trova ad appena un chilometro dalla sede dalla quale Tsang governava la città – la procura presenterà le accuse, secondo le quali Tsang è coinvolto in una serie di conflitti di interesse, tra i quali l’affitto gratuito di un appartamento di lusso a Shenzhen, nel sud della Cina, dal socio di una società di trasmissione, “Wave Media”, della quale aveva approvato le domande di licenza. Contro Tsang ci sono tre capi di accusa. Quella di corruzione, ai sensi della Prevention of Bribery Ordinance (Ordinanza di prevenzione della corruzione) imputa a Tsang di aver accettare un vantaggio - e cioè il rinnovo e la ristrutturazione dell’attico - come incentivo o ricompensa per un atto compiuto in quanto capo dell'esecutivo.

    Calmo all’apparenza, l'ex capo dell’esecutivo è giunto all'Alta Corte di Admiralty  verso le 8:15 di oggi, più di un'ora prima dell’inizio del suo processo, tenendo per mano (nella foto) sua moglie, Selina Tsang Pou Siu-mei.

    Tsang, che si è dichiarato “non colpevole”, è il funzionario in pensione più alto in grado a essere processato per corruzione a Hong Kong e rischia il carcere, in un caso che ha colpito una città nota per la sua reputazione di onestà.

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    30/03/2012 HONG KONG
    Arrestati i “fratelli del mattone”, crolla il titolo Sun Hung Kai
    La Commissione anti-corruzione ha deciso il fermo di Thomas e Raymond Kwok, ai vertici del più grande gruppo edilizio dell’Asia con una capitalizzazione di 250 miliardi di dollari. Le azioni del gruppo perdono in una sera 5,8 miliardi. Indagato anche l’ex capo dell’esecutivo Donald Tsang.

    26/03/2007 HONG KONG – CINA
    Grazie a Pechino, Donald Tsang di nuovo Capo dell’Esecutivo
    Con 649 voti a favore su 795 disponibili, il burocrate scelto da Pechino si è aggiudicato per i prossimi cinque anni la guida del Territorio. Lo sfidante, il democratico Leong, annuncia la sua ricandidatura per il 2012, mentre manifestanti urlano “vergogna” al neo-eletto ed al ristretto sistema che lo ha scelto.

    03/07/2006 Hong Kong
    Hong Kong, contestato il silenzio del capo dell'esecutivo sul suffragio universale

    Alcuni membri del Consiglio legislativo criticano Donald Tsang per il suo atteggiamento nei confronti della marcia pro-suffragio universale del primo luglio scorso. Oltre 58 mila i partecipanti,  la polizia ne dichiara 28 mila.  



    24/03/2005 Hong Kong
    Un nuovo capo dell'esecutivo, ma cosa cambierà?
    Nell'edizione del 20 marzo del Sunday Examiner, il giornale diocesano, il vescovo di Hong Kong dà la sua valutazione sulla rinuncia di Tung Chee-hwa, capo dell'esecutivo.

    19/11/2009 HONG KONG - CINA
    Giustizia e Pace: Il governo di Hong Kong fa passi indietro nella democrazia
    L’Esecutivo del territorio ha diffuso un pacchetto di riforme politiche che ritoccano di qualche unità la struttura attuale delle votazioni, ma non garantiscono elezioni dirette del capo del governo e il suffragio universale per l’elezione del parlamento. Henry Tang: È quanto di meglio ci concede Pechino. Un seminario di studi con il card. Zen, politici e accademici.



    In evidenza

    CINA - VATICANO
    I nuovi leader all’Assemblea dei cattolici: dominano la vecchia guardia e i vescovi illegittimi

    Elizabeth Li

    Riconfermati Ma Yinglin e Fang Xingyao a presidenti del Consiglio dei vescovi e dell’Associazione patriottica rispettivamente. Sempre esaltati i principi di indipendenza, autonomia, autogestione e sinicizzazione. Nessun “segnale positivo” come sperato dal Vaticano.


    CINA-VATICANO
    All’Assemblea dei rappresentanti cattolici cinesi si loda “indipendenza e autonomia”

    Bernardo Cervellera

    All’incontro sarebbero presenti 59 vescovi, oltre al direttore dell’amministrazione statale per gli affari religiosi e membri del Fronte unito. I futuri cambi nella leadership del Consiglio dei vescovi e dell’Associazione patriottica. Nell’osanna all’autonomia (dalla Santa Sede) un segnale non positivo. Il Global Times ribadisce le precondizioni per il dialogo. Una Chiesa di Stato. Le critiche del card. Joseph Zen e di Giustizia e Pace di Hong Kong. Una cattolica: Questa assemblea è uno schiaffo in faccia al Vaticano.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®