19 Gennaio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 27/07/2007, 00.00

    PAKISTAN-INDIA

    Islamabad, sperimentato missile nucleare che può colpire il cuore dell’India



    L’arma può contenere testate atomiche e ha una gittata che le consente di colpire New Delhi. India e Pakistan hanno sottoscritto un accordo di pace quadriennale, ma continuano lo sviluppo della tecnologia bellica nucleare.

    Islamabad (AsiaNews/Agenzie) – Il Pakistan ha sperimentato con successo un missile cruise capace di trasportare testate atomiche e la cui gittata può arrivare a colpire il cuore dell’India, storico rivale del Pakistan. Secondo una nota dell’esercito, grazie al miglioramento della tecnologia alla base del missile Babur – o Haft VII – oggi esso sarebbe in grado di trasportare testate nucleari per una gittata di oltre 700 km: un ulteriore passo in avanti rispetto agli ultimi test avvenuti nel marzo scorso, che i vertici militari celebrano come “un consolidamento della capacità strategica pakistana e un rafforzamento della sicurezza nazionale”.

    Il presidente Musharraf ha “ringraziato” gli scienziati e gli ingegneri coinvolti nel progetto.

    Dal 2002 India e Pakistan hanno avviato una serie di test missilistici, che per poco non sono sfociati nel quarto conflitto fra i due Paesi, rivali per storia e tradizione. Entrambi hanno a disposizione l’atomica e hanno combattuto tre volte dal 1947, anno in cui ottennero l’indipendenza dall’Inghilterra, ad oggi.

    La distanza fra le due capitali, Islamabad e New Delhi è di 680 km, di poco inferiore alla portata del missile che potrebbe così colpire il cuore dell’India. Sebbene i due Paesi abbiano sottoscritto un accordo mirato a ridurre i rischi di incidenti con armi atomiche nel quadro di un programma di pace quadriennale, in entrambi i Paesi continua lo sviluppo della tecnologia bellica legata al nucleare.

    Fra gli accordi sottoscritti vi è anche l’obbligo di avvisare il Paese confinante in caso di test missilistici di questo tipo,

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    11/08/2005 PAKISTAN - INDIA
    India e Pakistan, hotline contro il rischio nucleare

    Ma Islamabad ha appena sperimentato il lancio di un missile cruise.



    21/06/2004 india - pakistan
    Positivi i primi colloqui per ridurre i rischi nucleari

    La Chiesa indiana: cooperare è meglio che odiarsi e distruggere



    19/05/2015 A. SAUDITA - PAKISTAN
    Riyadh guarda al Pakistan per l’acquisto di armi atomiche
    L’Arabia Saudita pronta a rifornirsi di testate nucleari in chiave anti-iraniana. Secondo una fonte Usa è già in vigore un accordo con Islamabad. Crescono i timori per una corsa agli armamenti nella regione, con Egitto e Turchia in prima linea.

    15/01/2009 PAKISTAN – INDIA
    Strage di Mumbai, è guerra diplomatica fra India e Pakistan
    Islamabad giudica “informazioni” e non “prove concrete” gli elementi del dossier consegnato da New Delhi. Capo delle forze armate indiane definisce la guerra “l’ultima spiaggia”. Islamabad arresta 124 sospetti e chiude 5 campi di addestramento di Lashkar-e-Taiba.

    28/09/2009 IRAN
    Teheran sperimenta un missile capace di colpire Israele e le basi Usa nel Golfo
    Il vettore Shahab-3 ha una portata di circa 2mila km. Il lancio, effettuato oggi, è stato trasmesso dalla tv di Stato al grido “Dio è grande”. Le esercitazioni militari iraniane alimentano le tensioni con la comunità internazionale. Il primo ottobre a Ginevra si aprono i negoziati con i Paesi del 5 +1.



    In evidenza

    CINA - VATICANO
    I nuovi leader all’Assemblea dei cattolici: dominano la vecchia guardia e i vescovi illegittimi

    Elizabeth Li

    Riconfermati Ma Yinglin e Fang Xingyao a presidenti del Consiglio dei vescovi e dell’Associazione patriottica rispettivamente. Sempre esaltati i principi di indipendenza, autonomia, autogestione e sinicizzazione. Nessun “segnale positivo” come sperato dal Vaticano.


    CINA-VATICANO
    All’Assemblea dei rappresentanti cattolici cinesi si loda “indipendenza e autonomia”

    Bernardo Cervellera

    All’incontro sarebbero presenti 59 vescovi, oltre al direttore dell’amministrazione statale per gli affari religiosi e membri del Fronte unito. I futuri cambi nella leadership del Consiglio dei vescovi e dell’Associazione patriottica. Nell’osanna all’autonomia (dalla Santa Sede) un segnale non positivo. Il Global Times ribadisce le precondizioni per il dialogo. Una Chiesa di Stato. Le critiche del card. Joseph Zen e di Giustizia e Pace di Hong Kong. Una cattolica: Questa assemblea è uno schiaffo in faccia al Vaticano.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®