11/07/2006, 00.00
Giappone – Israele – Palestina
Invia ad un amico

Israele, prima visita ufficiale del premier giapponese Koizumi

In agenda incontri con i vertici israeliani ma anche a Ramallah con quelli palestinesi. Il Giappone è il secondo donatore di aiuti alla Palestina dopo l'Unione europea.

Gerusalemme (AsiaNews/Agenzie) – Il primo ministro giapponese Junichiro Koizumi inizia oggi la sua prima visita ufficiale ad Israele e all'Autorità Palestinese, nel corso della quale incoraggerà entrambe le parti in causa al dialogo come "unica via per risolvere il conflitto in corso". "La tensione è cresciuta negli ultimi tempi – ha detto il premier giapponese prima di lasciare il Paese – ed il Giappone chiede a tutti di mantenere la calma il più possibile e cercare le strade da percorrere per evitare la violenza".

"E' vero che l'attuale situazione politica del Medio Oriente non fa pensare al dialogo – ha aggiunto un rappresentante del ministro nipponico degli Esteri che lo accompagna – ma siamo convinti che nonostante la strada sia lunga, questa è l'unica soluzione applicabile al problema".

Koizumi, che termina il suo mandato politico fra due mesi e mezzo, visiterà Gerusalemme nel corso del suo viaggio verso Mosca, in occasione del prossimo G8. La sua visita era prevista per gennaio, ma le condizioni di salute dell'allora primo ministro Ariel Sharon l'aveva fatta saltare.

Secondo alcune fonti, la visita è vista come un'occasione per rafforzare i legami del governo israeliano con una delle superpotenze economiche del mondo.

Tokyo è il secondo donatore al mondo di aiuti per la Palestina dopo l'Unione europea ed è presumibile che Koizumi approfitterà della visita per offrire nuovi stanziamenti alle Organizzazioni di aiuto internazionale: è con questa modalità d'azione che il governo nipponico ha stanziato 844 milioni di dollari al popolo palestinese dal 1993 ad oggi. "E' grazie a questo modo d'agire – spiega il rappresentante del ministro – che non abbiamo dovuto cambiare la nostra politica di aiuti nonostante la presa di potere di Hamas. Tra l'altro, il presidente Abbas non appartiene a quella corrente politica".

Il primo ministro giapponese incontrerà domani la sua controparte israeliana, Ehud Olmert, insieme al ministro degli Esteri Tzipi Livni, al presidente Moshe Katzav ed al vice premier Peres: dopo gli incontri, farà visita allo Yad Vashem. Il giorno dopo, a Ramallah, si incontrerà con il presidente palestinese Mahmoud Abbas.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
La Cina promette a Kim Jong-Il l'invio di aiuti economici
23/04/2004
Per i palestinesi, la sospensione degli aiuti di Usa e Ue farà crescere la violenza
20/04/2006
Va avanti il negoziato tra il Vaticano e Israele
18/03/2008
L’Egitto apre i confini con Gaza. Proteste di Israele
28/05/2011
Dopo tre anni, Israele autorizza l’ingresso di veicoli privati nella striscia di Gaza
20/09/2010