6 Luglio 2015 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile





Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 20/12/2004
ISRAELE - PALESTINA
Israele libera 170 prigionieri palestinesi
I terroristi di Al Aqsa rifiutano l'invito di Abu Mazen a deporre le armi: "La santa Intifada continuerà".

Gerusalemme (AsiaNews/Agenzie) – Israele ha approvato ieri il rilascio di 170 palestinesi detenuti nelle sue carceri. Il premier israeliano Sharon ha definito la decisione un "gesto di buona volontà" verso l'Egitto e la nuova leadership palestinese di Abu Mazen.

La scarcerazione dei 170, da tenersi prima delle elezioni in Palestina del 9 gennaio, fa parte di un accordo Israele - Egitto che il mese scorso ha permesso la liberazione di un israeliano detenuto a Il Cairo per spionaggio. Nella stessa occasione Sharon ha parlato di "profonda amicizia" per il presidente egiziano Mubarak.

L'Autorità palestinese ha accolto con freddezza la decisione israeliana: "Consideriamo questo fatto un'operazione di facciata" ha dichiarato Radi Jaraie, vice ministro palestinese per il problema dei prigionieri, criticando Israele per "non averci consultato".

Intanto crescono le polemiche fra i palestinesi sulle recenti dichiarazioni di Abu Mazen che aveva definito l'intifada "un errore" affermando che i palestinesi potrebbero raggiungere meglio i loro obiettivi "con metodi pacifici". In un comunicato congiunto le Brigate dei martiri di Al-Aqsa, il braccio armato di Al Fatah (lo stesso del defunto leader Arafat e di Abu Mazen stesso), e il Jihad islamico hanno affermato che ignoreranno la richiesta di Abu Mazen di deporre le armi anche se il premier provvisorio verrà eletto con il voto di gennaio. "Respingiamo totalmente le richieste di alcuni palestinesi di fermare l'intifada armata" ha dichiarato un portavoce di Al Aqsa, definendo "non vincolante" l'appello di Abu Mazen. "La santa intifada continuerà. Nessun politico, né autorevole né straniero o palestinese o arabo, potrà fermarla".

invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
10/01/2005 Palestina – Israele – Terra Santa
La vittoria di Abbas, un invito e una sfida a Israele
di Arieh Cohen
08/02/2005 ISRAELE – PALESTINA – TERRA SANTA
Mons. Sabbah: La jihad del digiuno per Sharon e Abbas
20/11/2004 palestina - israele
Abu Mazen: "Fermeremo i violenti per tenere elezioni pacifiche"
22/12/2004 ISRAELE – PALESTINA – TERRA SANTA
Digiuno e preghiera per la pace in Terra Santa
03/04/2005 ISRAELE – PALESTINA – TERRA SANTA
Mons. Sabbah: Papa sempre vicino alle sofferenze dei popoli di Terra Santa

In evidenza
ISLAM – M.ORIENTE
Al Azhar e il Vaticano sul terrorismo. Le ambiguità della comunità internazionale
di Bernardo CervelleraL’autorevole università sunnita denuncia le violenze “odiose” dello Stato islamico e domanda al mondo di sconfiggere questo gruppo “attraverso ogni modo possibile”. Vaticano: il terrorismo è una minaccia per l’umanità intera. La Francia dice di combattere il terrorismo, ma poi vende armi, aerei, elicotteri da guerra all’Arabia saudita, che sostiene il fondamentalismo islamico. Il Kuwait lascia vivere i salafiti che appoggiano al Nusra e lo Stato islamico. La Turchia contro i kurdi; gli Stati Uniti contro Iran, Russia e Cina.
TUNISIA - ISLAM
Tunisi, fermare il terrorismo chiudendo le moschee fondamentalistePer il presidente Essebsi, la sfida del terrore può essere affrontata solo con una strategia unitaria e globale. L’attentato a Sousse quasi in contemporanea con quelli in Francia, in Kuwait, in Somalia. Le rivendicazioni dello Stato islamico.
VATICANO – ITALIA
Torino, Papa ai giovani: Siate casti nell’amore e andate controcorrente. Non andate in pensione a 20 anni!L’ultimo incontro della prima giornata di Francesco a Torino è con i giovani, riuniti a piazza Vittorio. Francesco risponde a braccio a tre domande sull’amore, l’amicizia e la sfiducia nei confronti della vita: “Vi capisco, quanti sono ipocriti e parlano di pace vendendo armi. Come si può avere fiducia? Seguendo Cristo, il cui gesto di amore estremo, cioè la Croce, ha salvato l’umanità”. Una disamina degli orrori del Novecento come prova di sfiducia nei confronti delle potenze mondiali. E il ripetuto invito ai ragazzi: “Non andate in pensione a 20 anni, vivete e non vivacchiate!”. Il testo completo della risposta del papa (a cura di AsiaNews).

Dossier


Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate