24 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  •    - Arabia Saudita
  •    - Bahrain
  •    - Emirati Arabi Uniti
  •    - Giordania
  •    - Iran
  •    - Iraq
  •    - Israele
  •    - Kuwait
  •    - Libano
  •    - Oman
  •    - Palestina
  •    - Qatar
  •    - Siria
  •    - Turchia
  •    - Yemen
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 20/07/2012, 00.00

    ISRAELE

    Israele non ha dubbi: l'attentato di Burgas eseguito da Hezbollah e sponsorizzato dall'Iran



    Le accuse lanciate dal Primo ministro ribadite dai responsabili di esteri e difesa. Teheran nega ogni coinvolgimento. Le indagini mirano ad accertare l'identità del kamikaze. La Svezia esclude che si tratti, come si diceva, di un suo cittadino.

    Gerusalemme (AsiaNews/Agenzie) - E' stato Hezbollah, e quindi l'Iran, a perpetrare l'attacco contro il pullman di israeliani in Bulgaria, Per il governo israeliano non ci sono dubbi: le parole del  premier Benjamin Netanyahu, il quale già ieri aveva sostenuto che "tutti i segnali portano all'Iran. In mesi recenti - ha aggiunto - abbiamo visto tentativi iraniani di attaccare israeliani in Tailandia, India, Georgia, Kenya, Cipro e altri luoghi".

    Le affermazioni del Primo ministro hanno trovato eco in quelle del ministro degli esteri Avigdor Lieberman, secondo il quale "è Hezbollah, aiutato dalla Guardia rivoluzionaria iraniana a essere responsabile dell'attacco suicida. E' una informazione provata", e del ministro della difesa, Ehud Barak: "stiamo di fronte a un'ondata globale di terrore", "l'attentato a Burgas è stato guidato da membri di Hezbollah e sponsorizzato dall'Iran".

    L'Iran nega qualsiasi coinvolgimento. "Il regime sionista - ha dichiarato Ramin Mehmanparast, portavoce del Ministero degli esteri iraniano - che ha un ruolo diretto nell'assassinio di nostri scienziati, lancia accuse prove di fondamento per distrarre l'attenzione dalla sua natura terroristica".

    In Bulgaria la polizia sta lavorando in collaborazione con l'Fbi e l'Interpol per cercare di dare un nome al kamikaze, del quale le telecamere di sorveglianza dell'aeroporto hanno mostrato il volto e del quale si hanno le impronte digitali. Oggi la  stampa svedese smentisce che si tratti di Mehdi Ghezali, nazionalità del Paese nordico, islamico.

    Poco dopo la mezzanotte, intanto, è rientrato in Israele il C-130 che ha riportato in patria i corpi dei cinque israeliani morti nell'attentato insieme alle 32 persone rimaste ferite. Un altro aereo ha portato i tre feriti più gravi.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    21/07/2012 ISRAELE
    Nella strage di turisti anche per gli Usa ci sono "alcune caratteristiche di Hezbollah"
    Il Pentagono si unisce alle accuse israeliane. L'attentatore indossava una parrucca e aveva accento mediorientale e con ogni probabilità ha avuto sostegno logistico di una o due persone. Usati tre chilli di tritolo.

    19/07/2012 ISRAELE
    Aveva un falso passaporto americano l'uomo che si è fatto esplodere nel pullman israeliano
    Per il primo ministro israeliano Benyamin Netanyahu "tutti i segnali portano all'Iran". Oggi in Bulgaria due aerei riporteranno in patria coloro che hanno subito l'attacco. Le telecamere di sorvegianza hanno ripreso l'attentatore che per un'ora si è aggirato nell'aeroporto.

    15/02/2008 LIBANO
    Hezbollah minaccia “guerra aperta” contro Israele
    Nasrallah dice che la lotta proseguirà fino alla scomparsa dello Stato ebraico. Ai funerali di Moughniyah ha preso parte il ministro degli esteri iraniano. Damasco annuncia prove irrefutabili su chi ha organizzato l’attentato.

    01/09/2006 SVEZIA - LIBANO
    Quasi un miliardo di dollari al Libano; ora si guarda ai palestinesi

    La Conferenza di Stoccolma supera l'obiettivo prefissato di 500 milioni di dollari per la ripresa del Paese dei cedri. I più generosi: Usa, Unione Europea e Stati del Golfo. Avviato un altro vertice per la crisi umanitaria a Gaza.



    01/03/2012 IRAN- USA - ISRAELE
    Cautela di Stati Uniti e Hezbollah: No a un attacco contro l'Iran
    Per Hezbollah, un attacco israeliano all'Iran infiammerebbe la regione. Per gli Usa c'è il pericolo per gli americani in Afghanistan e in Iraq. In Israele si discutono i pro e i contro. Le elezioni parlamentari in Iran: una lotta fra Ahmadinejad e Khamenei.



    In evidenza

    HONG KONG - CINA - VATICANO
    Messa per un sacerdote sotterraneo defunto. Il card. Zen chiede a Dio la grazia di salvare la Chiesa in Cina e la Santa Sede ‘dal precipizio’

    Li Yuan

    P. Wei Heping, 41 anni, è morto in circostanze misteriose, buttato in un fiume a Taiyuan (Shanxi). Per la polizia egli si è suicidato. Ai familiari non è stato permesso nemmeno di vedere il rapporto dell’autopsia. Per il card. Zen la Santa Sede (che “non è necessariamente il papa”) cerca un compromesso a tutti i costi col governo cinese, rischiando di “svendere la Chiesa fedele”. Giustizia e pace pubblica un libretto su p. Wei, per non dimenticare.


    VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'



    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®