15/06/2016, 15.29
INDIA

Jammu, un musulmano prende a sassate un tempio indù. La polizia impone il coprifuoco

L’uomo ha dissacrato il tempio di Aap Shamboo, nella zona di Roop Nagar. Egli è instabile di mente e dal 2008 è in cura presso una clinica psichiatrica. La polizia è accorsa sul posto ma un agente ha schiaffeggiato il sacerdote del tempio. La chief minister ha invitato tutti alla calma, tentando di disinnescare la tensione tra le comunità.

Srinagar (AsiaNews/Agenzie) – La polizia del Jammu e Kashmir ha imposto il coprifuoco in ampie zone dello Stato indiano, dopo le violenze scatenate la notte scorsa a Jammu City in seguito alla dissacrazione di un tempio indù. Secondo le autorità, un uomo musulmano con disabilità mentali avrebbe preso a sassate il tempio di Aap Shamboo, nella zona di Roop Nagar. Il gesto dell’uomo ha scatenato le proteste della comunità e feroci scontri con la polizia durati tutta la notte. Nelle violenze è rimasto vittima anche il sacerdote del tempio, schiaffeggiato da un poliziotto.

Mehbooba Mufti, chief minister dello Stato, è apparsa in televisione e ha rivolto un appello alla calma a tutta la popolazione. L’incidente è accaduto ieri sera, quando un uomo di 25 anni, identificato come Mohammed Yasir, ha lanciato sassi contro le finestre e le mura del tempio. Il fratello in seguito ha dichiarato che l’aggressore è in cura dal 2008 presso una clinica psichiatrica, dalla quale era scappato in serata.

Yasir è stato arrestato dalla polizia, ma ciò non è bastato a sedare gli animi dei manifestanti, che hanno incendiato due camionette delle forze dell’ordine.

Il caso è stato registrato contro ignoti, mentre il poliziotto colpevole dell’aggressione al sacerdote è stato arrestato. Nel frattempo il coprifuoco è in corso e il governo statale ha limitato le comunicazioni disponendo la sospensione della connessione internet per i cellulari.

Mufti ha tentato di disinnescare la tensione tra la comunità indù e quella musulmana e ha dichiarato: “Il Jammu e Kashmir è il luogo più laico [dell’India], non deve essere deviato dalle forze estremiste. Alcuni elementi ostinati stanno creando tensione settaria, ma la popolazione del Jammu deve rimanere unita nonostante le varie appartenenze religiose”.

Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Morti e feriti per la “protesta ad oltranza” indù per il tempio del Kashmir
04/07/2008
Decine di migliaia in piazza nel Jammu-Kashmir
13/08/2008
Jammu e Kashmir: stupro di gruppo di Asifa Bano, otto anni. La protesta della società
13/04/2018 14:47
Rajasthan, musulmano ucciso a calci e pugni dai “protettori delle vacche” (Video)
05/04/2017 11:56
Immagine blasfema di Gesù: torna la calma, il Punjab rifonde i danni ai cristiani
23/02/2010