24 Marzo 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  •    - Afghanistan
  •    - Bangladesh
  •    - Bhutan
  •    - India
  •    - Nepal
  •    - Pakistan
  •    - Sri Lanka
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 15/06/2016, 15.29

    INDIA

    Jammu, un musulmano prende a sassate un tempio indù. La polizia impone il coprifuoco



    L’uomo ha dissacrato il tempio di Aap Shamboo, nella zona di Roop Nagar. Egli è instabile di mente e dal 2008 è in cura presso una clinica psichiatrica. La polizia è accorsa sul posto ma un agente ha schiaffeggiato il sacerdote del tempio. La chief minister ha invitato tutti alla calma, tentando di disinnescare la tensione tra le comunità.

    Srinagar (AsiaNews/Agenzie) – La polizia del Jammu e Kashmir ha imposto il coprifuoco in ampie zone dello Stato indiano, dopo le violenze scatenate la notte scorsa a Jammu City in seguito alla dissacrazione di un tempio indù. Secondo le autorità, un uomo musulmano con disabilità mentali avrebbe preso a sassate il tempio di Aap Shamboo, nella zona di Roop Nagar. Il gesto dell’uomo ha scatenato le proteste della comunità e feroci scontri con la polizia durati tutta la notte. Nelle violenze è rimasto vittima anche il sacerdote del tempio, schiaffeggiato da un poliziotto.

    Mehbooba Mufti, chief minister dello Stato, è apparsa in televisione e ha rivolto un appello alla calma a tutta la popolazione. L’incidente è accaduto ieri sera, quando un uomo di 25 anni, identificato come Mohammed Yasir, ha lanciato sassi contro le finestre e le mura del tempio. Il fratello in seguito ha dichiarato che l’aggressore è in cura dal 2008 presso una clinica psichiatrica, dalla quale era scappato in serata.

    Yasir è stato arrestato dalla polizia, ma ciò non è bastato a sedare gli animi dei manifestanti, che hanno incendiato due camionette delle forze dell’ordine.

    Il caso è stato registrato contro ignoti, mentre il poliziotto colpevole dell’aggressione al sacerdote è stato arrestato. Nel frattempo il coprifuoco è in corso e il governo statale ha limitato le comunicazioni disponendo la sospensione della connessione internet per i cellulari.

    Mufti ha tentato di disinnescare la tensione tra la comunità indù e quella musulmana e ha dichiarato: “Il Jammu e Kashmir è il luogo più laico [dell’India], non deve essere deviato dalle forze estremiste. Alcuni elementi ostinati stanno creando tensione settaria, ma la popolazione del Jammu deve rimanere unita nonostante le varie appartenenze religiose”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    04/07/2008 INDIA
    Morti e feriti per la “protesta ad oltranza” indù per il tempio del Kashmir
    Il governo ha concesso un’ampia zona a servizio di un importante tempio indù, ma poi l’ha revocata per le proteste dei molti musulmani dello Stato. Gruppi estremisti indù scendono ora in piazza nell’intera India centrale.

    13/08/2008 INDIA
    Decine di migliaia in piazza nel Jammu-Kashmir
    Si aggrava il conflitto indù-islamico nella regione. Gli islamici sfidano il coprifuoco e si scontrano con la polizia. Gli indù bloccano strade e treni. Grave polemica tra Pakistan e India che dice in pericolo il processo di pace.

    23/02/2010 INDIA
    Immagine blasfema di Gesù: torna la calma, il Punjab rifonde i danni ai cristiani
    L’Amministrazione statale e distrettuale contribuiranno alla ricostruzione delle chiese e delle attività commerciali. Organizzato un vertice interconfessionale per placare gli animi dopo gli scontri dei giorni scorsi. Vescovo cattolico: condanniamo le violenze, ma i giovani hanno reagito a un “piano politico” che ha ferito la nostra fede.

    22/02/2010 INDIA
    Punjab: scontri fra cristiani ed estremisti indù, incendiata una chiesa protestante
    All’origine delle violenze una immagine di Gesù che beve birra e fuma. I fedeli hanno protestato, chiedendo la chiusura di negozi e attività commerciali. Gruppi fondamentalisti indù hanno scatenato una guerriglia urbana. Vescovo di Jalandhar condanna le “azioni provocatorie”, ma invita i fedeli alla pace e al perdono.

    12/07/2010 INDIA
    Missionario costretto a lasciare il Kashmir: “troppo buone” le sue scuole
    P. Jim Borst dirige due strutture educative di successo in Kashmir. Per Predhuman Joseph Dhar, cattolico convertito dall’induismo, si tratta di “gelosia” da parte dei musulmani che “non possono competere con le sue scuole”. P. Borst deve abbandonare il Paese, anche se quattro mesi fa il governo di Jammu-Kashmir gli ha rinnovato il permesso di soggiorno fino al 2014.



    In evidenza

    VATICANO
    Il Papa ai giovani: Memoria del passato, coraggio nel presente, speranza per il futuro



    Diffuso oggi il Messaggio per la 32ma Giornata mondiale della gioventù sul tema “Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente”. Il modello di Maria nel suo incontro con Elisabetta. Rifiutare l’immobilità del “divano” dove starsene comodi e sicuri. Vivere l’esperienza della Chiesa non come una “flashmob” istantanea. Riscoprire il rapporto con gli anziani. Vivere il futuro in modo costruttivo non svalutando “le istituzioni del matrimonio, della vita consacrata, della missione sacerdotale”.


    AFGHANISTAN
    P. Moretti: Le Piccole sorelle di Gesù, per 60 anni “afghane fra gli afghani”



    Hanno vissuto 60 anni al servizio dei bisognosi. Sono rimaste a Kabul sotto l’occupazione sovietica, il controllo dei talebani e i bombardamenti Nato. Rispettate da tutti, anche dai talebani. Questo febbraio è finita la loro esperienza, secondo p. Moretti “una a cui guardare”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®