22 Febbraio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 12/12/2017, 11.52

    INDONESIA

    Java, le autorità difendono la libertà religiosa dei non musulmani

    Mathias Hariyadi

    La disposizione di alcuni capi villaggio islamici vietava ai fedeli delle minoranze religiose di radunarsi ed usare amplificatori nelle funzioni. Il provvedimento emesso giorni dopo una cerimonia, tenuta dei membri della Indonesia Bethel Church (Gbi). Il capo della polizia: “I valori nazionali del pluralismo non sono negoziabili”

    Tangerang (AsiaNews) – Le autorità del distretto di Tangerang, nella provincia di Banten, hanno revocato l'esortazione pubblica rilasciata da alcuni capi villaggio della circoscrizione di Rajeg che limitava fortemente le attività religiose dei residenti non musulmani. La decisione è stata presa lo scorso 8 dicembre dopo giorni di critiche al divieto, giudicato un’azione discriminatoria della maggioranza islamica nei confronti dei concittadini appartenenti a diverse confessioni.

    La disposizione stabiliva che i fedeli delle minoranze religiose residenti nel complesso residenziale di Bumi Anugerah Sejahtera avrebbero potuto utilizzare le proprie abitazioni come luoghi di culto, senza però invitare persone o religiosi da fuori la comunità. Sarebbe stato inoltre proibito l’utilizzo di amplificatori sonori durante le funzioni religiose, per le quali essi avrebbero dovuto chiedere il permesso con tre giorni d’anticipo.

    Su istruzioni del reggente di Tenarang, Ahmed Zaki Iskandar, il capo della polizia locale Sabilul Alif ha convocato il 7 dicembre un incontro (foto) tra le autorità locali e gli autori del provvedimento, in origine redatto “nell’interesse della maggioranza dei residenti”. Il complesso ospita circa 350 famiglie, 20 delle quali si ritiene non essere musulmane. La riunione è terminata con la cancellazione della delibera, che imponeva persino la sepoltura dei morti entro le 24 ore dal decesso, secondo usanza islamica.

    Le autorità non hanno rilasciato commenti sulle ragioni dietro il controverso provvedimento, emesso giorni dopo che una cerimonia, tenuta dei membri della Indonesia Bethel Church (Gbi) nella casa di una fedele, aveva causato le proteste dei vicini. “Il regolamento esisteva ma non era ancora entrato in vigore. Provvederemo alla sicurezza delle attività, religiose o comunitarie, di ogni residente – ha dichiarato il capo della polizia di Tangerang – Le cerimonie delle comunità non musulmane sono legali purché conformi alle normative. L'applicazione della legge e la sicurezza dei valori nazionalisti approvati dalla Pancasila [dottrina politica pluralista, ndr] e dalla Costituzione del 1945 non sono negoziabili”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    06/12/2005 INDONESIA
    Indonesia: abbattute 5 chiese e una mushola

    Le 5 chiese e la piccola moschea erano costruite su un terreno pubblico nella regione Banten. Al posto delle chiese verrà costruito un complesso di case e negozi. Nel West Java chiuse 25 chiese in un anno.



    01/12/2005 INDONESIA
    Indonesia: evitata la demolizione di 5 chiese

    Le proteste degli abitanti del Tangerang regency hanno evitato la distruzione di 5 chiese protestanti e di una piccola moschea costruite su terreni pubblici.



    12/02/2018 10:37:00 INDONESIA
    Monaco buddista minacciato dagli islamisti (Video)

    È accusato di proselitismo. A scatenare l’ira dei radicali un progetto benefico del religioso, costretto a leggere e sottoscrivere un’ammissione di colpa. Le autorità hanno deliberato che le accuse mosse dagli integralisti sono prive di fondamento.



    19/09/2013 INDONESIA
    Java centrale: islamisti contro il culto dei morti, sconcerto fra la popolazione
    Un gruppo estremista ha attaccato la notte scorsa in un cimitero. La pratica del culto dei morti, tradizionale e diffusa, unisce musulmani, cristiani e fedeli di altre religioni. Per il governatore è una “pazzia” perpetrata di chi alimenta “odio”. Musulmani moderati parlano di “minaccia seria”.

    16/06/2007 INDONESIA
    Chiese domestiche ancora nel mirino a West Java
    A Bandung una manifestazione di 150 islamici minaccia la comunità cristiana locale: “O chiudete le case usate come luogo di culto o ci pensiamo noi”. L’Indonesian Churches Communication Forum parla di 70 dispute di questo genere dal gennaio 2004 e chiede alle autorità di facilitare l’acquisto di terre dove poter legalmente costruire chiese.



    In evidenza

    BANGLADESH
    Snehonir, la ‘Casa della Tenerezza’ per disabili (Foto)



    La struttura nasce 25 anni fa dall’opera delle suore Shanti Rani e dei missionari Pime. A Rajshahi accoglie disabili mentali e fisici, sordomuti, ciechi, orfani, poveri, abbandonati. “Il principio-guida è avviarli alla vita”.


    COREA
    L’abbraccio delle atlete della Corea unita, sconfitte in gara, ma ‘prime’ nella storia



    Oggi hanno perso l’ultima partita conto la Svezia e sono finite al settimo posto. Le lacrime per l’imminente separazione. L’orgoglio della coach canadese: “I politici hanno preso la decisione esecutiva. Le nostre giocatrici e il nostro staff sono quelli che l'hanno fatta funzionare”. Atleta sudcoreana: spero che il nostro Paese sia fiero di noi: era una cosa più grande dell’hockey.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®