22 Ottobre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 19/05/2014, 00.00

    IRAN

    Javad Zarif: Un accordo sul nucleare è ancora possibile



    Per il ministro degli esteri è importante non perdere questa occasione. Nuova serie di colloqui dal 16 al 20 giugno.

    Teheran (AsiaNews/Agenzie) - L'accordo sul nucleare iraniano rimane ancora possibile, nonostante le divergenze emerse  a Vienna la scorsa settimana. E'  il commento del ministro degli esteri Mohammad Javad Zarif, dopo la riunione del suo gruppo con i 5+1 (Usa, Russia, Cina, Gran Bretagna, Francia e Germania) conclusasi lo scorso 17 maggio senza molti risultati.

    Da anni la comunità internazionale sospetta che il programma nucleare iraniano abbia fini bellici, mentre Teheran continua a rivendicare uno scopo pacifico e il diritto a sviluppare tale tecnologia.

    Con i colloqui, ormai al quarto round, i 5+1 vogliono ridurre le attività nucleari iraniane, precisando il numero e il tipo di centrifughe da usare per l'arricchimento dell'uranio. Teheran spera che da questi dialoghi vengano cancellate le sanzioni poste da Onu, Usa e Unione europea che stanno prostrando l'economia e la popolazione. Al momento, la disponibilità di Teheran ai colloqui ha portato a un alleggerimento delle sanzioni che durerà fino al 20 luglio.

    Zarif ha detto che egli spera che "Non si venga a mancare questa occasione, come è avvenuto nel 2005", quando è saltato un accordo sul nucleare.

    Fra i maggiori nemici di un possibile accordo vi è lo Stato di Israele e una parte del mondo politico Usa, insieme alle fronde più radicali del parlamento iraniano.

    Il vice-ministro iraniano degli esteri, Abbas Araghchi, ha dichiarato che il prossimo round dei colloqui avverrà a Vienna fra il 16 e il 20 giugno.

     

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    20/04/2016 15:09:00 IRAN
    La strana alleanza fra gli Stati Uniti e i fondamentalisti iraniani

    Washington blocca ancora l’uso del dollaro nelle transazioni bancarie, fermando i nuovi contratti economici stabiliti dopo l’accordo sul nucleare. Gli Usa sembrano dare man forte a Khamenei e alle guardie della rivoluzione, che vogliono affossare l’accordo per mantenere il potere. La popolazione sopravvive con i doppi e tripli lavori. L’Iran instabile e bellicoso accresce la vendita di armi. Il reportage.



    20/04/2016 08:57:00 IRAN-USA
    Kerry e Zarif per attuare l’accordo nucleare. Negli Usa c’è chi frena

    L’incontro è avvenuto nella sede Onu di New York. Gli Usa non hanno ancora tolto il divieto nell’uso del dollaro per l’Iran. In questo modo Teheran non può ricevere crediti per 100 miliardi accumulati in questi anni. Allo stesso tempo, banche e compagnie europee sono timorose nell’aprire contratti con Teheran perché temono multe da parte degli Stati Uniti.



    12/05/2014 IRAN
    E' tempo di togliere le sanzioni contro l'Iran, causa di una crisi umanitaria
    Mancano latte in polvere per i bambini, medicine, strumenti medici per trattamenti specifici, macchine per i raggi X. L'inquinamento - causato dall'embargo sul gas di città - provoca 22mila morti all'anno nella sola Teheran. In poco più di 10 anni sono cresciuti del 181% i malati di cancro. Il commercio si è ridotto ed è cresciuta la disoccupazione. Le sanzioni arricchiscono i radicali e il loro commercio di contrabbando. Ampi spiragli di dialogo nel dialogo sul nucleare che si riapre domani a Vienna. Prima parte di un reportage sull'Iran.

    29/04/2016 09:05:00 IRAN-USA
    Teheran chiede aiuto all’Onu per i fondi iraniani congelati negli Usa, gestiti dalla Corte suprema

    Una lettera di Javad Zarif a Ban Ki-moon, ricorda le ingiustizie subite dal popolo iraniano a causa della politica Usa. Critiche alla Corte suprema che permette lo sblocco di fondi congelati per ricompensare le vittime del terrorismo a Beirut.



    23/07/2015 ISRAELE-IRAN
    Dopo l’accordo sul nucleare, Israele dovrebbe diventare il miglior alleato dell’Iran
    E’ la tesi del grande statista e pacifista Uri Avnery, leader del gruppo Gush Shalom, sostenitore della pace fra israeliani e palestinesi. Secondo Avnery, l’Iran desidera solo essere una potenza regionale e del mondo islamico, capace di commerciare con tutti, grazie alla sua raffinata e millenaria esperienza. Di fronte, rivolti al passato, vi sono le monarchie e gli emirati del Golfo. L’Iran può essere un ottimo alleato contro Daesh. Gli abbagli di Netanyahu e dei politici e media israeliani. (Traduzione dall’inglese di AsiaNews).



    In evidenza

    MYANMAR
    Non solo Rohingya: la persecuzione delle minoranze cristiane in Myanmar



    La sofferenza di Kachin, Chin e Naga. La discriminazione su basi religiose è in certi casi addirittura istituzionalizzata. I cristiani sono visti come espressione di una fede straniera ed in contrasto con la visione nazionalista. Per anni il regime militare ha introdotto feroci misure discriminatorie.


    VATICANO - ASIA
    Il mondo ha urgenza della missione della Chiesa

    Bernardo Cervellera

    Ottobre è un mese consacrato al risveglio della missione fra i cristiani. Nel mondo c’è indifferenza o inimicizia verso Dio e la Chiesa. Le religioni sono considerate la fonte di tutte le guerre. Il cristianesimo è l’incontro con una Persona, che cambia la vita del fedele e lo mette al servizio delle ferite del mondo, lacerato da frustrazioni e guerre fratricide. L’esempio del patriarca di Baghdad e del presidente della Corea del Sud.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®