18/02/2019, 08.59
INDIA
Invia ad un amico

Jharkhand, radicali indù: Via la statua di un missionario tedesco

di Nirmala Carvalho

Il busto di p. John Baptist Hoffmann si trova all’estero della chiesa dell’Immacolata Concezione a Sarwada. Egli ha lottato per proteggere le terre dei tribali. I radicali indù però lo associano al dominio coloniale britannico e al martirio di un eroe tribale.

Mumbai (AsiaNews) – Alcuni gruppi di radicali indù del Jharkhand chiedono la rimozione del busto di un missionario tedesco, p. John Baptist Hoffmann, perché sarebbe “un insulto” nei confronti di un eroe tribale che ha lottato contro il dominio britannico. La notizia è riportata dal quotidiano indiano Hindustan Times, che cita fonti locali del partito Bjp (Bharatiya Janata Party). Ad AsiaNews Sajan K George, presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic), afferma: “Le fazioni di destra nella zona tribale vogliono dividere la comunità indigena. Questa polarizzazione ha uno scopo specifico, che è quello di creare un’atmosfera anti-cristiana e rovinare l’armonia tra gli stessi tribali in vista delle elezioni”.

La statua del gesuita si trova all’esterno della chiesa dell’Immacolata Concezione a Sarwada, a circa 20 km di distanza da Ranchi. La zona è abitata in maggioranza da tribali di etnia Munda, l’originaria popolazione della regione di Chotanagpur. Nato il 21 giugno 1857 nel villaggio tedesco di Wallendorf, p. Hoffmann è noto per aver lavorato nell’area di Khunti-Sarwada e per essersi battuto per l’approvazione del Chotanagpur Tenancy (CNT) Act del 1908, che protegge le terre dei tribali e ne previene la cessione ai non adivasi.

I gruppi radicali indù invece, capeggiati da Ram Kumar Pahan, presidente del Bjp nel Jharkhand, sostengono che il missionario rappresenti un’offesa verso i tribali. Egli infatti è associato con il dominio coloniale britannico, e in particolare con il martirio dell’icona tribale Birsa Munda.

Sajan K George spiega: “Non è la prima volta che avviene [una contestazione simile]. Nel 2014 era già capitato ad una statua della Madonna dalle caratteristiche tribali, con la pelle scura e vestita di sari rosso e bianco, con in braccio il bambino Gesù avvolto in fasce”.

Il leader cristiano riferisce infine che “la Chiesa del Jharkhand è sotto stretta sorveglianza da parte delle fazioni di estrema destra, che montano costantemente sentimenti anti-cristiani. Tutto questo fa parte di un più ampio piano dei nazionalisti indù per proiettare [un’immagine] dell’India come nazione indù, soprattutto in vista delle imminenti elezioni generali”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Jharkhand, estremisti indù accusano un preside cattolico di boicottare i loro negozi
06/10/2017 11:11
Card. Toppo: No alla legge che priva i tribali delle terre
06/03/2017 11:22
Radicale indù: cristiani e musulmani ‘vanno sterilizzati con la forza’
29/04/2019 13:58
Card. Toppo: Il governo non protegge i cristiani dai radicali indù
17/06/2015
Ram Puniyani: I fondamentalisti indù sono drogati da false ideologie
06/03/2019 13:43