21 Febbraio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 13/02/2018, 08.50

    COREA

    Kim Jong-un, ‘grato’ a Seoul, promette di impegnarsi per la riconciliazione



    Ieri, l’incontro con la delegazione tornata da Seoul. Casa blu: il prossimo passo è un probabile negoziato militare fra le due Coree.

    Seoul (AsiaNews/Agenzie) – Kim Jong-un applaude agli sforzi “impressionanti” della Corea del Sud come Paese ospite delle Olimpiadi invernali e si impegna per un “ulteriore alleggerimento” nel “caldo clima di riconciliazione”. A riportare le parole del leader nordcoreano sono i media statali, due giorni dopo il rientro della delegazione di alto livello di Pyongyang guidata da Kim Yo-jong, sorella minore di Kim Jong-un, e Kim Yong-nam, capo di Stato del Paese, il cui ruolo è prettamente di rappresentanza.

    Oggi, l’agenzia di stampa statale Kcna ha pubblicato un breve rapporto sull’incontro di ieri fra Kim Jong-un e la delegazione nordcoreana, in visita al Sud fra il 9 e 11 febbraio.

    Il viaggio dei rappresentanti nordcoreani è stato possibile grazie alla riapertura dei dialoghi fra le due Coree, in occasioni delle Olimpiadi invernali di PyeongChang. Nei tre giorni di visita, i leader dei due Paesi si sono stretti la mano, apparsi vicini alla cerimonia d’apertura e ad un concerto dell’orchestra nordcoreana di Samjiyon. Kim Yo-jong ha anche consegnato una lettera del fratello al presidente sudcoreano Moon Jae-in, nella quale lo invita a visitare Pyongyang. In questi giorni, il “volto umano del regime” di Kim Yo-jong ha diviso i media sudcoreani e internazionali fra speranze di riconciliazione e critiche che definiscono la sua “offensiva del fascino” un modo per aggirare le sanzioni che l’Onu e gli Usa hanno imposto sulla Corea del Nord a causa del suo programma missilistico e nucleare.

    Durante il briefing con la delegazione, Kim Jong-un si è definito colpito e grato dalla “priorità” che Seoul ha riservato alla visita dei membri della Corea del Nord, per poi aggiungere di aver dato “importanti istruzioni” per l’avanzamento dei dialoghi e della riconciliazione. A quanto sostenuto dall’ufficio presidenziale della Corea del Sud, il prossimo passo dei dialoghi intercoreani potrebbe essere un incontro formale per negoziati militari.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    05/02/2018 08:51:00 COREA
    Kim Yong-nam alla cerimonia d’apertura delle Olimpiadi di Pyeongchang

    Per l’ufficio presidenziale di Moon questa è un’opportunità per dialoghi di alto livello e una prova della buona volontà del Nord. Kim Yong-nam è la figura più importante ad attraversare il confine sin dal 1953.



    05/01/2018 08:54:00 COREA
    Pyongyang accetta la mano tesa di Seoul: colloqui il 9 gennaio

    Le due Coree si incontreranno nella zona demilitarizzata. A favorire l’incontro, il rinvio delle esercitazioni militari Usa-Corea del Sud. Seoul cerca di ristabilire i rapporti inter-coreani senza allontanarsi dall'alleato statunitense.



    25/01/2018 09:07:00 COREA
    Olimpiadi di PyeongChang, continuano i dialoghi. Pyongyang: serve ‘svolta’ verso la riunificazione

    Arrivate oggi le atlete nordcoreani della squadra di hockey. Critiche e applausi per Moon: Olimpiadi di Pace o di Pyongyang?



    02/01/2018 08:54:00 COREA
    Kim Jong-un apre ai giochi invernali in Corea del Sud. Seoul : Sediamoci e parliamone

    La proposta del ministro dell’Unificazione in conferenza stampa. Moon: sciogliere i rapporti congelati. Sarebbe il primo summit dal dicembre del 2015. 



    10/01/2018 12:07:00 COREA
    Moon: Dialogo e sanzioni per la pace nella penisola coreana

    Per il presidente sudcoreano, occorrono entrambi gli elementi per bloccare il programma nucleare del Nord. Pyongyang: I missili sono per gli Usa non per i “fratelli” del Sud, o per la Russia, o la Cina. Scetticismo degli Usa; ottimismo dell’Unione europea.





    In evidenza

    CINA-VATICANO
    Le lacrime dei vescovi cinesi. Un ritratto di mons. Zhuang, vescovo di Shantou

    Padre Pietro

    Un sacerdote della Chiesa ufficiale, ricorda il vescovo 88enne che il Vaticano vuole sostituire con un vescovo illecito, gradito al regime. Mons. Zhuang Jianjian è diventato vescovo sotterraneo per volere del Vaticano nel 2006. Il card. Zen e mons. Zhuang, immagine della Chiesa fedele, “che fa provare un’immensa tristezza e un senso di impotenza”. Le speranze del card. Parolin di consolare “le sofferenze passate e presenti dei cattolici cinesi”.


    CINA-VATICANO-HONG KONG
    Il card. Zen sui vescovi di Shantou e Mindong

    Card. Joseph Zen

    Il vescovo emerito di Hong Kong conferma le informazioni pubblicate nei giorni scorsi da AsiaNews e rivela particolari del suo colloquio con papa Francesco su questi argomenti: “Non creare un altro caso Mindszenty”, il primate d’Ungheria che il Vaticano obbligò a lasciare il Paese, nominando un successore a Budapest, a piacimento del governo comunista del tempo.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®