30 Aprile 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 16/11/2007, 00.00

    CINA - VATICANO

    L’AP frena l’ordinazione del vescovo di Guangzhou, approvato dalla Santa Sede



    La cerimonia dovrebbe avvenire il 3 dicembre. Ma l’Associazione Patriottica vuole imporre la presenza di vescovi illeciti. Il candidato, mons. Giuseppe Gan Junqiu, è approvato da quasi un anno dalla Santa Sede e da Pechino.

    Hong Kong (AsiaNews) – L’ordinazione del nuovo arcivescovo di Guangzhou potrebbe avvenire il 3 dicembre prossimo, se l’Associazione Patriottica accetta di non ritardare più l’appuntamento. Mons. Giuseppe Gan Junqiu, approvato dalla Santa Sede e dal governo di Pechino nuovo arcivescovo di Guangzhou, attende da quasi un anno di essere ordinato. L’ostacolo è dovuto al fatto che l’Associazione Patriottica vuole che alla cerimonia siano presenti dei vescovi illeciti, non in comunione col papa.

    Mons. Gan è stato eletto dalla comunità diocesana di Guangzhou alla fine di novembre 2006. Un mese dopo ha ricevuto l’approvazione vaticana, confermata lo scorso settembre, ma non riesce ad avere l’approvazione formale da parte del Consiglio dei vescovi cinesi. Secondo fonti di AsiaNews il motivo è che l’Associazione Patriottica (che comanda il Consiglio dei vescovi) vuole a tutti i costi inserire fra i vescovi ordinanti anche qualche vescovo illecito, non in comunione con la Santa Sede. Con ogni probabilità il vescovo illecito in questione è mons. Ma Yinglin, ordinato senza il consenso vaticano il 30 aprile 2006, e presente – sebbene non invitato – alle ultime ordinazioni episcopali di Guiyang e Pechino. A questo proposito il giornale vaticano l’Osservatore Romano, in un articolo diffuso il 21 settembre, aveva espresso “rincrescimento” per la presenza a tali ordinazioni di “vescovi non in comunione con la  Santa Sede”.

    Secondo il South China Morning Post, quotidiano inglese di Hong Kong, l’ordinazione dovrebbe avvenire il 3 dicembre. Il giornale riporta anche un commento di mons. Gan, che afferma di aver bisogno di “discutere [la data] con altre importanti organizzazioni”. E aggiunge: “Per la mia ordinazione, vorrei invitare vescovi da altre diocesi”.

    Mons. Gan Junqiu, 42 anni, è stato per diverso tempo responsabile del lavoro ordinario della diocesi, che dal 2001 non ha vescovo. È riconosciuto come un intelligente pastore, fedele al papa, impegnato nell’evangelizzazione dei giovani e dei poveri. Ha anche buoni rapporti con il governo, con il quale ha collaborato per il restauro della cattedrale di Guangzhou, dedicata al Sacro Cuore e riaperta al pubblico lo scorso febbraio.

     

    Foto: P. Gan celebra nella cattedrale di Guangzhou, restaurata di recente (Ucan)

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    04/12/2007 CINA
    Arcivescovo di Guangzhou: “Combattere la minaccia del materialismo”
    Mons. Joseph Gan Junqiu, nuovo arcivescovo della metropoli meridionale, parla ad AsiaNews della sua diocesi “vivace, ma con grandi sfide davanti a sé”. La minaccia della “corsa al denaro, che lascia nella popolazione un vuoto di valori preoccupante”.

    04/12/2007 CINA - VATICANO
    Nuovo arcivescovo di Guangzhou: “Anche in Cina la Chiesa è una e cattolica”
    Prima di impartire la sua benedizione ai fedeli, mons. Gan ha ricordato che la Chiesa è “una, santa, apostolica e cattolica”. Alla cerimonia “imponente” presenza di agenti di polizia e membri dell’Associazione patriottica, che hanno controllato a vista i fedeli riuniti nella cattedrale del Sacro Cuore. L’abbraccio del vescovo agli unici stranieri presenti.

    03/12/2007 CINA – VATICANO
    Fissata per domani l’ordinazione del vescovo di Guangzhou
    Cattolici locali confermano ad AsiaNews che, dopo oltre un anno di attesa, p. Joseph Gan Junqiu sarà ordinato domani mattina nella cattedrale del Sacro Cuore. Il ritardo era dovuto all’Associazione patriottica, che vuole imporre vescovi ordinanti ritenuti “poco degni”. Ordinato il nuovo vescovo di Yichang, mentre è stata spostata la cerimonia per il coadiutore di Ningxia. L’insoddisfazione della Chiesa sotterranea.

    17/09/2007 CINA - VATICANO
    Pechino si prepara all’ordinazione di mons. Li Shan; l’AP requisisce la casa del vescovo
    Mons. Li Shan dovrebbe essere ordinato verso il 21 settembre. Secondo alcuni egli ha l’approvazione della Santa Sede. I dubbi e i problemi del vice-presidente dell’Associazione Patriottica sospettato di aver utilizzato proprietà della Chiesa per arricchire la sua famiglia.

    18/01/2007 VATICANO - CINA
    Incontro in Vaticano sulla Chiesa in Cina
    Domani inizia un incontro di alcuni dicasteri vaticani sulla situazione della Chiesa in Cina. A tema le ambiguità di Pechino; i vescovi ordinati in modo illecito; l’unità della Chiesa ufficiale e sotterranea e, soprattutto, come eliminare l’influenza dell’Associazione Patriottica.



    In evidenza

    VATICANO
    Papa Francesco ai giovani: L’amore “concreto”, non da telenovela, è la carta d’identità dei cristiani



    Nel Giubileo dei ragazzi e ragazze, papa Francesco pronuncia un’omelia fatta di domande e risposte ai 70mila presenti.  I grandi ideali dell’amore come dono di sé, l’affettività come “voler bene senza possedere”; la libertà come “dono di poter scegliere il bene”. “Guai a un giovane che non osa sognare. Se uno alla vostra età non sogna, se n’è già andato in pensione!”. Le offerte raccolte per l’Ucraina. L’appello per i vescovi e i sacerdoti rapiti in Siria.


    IRAN
    La strana alleanza fra gli Stati Uniti e i fondamentalisti iraniani

    Bernardo Cervellera

    Washington blocca ancora l’uso del dollaro nelle transazioni bancarie, fermando i nuovi contratti economici stabiliti dopo l’accordo sul nucleare. Gli Usa sembrano dare man forte a Khamenei e alle guardie della rivoluzione, che vogliono affossare l’accordo per mantenere il potere. La popolazione sopravvive con i doppi e tripli lavori. L’Iran instabile e bellicoso accresce la vendita di armi. Il reportage.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®