23 Giugno 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 08/05/2017, 08.45

    ASIA-FRANCIA

    L’Asia saluta la vittoria di Emmanuel Macron



    Xi Jinping spera in un livello superiore della “collaborazione strategica franco-cinese”. Per il Global Times Macron ferma il populismo di Donald Trump. Per Shinzo Abe questa è “vittoria simbolica contro le mosse protezioniste e di chiusura introspettiva, e con un mandato a favore dell’Unione europea”. Netanyahu: insieme contro il terrorismo islamista. Dalla Russia: Il Paese è diviso, presto vi sarà la delusione.

    Hong Kong (AsiaNews) – Il presidente cinese Xi Jinping, il premier giapponese Shinzo Abe, l’israeliano Benjamin Netanyahu, e la Russia sono fra i primi a reagire e congratularsi con Emmanuel Macron per la sua vittoria al ballottaggio delle elezioni presidenziali francesi.

    Macron, liberale centrista, con esperienza di banchiere, sostenitore dell’Unione europea, ha sconfitto la rappresentante del Fronte Nazionale Marine Le Pen, critica dell’Europa e fortemente nazionalista e “populista”. Il ballottaggio ha dato il 66,06% a Macron e il 33,94% alla Le Pen, portando Macron, 39 anni, ad essere il più giovane presidente.

    Uscito dalle file del Partito socialista francese, egli ha costruito un movimento tutto suo, “En Marche”, che si definisce “né di destra, né di sinistra”, che si prefigge di ridurre la burocrazia, la spesa pubblica, aumentare l’occupazione e riformare le leggi del lavoro. Molti suoi critici pensano che il suo fascino sta tutto nella sua immagine giovanile e che risponderà agli interessi del capitalismo mondiale, sebbene egli abbia promesso di spingere per una riforma dell’Unione europea.

    Oggi il presidente Xi Jinping ha inviato un messaggio di felicitazioni a Macron, ed ha assicurato che Parigi e Pechino condivideranno “una importante responsabilità verso la pace e lo sviluppo nel mondo”.

    Egli ha anche sottolineato che “la Cina è pronta a lavorare insieme alla Francia per far progredire la collaborazione strategica franco-cinese verso un livello superiore”. Ricordando poi che nel 1964 la Francia è stata la prima potenza occidentale a stabilire relazioni diplomatiche con la Repubblica popolare cinese, Xi ha detto che “Cina e Francia, in quanto membri permanenti del Consiglio di sicurezza dell’Onu… condividono una particolare responsabilità per la pace e lo sviluppo nel mondo”.

    Il Global Times, giornale vicino al Quotidiano del Popolo, voce ufficiale del Partito comunista cinese, in un editoriale ha salutato la vittoria di Macron, che con “En Marche” ha saputo “vincere il populismo” dopo l’elezione di Donald Trump negli Stati Uniti.

    “Nei prossimi anni – continua – ci renderemo forse conto che la Francia ha fatto una scelta saggia per la civilizzazione umana, aiutandola ad avanzare in un momento cruciale, invece che farla tornare indietro”.

    Anche Shinzo Abe parla della vittoria di Macron come una “vittoria simbolica contro le mosse protezioniste e di chiusura introspettiva, e con un mandato a favore dell’Unione europea”.

    “Desidero – aggiunge - lavorare con lei per la pace nel mondo e la prosperità in un momento di continue sfide all’ordine internazionale”.

    Da parte sua, Netanyahu, ricorda che “il terrorismo islamista è una delle grandi minacce per il mondo intero che colpisce Parigi, Gerusalemme o altre città nel mondo. La Francia e Israele sono alleati di lunga data e sono convinto che le nostre relazioni si rafforzeranno”.

    Fra tante voci positive, stride il commento di Alexei Pushkov, presidente della Commissione d’informazione della camera della federazione russa. Secondo lui, fra gli elettori di Macron  “si anniderà molto presto la delusione”, dato che il nuovo presidente eredita un “Paese scisso, diviso”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    09/05/2017 08:38:00 RUSSIA-FRANCIA
    Putin a Macron: “Uniamo le forze” contro il terrorismo e l’estremismo

    Il presidente russo augura al nuovo eletto “buona salute, prosperità e successo” e chiede di lavorare insieme su” temi bilaterali, regionali e globali”. Le visioni opposte di Mosca e Parigi su Ucraina e Siria. Durante la campagna elettorale i russi hanno sostenuto la Le Pen.



    06/05/2017 10:15:00 RUSSIA-FRANCIA
    ‘Arrivano i russi’ anche nelle elezioni francesi. Russia Today e Sputnik denunciano Emmanuel Macron

    Immesse nel web migliaia di documenti della campagna di Macron, “come negli Stati Uniti”, con Hillary Clinton. Le accuse di tendenze gay del candidato da “siti legati ad interessi russi”. Il Cremlino smentisce. La Chiesa francese ( e papa Francesco) danno criteri di valutazione ma non “indicazioni di voto”.



    08/08/2009 IRAN
    Teheran, nuovo processo contro i dissidenti. Una cittadina francese fra gli imputati
    Alla sbarra più di dieci attivisti e oppositori al regime. Tra questi Clotilde Reiss, universitaria, accusata di “spionaggio” e aver “fomentato le rivolte”. Parigi definisce “infondati” i capi di imputazione.

    09/11/2016 08:44:00 ASIA-USA
    Mercati asiatici scioccati da una vittoria di Donald Trump

    Tutte le borse sono in discesa, con Mumbai che perde fino al 6%. Sale il valore dell’oro come bene di rifugio. Le futures del Dow Jones perdono il 4%. Sorprese a Shenzhen. Trump dichiarato 45mo presidente degli Stati Uniti.



    02/11/2004 cina
    Pechino prende le distanze (ufficialmente) dalle critiche di Qian Qichen a Bush

    Mistero sul commento dell'ex Ministro degli esteri pubblicato dal China Daily: Qian non lo ha mai scritto, e non è stato mai intervistato dal giornale.





    In evidenza

    VATICANO
    Papa: le Chiese d’Oriente, vivaci malgrado persecuzioni e terrorismo



    Ricevendo i partecipanti all’assemblea della “Riunione delle Opere per l’Aiuto alle Chiese Orientali” Francesco raccomanda la formazione del clero. “Non dimentichiamo che in Oriente anche ai giorni nostri, i cristiani – non importa se cattolici, ortodossi o protestanti – versano il loro sangue come sigillo della loro testimonianza”.


    CINA-GERMANIA
    L’ambasciatore tedesco chiede alla Cina la liberazione di mons. Shao Zhumin



    In una dichiarazione ufficiale sul sito dell’ambasciata, Michael Clauss chiede che al vescovo di Wenzhou, sequestrato, sia data piena libertà di movimento. Preoccupazioni espresse anche per le bozze dei nuovi regolamenti sulle attività religiose, che decretano la fine delle comunità sotterranee. E’ la prima volta dopo un decennio che un ambasciatore europeo chiede la liberazione di un vescovo.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®