19 Ottobre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 08/05/2008, 00.00

    CINA

    L’attacco del governo al santuario di Sheshan produce i suoi frutti: dimezzati i pellegrini



    Secondo i dati del santuario, ad oggi soltanto 5mila persone hanno compiuto il pellegrinaggio. Lo scorso anno, nello stesso periodo, erano stati 11mila. Presenti per tutto il tempo agenti in borghese.

    Shanghai (AsiaNews/Ucan) – La forte sorveglianza del governo ed i mille ostacoli posti dalla polizia locale sono riusciti a ridurre in maniera considerevole l’afflusso di pellegrini al santuario di Nostra Signora di Sheshan, nei pressi di Shanghai, nonostante l’inizio di maggio, tradizionalmente dedicato alla Madonna.

    Nei primi giorni del mese dello scorso anno, oltre 11mila persone avevano visitato la chiesa ed il santuario, posti su una collina, mentre quest’anno il numero si ferma a 5mila. Fonti locali puntano il dito contro il blocco del traffico ordinato dal governo di Shanghai, l’obbligo di ottenere il permesso della polizia per effettuare il pellegrinaggio e la pressione del governo sulle diocesi cattoliche tesa a scoraggiare le visite.

    Secondo un cattolico di Shanghai, il 30 aprile scorso il governo ha organizzato degli autobus gratuiti – con posti prenotati – per portare i pellegrini a Sheshan durante la festa nazionale del Lavoro (i primi 3 giorni di maggio). Erano presenti circa 350 fedeli, con 90 seminaristi ed una dozzina di suore, che hanno partecipato alla messa all’interno della chiesa, dedicata a Maria Ausilio dei cristiani. Presenti per tutto il tempo circa 100 agenti di polizia in borghese.

    Il primo maggio, oltre mille persone hanno partecipato ad una processione mariana e ad una messa celebrata dal vescovo ausiliare di Shanghai mons. Joseph Xing Wenzhi. Questi, parlando ai fedeli, ha ricordato l’importanza di pregare non solo per le proprie intenzioni, ma anche per la pace nella nazione, le vittime dell’incidente ferroviario dello Shandong, i bambini avvelenati dell’Anhui e per le prossime Olimpiadi. Era presente anche il 92enne mons. Luigi Jin Luxian, apparso in buona salute.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    05/05/2008 CINA - VATICANO
    Shanghai, governo e AP: è guerra contro il pellegrinaggio alla Madonna di Sheshan
    Blocchi stradali, controlli, registrazione. Proibito ad alberghi e ristoranti di accogliere i pellegrini. Per l’Associazione Patriottica i fedeli devono rimanere nelle loro diocesi pregando per la pace, il papa, per le Olimpiadi e per un buon risultato degli atleti cinesi. Si cerca di dividere i cattolici ufficiali e sotterranei dalla Chiesa universale.

    14/07/2009 CINA - VATICANO
    Card. Zen: La Chiesa in Cina a due anni dalla Lettera del Papa
    Cattive interpretazioni della Lettera hanno portato confusione e sconforto nelle comunità sotterranee. I vescovi ufficiali devono avere più coraggio nella fedeltà al pontefice, rifiutando le strutture che sono contrarie alla fede cattolica. Il governo cinese continua la politica di sempre: controllo totale della Chiesa.

    22/02/2008 VATICANO - CINA
    Rapporti Cina-Vaticano, fumo negli occhi per le Olimpiadi
    Voci di miglioramenti nei rapporti, di inviti per le Olimpiadi sembrano essere una campagna pubblicitaria per nascondere la vergogna di Pechino dopo il rifiuto di Steven Spielberg di lavorare per le Olimpiadi. Ma vi è anche di più: vacillano le poltrone del capo dell’Ufficio affari religiosi e del vice-presidente dell’Associazione patriottica.

    07/01/2010 CINA - VATICANO
    Migliaia di cattolici sfidano neve, freddo e polizia ai funerali di mons. Yao Liang
    Il governo ha proibito le insegne episcopali e di chiamarlo “vescovo”, essendo un pastore sotterraneo. Mons. Yao ha passato 30 anni in prigione per essersi rifiutato di aderire all’Associazione patriottica, che vuole costruire una Chiesa indipendente dal papa. Nessun messaggio dal Vaticano.

    03/07/2009 CINA - VATICANO
    Il vescovo di Pechino sempre più prigioniero dell’Associazione Patriottica
    L’organizzazione che controlla la Chiesa gli lascia solo lo spazio per elogiare l’indipendenza della Chiesa cinese dalla Santa Sede. L’Ap cerca di ricondurre all’obbedienza i vescovi ufficiali dopo la Lettera del papa. La persecuzione verso vescovi ufficiali e sotterranei.



    In evidenza

    MYANMAR
    Non solo Rohingya: la persecuzione delle minoranze cristiane in Myanmar



    La sofferenza di Kachin, Chin e Naga. La discriminazione su basi religiose è in certi casi addirittura istituzionalizzata. I cristiani sono visti come espressione di una fede straniera ed in contrasto con la visione nazionalista. Per anni il regime militare ha introdotto feroci misure discriminatorie.


    VATICANO - ASIA
    Il mondo ha urgenza della missione della Chiesa

    Bernardo Cervellera

    Ottobre è un mese consacrato al risveglio della missione fra i cristiani. Nel mondo c’è indifferenza o inimicizia verso Dio e la Chiesa. Le religioni sono considerate la fonte di tutte le guerre. Il cristianesimo è l’incontro con una Persona, che cambia la vita del fedele e lo mette al servizio delle ferite del mondo, lacerato da frustrazioni e guerre fratricide. L’esempio del patriarca di Baghdad e del presidente della Corea del Sud.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®