13/04/2016, 12.45
VIETNAM
Invia ad un amico

L’oasi della parrocchia Chợ Đũi, dove gli ultimi trovano cibo e speranza

di Quang Ha

Il “Rice Free Shop” è stato fondato nel 2012 da p. Joseph Nguyễn Văn Hưởng nel distretto centrale di Ho Chi Minh City, dove la vita costa tantissimo. Ogni giorno il centro garantisce un pasto gratuito a centinaia fra operai, anziani, orfani e poveri. Pham Thi, 72 anni: “Ma non è solo questo. Mentre siamo lì e mangiamo i volontari stanno con noi e si interessano dei nostri problemi”.

 

Ho Chi Minh City (AsiaNews) – Una vera e propria oasi di speranza nella metropoli di Ho Chi Minh City, dove persone povere e bisognose, studenti e orfani possono trovare speranza grazie ad un pasto gratis a base di riso. È questo il “Rice Free Shop”, centro fondato nel 2012 da p. Joseph Nguyễn Văn Hưởng e gestito dai volontari della parrocchia di Chợ Đũi. Il sacerdote e i fedeli hanno rinnovato il loro impegno nelle opere di misericordia durante una grande celebrazione eucaristica al centro pastorale della città lo scorso 4 aprile. Ben 7mila fedeli sono giunti da molte diocesi limitrofe per partecipare alla messa e rispondere all’appello di papa Francesco, che ha chiesto di compiere azioni caritative a favore degli ultimi.

Nella sua omelia, il sacerdote celebrante p. Joseph Đào Nguyên Vũ SJ ha detto: “Il Santo Padre ha confermato che il pilastro che sostiene la Chiesa è la misericordia di Dio. Essa è il cuore, il respiro della Chiesa. La compassione è un istinto umano, la misericordia è la natura di Dio”.

Intervistati all’uscita della messa, alcuni fedeli hanno definito p. Hưởng, fondatore del “Rice Free Shop”, un “sacerdote per i poveri. Egli ci aiuta senza alcuna discriminazione e si immedesima in noi”. Egli è stato per anni il direttore del seminario maggiore San Giuseppe di Ho Chi Minh City, mentre ora è vicario della parrocchia Chợ Đũi.

Ogni giorno il “Rice Free Shop” – situato vicino a via Tôn Thất Tùng, distretto centrale di Ho Chi Minh City – garantisce un pasto gratuito a centinaia di persone che arrivano da tutta la città. Un’anziana signora buddista racconta: “Ogni giorno vendo biglietti della lotteria per poter crescere il mio nipote di otto anni. Non ho abbastanza soldi per comprare il riso. Da quando ho saputo che il negozio donava riso gratis ai poveri, io e mio nipote veniamo qui ogni giorno”.

Il centro non è stato fondato solo per dare del cibo ma soprattutto per comunicare ai dimenticati dalla società la misericordia di Dio. Così, racconta Pham Thi, 72 anni, “mentre siamo lì e mangiamo i volontari della parrocchia stanno con noi, si interessano dei nostri problemi e ci chiedono di noi”.

“Gli operai poveri vengono a pranzo per sopravvivere – afferma un volontario della mesa – perché la vita nel distretto centrale di Ho Chi Minh City costa tantissimo. A volte sono costretti a saltare i pasti perché non hanno abbastanza denaro per comprarsi un pugno di riso o un po’ di pane. Il nostro centro aiuta centinaia di operai in queste condizioni. Vengono qui, mangiano e condividono con gli altri le difficoltà della propria vita”.

Nguyễn Tuấn Linh, studente di Ho Chi Minh City, racconta: “Quando vengo a pranzo qui è come se fossi con la mia famiglia. Questo posto è pieno di amore. Mi capita spesso di aiutare la gente che viene qui anche a rinfrescarsi. Sono contento perché qui sono maturato, ho imparato ad amare gli altri. Spero che p. Hưởng e i volontari abbiano sempre più possibilità economiche per sviluppare questo centro”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
La GMG lontana da Cracovia: tra i giovani vietnamiti “rinasce la fede”
25/07/2016 11:21
Speranze e timori nei cattolici vietnamiti per la visita di Triet al Papa
10/12/2009
Una vita spesa per i poveri: la Chiesa vietnamita ricorda p. Joseph Đinh Huy Hưởng
16/08/2016 12:43
Ho Chi Minh City: l’amore dei parrocchiani di Thanh Đa per Madre Teresa
22/08/2016 11:31
Hai, buddista vietnamita: il Giubileo della misericordia “ha cambiato la vita della mia famiglia”
16/12/2015