19 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 24/06/2016, 13.13

    BANGLADESH

    La Caritas ha un nuovo direttore: Dio mi ha scelto, è la mia vocazione

    Sumon Corraya

    Francis Atul Sarkar è stato nominato ieri al posto di Benedict Alo D’Rozario. Quest’ultimo ha guidato il braccio sociale della Chiesa cattolica in Bangladesh per 29 anni. Il nuovo direttore vuole portare l’aiuto della Chiesa a quante più persone possibile. La Caritas ha attuato 92 progetti in tutto il Paese.

    Dhaka (AsiaNews) – Francis Atul Sarkar è il nuovo direttore esecutivo di Caritas Bangladesh. È stato nominato ieri al termine della cerimonia durante la quale è stato salutato il predecessore Benedict Alo D’Rozario. Ad AsiaNews il nuovo direttore afferma: “Dio mi ha chiamato per questo compito. Ritengo che sia la ‘vocazione della mia vita”, perciò darò il massimo per la Caritas”.

    Francis Atul Sarkar proviene dalla chiesa di Baradal, nella diocesi di Khulna, e lavora da molti anni all’interno dei programmi Caritas. Ha ricoperto diversi incarichi, tra cui quello di assistente esecutivo, direttore dello sviluppo e direttore regionale. È sposato e ha due figlie.

    Egli succede a D’Rozario, che ha servito la Caritas per 29 anni, di cui 11 come direttore esecutivo. Alla cerimonia era presente mons. Gervas Rozario, il presidente, che ha ringraziato l’ex direttore “per l’eccezionale contributo reso alla nazione e alla Chiesa grazie alla sua leadership. Aiuteremo Francis Atul Sarkar in questo suo nuovo viaggio”.

    A proposito del suo programma, il direttore ha commentato: “Porterò il servizio della Caritas a molte persone ed eleverò la qualità del nostro lavoro. Farò di tutto per potenziare il braccio sociale della Chiesa cattolica. Le persone capiranno meglio la filosofia e l’insegnamento della Chiesa”.

    La Caritas è un organismo della Conferenza episcopale del Bangladesh (Cbcb) ed è una delle maggiori organizzazioni non governative di tutto il Paese. Ha uno staff di 6.500 persone, la maggior parte di fede non cristiana, e ha attuato un totale di 92 progetti. Gli uffici regionali sono presenti in ognuna delle otto diocesi di cui si compone il Paese e coordinano le attività di sviluppo sociale, urbano, rurale, educazione, intervento in situazioni di crisi o nei disastri ambientali. Il lavoro degli operatori riflette la dottrina sociale della Chiesa cattolica, immaginando una società permeata sui valori di liberà giustizia, pace, perdono. Caritas Bangladesh opera affinchè tutta la popolazione possa vivere in comunione con il proprio vicino, condividendo rispetto e amore.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    29/02/2016 10:23:00 BANGLADESH
    Formati dalla misericordia, i giovani “possono cambiare il Bangladesh”

    Un incontro di quattro giorni organizzato dalla Chiesa bangladeshi per incontrare i futuri leader delle comunità, della società e della nazione. Al centro dell’assemblea, la misericordia e le sue ricadute pratiche nella vita di ciascuno. Un invito a liberarsi dalla schiavitù moderna del consumismo e del materialismo.



    28/12/2016 13:05:00 INDIA
    Caritas India, fraternità e aiuti per i malati di cancro

    L’iniziativa rientra nella campagna per la Quaresima del 2017. Ogni anno il braccio sociale della Chiesa cattolica in India sviluppa programmi per migliorare le condizioni di vita della popolazione. In oltre 50 anni di attività ha finanziato quasi 23mila progetti per oltre 196 milioni di euro.



    31/10/2013 BANGLADESH
    La Chiesa cattolica del Bangladesh lancia il suo primo settimanale online
    Il Pratibeshi è la versione digitale del primo giornale cattolico in lingua Bengalese. L'iniziativa ha come obiettivo quello di diffondere il messaggio del Vangelo e gli insegnamenti della Chiesa utilizzando i nuovi media. Lanciato lo scorso 27 ottobre il sito è stato creato dal Christians Communication Center e Signis.

    10/12/2013 BANGLADESH
    Bangladesh: una Giornata della Bibbia per porre Dio al centro della propria vita
    Organizzata dalla Conferenza episcopale del Bangladesh l'iniziativa si è tenuta lo scorso 8 dicembre in tutto il Paese. La Giornata ha concluso il programma di insegnamento e approfondimento della Sacra Scrittura iniziato lo scorso 8 novembre. Vescovo di Khulna: "I testi sacri aiutano a conoscere il Creatore e a scoprire la verità".

    29/11/2017 08:28:00 BANGLADESH – VATICANO
    Josim Murmu, da un villaggio al 100% tribale: papa Francesco mi farà sacerdote

    Il diacono verrà ordinato il primo dicembre, insieme ad altri 15. La sua conversione ha spinto al battesimo la famiglia e tutto il villaggio abitato da animisti con influenze indù. “Dentro di me arde la fiamma di Cristo”. “Amerò la mia gente, poveri e disabili, cristiani e musulmani”. Dall'inviato.





    In evidenza

    EGITTO-LIBANO
    Al Cairo, musulmani e cristiani si incontrano per Gerusalemme, ‘la causa delle cause’

    Fady Noun

    Si è tenuta il 16 e 17 gennaio all’istituto sunnita al-Azhar. Hanno preso parte molte personalità del Libano, fra cui il patriarca maronita Bechara Raï. I mondo arabo diviso fra “complice passività” e “discorsi rumorosi ma inefficaci”. Ex-premier libanese: coordinare le azioni per una maggiore efficienza al servizio di una “identità pluralistica di Gerusalemme” e della “libertà religiosa”. Card. Raï: serve preghiera congiunta, la solidarietà interreligiosa islamico-cristiana in tutto il mondo arabo e sostenere i palestinesi.


    CINA
    Yunnan: fino a 13 anni di prigione per i cristiani accusati di appartenere a una setta apocalittica



    Le setta in questione è quella dei Tre gradi del Servizio, un gruppo pseudo-protestante sotterraneo fondato nell’Henan e diffuso soprattutto nelle campagne. I condannati rivendicano di essere solo cristiani e di non sapere nulla della setta. Gli avvocati difensori minacciati della revoca della loro licenza.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®