25 Settembre 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 08/04/2009, 00.00

    COREA DEL SUD

    La Chiesa coreana conclude i 50 giorni dalla scomparsa del card. Kim

    Theresa Kim Hwa-young

    Celebrata una messa solenne per la chiusura di questo periodo di commemorazione. Una tv cattolica sottolinea il grande aumento di donatori di organi per trapianti, sull’esempio di mons. Kim.

    Seoul (AsiaNews) – L’Arcidiocesi di Seoul ha concluso i 50 giorni di commemorazione del cardinale Stephen Kim con una messa solenne celebrata il 6 aprile dal cardinale Nicholas Chung Jun-suk a Seoul, presso la sua tomba a Yongsan, cui hanno partecipato centinaia di fedeli.

    Mons. Chung ha ricordato le ultime parole del cardinal Kim: “Grazie a voi, amatevi l’un l’altro”, che sono state anche scritte su adesivi distribuiti ai presenti. Egli ha sollecitato tutti a seguire il suo esempio e “a iniziare un movimento per espanderne lo spirito di gratitudine, condivisione e amore”.

    Mons. Kim ha donato le sue cornee per trapianti. La televisione cattolica PBC ha sottolineato che il suo esempio ha suscitato grande ammirazione nella popolazione. Da allora i donatori di cornea sono aumentati di 10 volte, con circa 4.700 nuovi donatori desiderosi – come ha detto  uno di loro – “di offrire una parte di me per la salvezza di altri che ne hanno bisogno”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    07/07/2006 corea del sud
    Il cardinale e i sacerdoti di Seoul "per amore" si impegnano a donare gli organi post-mortem

    Proposta a tutti i coreani, la promessa fa parte di  progetto a favore della vita, lanciato in occasione del Congresso Eucaristico. L'immediato consenso da parte del Consiglio dell'Apostolato Laico.



    17/05/2005 COREA DEL SUD
    Corea del Sud: nell'anno dell'Eucarestia aumenta la donazione di organi


    05/03/2009 COREA SUD - COREA NORD
    Cinque seminaristi nordcoreani frequentano il seminario cattolico a Incheon
    Si spera che possano poi tornare nel loro martoriato Paese, adempiendo un sogno non realizzato del card. Kim. A poche settimane dalla scomparsa dell’ex primate coreano, crescono gli atti di devozione suscitati dal suo esempio.

    23/08/2014 VATICANO - IRAQ
    Il Papa dona 1 milione di dollari per i cristiani e le altre minoranze dell'Iraq
    Il Prefetto di Propaganda Fide, card. Filoni, è rientrato dalla missione umanitaria a Erbil e ha portato con sé "un decimo della somma. Il 75% dei soldi è andato ai cattolici, il resto agli yazidi. Fino a che anche solo un cristiano vivrà in Iraq, la Chiesa sarà con lui".

    23/06/2006 corea del sud
    Card. Cheong: "L'ambiente vive una crisi che solo l'uomo può risolvere"

    L'arcivescovo di Seoul è il primo presule coreano a scrivere sul tema. Nella sua lettera pastorale, inviti al rispetto delle specie che popolano la terra e proposte concrete che la Chiesa può attuare per risolvere la questione.





    In evidenza

    SIMPOSIO ASIANEWS
    Madre Teresa, la Misericordia per l’Asia e per il mondo (VIDEO)



    Pubblichiamo le registrazioni video degli interventi che si sono susseguiti durante il Simposio internazionale organizzato da AsiaNews il 2 settembre scorso. In ordine intervengono: P. Ferruccio Brambillasca, Superiore Generale del PIME; Card. Fernando Filoni, Prefetto della Congregazione di Propaganda Fide; Sr. Mary Prema, Superiora Generale delle Missionarie della Carità; P. Brian Kolodiejchuk, postulatore della Causa della Madre; Card. Oswald Gracias, arcivescovo di Mumbai; P. John A. Worthley, sull'influenza di Madre Teresa in Cina; una testimonianza sull'influenza di Madre Teresa nel mondo islamico; mons. Paul Hinder, vicario apostolico dell’Arabia meridionale.


    CINA - VATICANO
    Pechino diffonde la nuova bozza di regolamenti sulle attività religiose. Più dura

    Bernardo Cervellera

    Multe fino a 200mila yuan (27mila euro) per “attività religiose illegali” da parte di cattolici o altri membri di comunità sotterranee. Fra le “attività illegali” vi è la “dipendenza dall’estero” (ad esempio il rapporto col Vaticano). Si predica la non discriminazione, ma ai membri del partito è proibito praticare la religione anche in privato. Precisi controlli su edifici, statue, croci. Controlli serrati anche su internet. Forse è la fine delle comunità sotterranee.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®