02/08/2016, 11.42
POLONIA – VATICANO – GMG
Invia ad un amico

La Gmg, un “sentiero privilegiato” per la vocazione al sacerdozio

di Vincenzo Faccioli Pintozzi

Luca ha 32 anni, viene dal Molise ed ha seguito la Giornata mondiale della Gioventù di Cracovia mentre frequenta l’ultimo anno di seminario. La chiamata del Signore “è arrivata mentre ero a Madrid, alla Gmg del 2010, in tenda con la mia ragazza. Non ho potuto ignorarla, e spero di arrivare a Panama per la mia ultima Giornata in veste da sacerdote”. I centri vocazionali a Cracovia “avamposto” del discernimento: “La Chiesa deve impegnarsi di più nell’aiutare i giovani in ricerca. È vero che esistono sacerdoti frustrati, ma sono molti di più i giovani che non capiscono da dove viene la loro inquietudine”.

Cracovia (AsiaNews) – La Giornata mondiale della Gioventù “è un sentiero privilegiato per la vocazione al sacerdozio. Almeno, lo è stata per me. E vedere tutti questi ragazzi qui, al Campus Misericordiae per essere vicini al Papa, mi fa pensare quante vocazioni non ascoltate vi siano. Spero tanto che la Chiesa metta in campo un piano più funzionale per aiutare i giovani ad ascoltare la chiamata, proprio come avviene durante le Gmg”. Luca ha 32 anni, viene dalla diocesi di Chieti-Vasto in Molise e questa di Cracovia è la stata la sua seconda Giornata. Durante la prima, Madrid 2010, ha sentito la chiamata al sacerdozio; in questa è all’ultimo anno di seminario: “A Panama 2019 voglio esserci, da sacerdote se Dio vorrà. Ma sarà la mia ultima: 35 anni è davvero il termine ultimo per dirsi giovani”.

Nei sentieri della spianata di Brzegi Wieliczka – che ha ospitato la Veglia di preghiera e la grande messa conclusiva di papa Francesco con i giovani di tutto il mondo – Luca vede “un’immagine molto emblematica. Sembrano proprio le tante strade che ognuno di noi ha davanti, che io avevo davanti alcuni anni fa. I sentieri non sono chiari, non vedi dove finiscono, hanno curve che vanno in direttrici sconosciute. Ma sembrano tutti più o meno attraenti, tutti alla luce del sole, tutti circondati da bella gente. In questo campo di sicuro è così, ma purtroppo nella vita non è così”.

Lui a Madrid era arrivato proprio perché “uno dei sentieri che avevo intrapreso, all’epoca, sembrava luminoso ma non lo era. La mia ragazza, Lucia, mi aveva convinto a quel viaggio proprio perché mi vedeva infelice e scontroso. ‘Vedrai – mi diceva – che tutto ti sarà più chiaro’. Durante la Veglia di quella Giornata ho sentito una voce che non ho potuto ignorare, e ne sono felice. Per la cronaca, con Lucia – dice ridendo – siamo rimasti in ottimi rapporti”.

Ora frequenta il seminario maggiore, e quest’anno è stato ordinato diacono: “Spero, se Dio vorrà, di arrivare a Panama 2019 da sacerdote. Vorrei mettermi a disposizione di coloro che si trovano davanti a tanti sentieri, cercando di capire se possano o meno portare alla vita religiosa ma non solo. Fra quelle strade vi sono anche la missione, da laici o da consacrati, il matrimonio, i figli, la vita insomma. Vorrei poter dare il mio aiuto perché so cosa significa non avere ben chiara la strada”.

La speranza di Luca è che anche la Chiesa intraprenda un cammino più deciso a favore del discernimento vocazionale: “Io a Madrid ho trovato Centri con persone preparate, disposte ed entusiaste; a Cracovia mi sembra che sia lo stesso. In Italia non sempre gli incaricati allo stesso compito sono così o hanno lo stesso atteggiamento. Vorrei che tutti capissero che alla fine scoprire la strada che Dio ha scelto per noi è proprio tutto, nella vita”. È vero che ci sono tanti sacerdoti frustrati, nel mondo, ma io penso a tutte quelle persone che vivono la stessa frustrazione magari perché non hanno capito che avrebbero potuto consacrarsi e non lo hanno fatto”. 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Papa: cresca nei cristiani la coscienza di essere tutti missionari
05/05/2007
GMG di Panama, sport e preghiere per i giovani indiani (Foto)
23/01/2019 12:42
Giovani indiani alla GMG di Panama: ‘Accolti come figli’
22/01/2019 14:30
Alla GMG di Panama, 56 giovani da tutta l’India (Foto-Video)
22/01/2019 11:44
Cracovia, giovani di tutto il mondo e allerta massima per la GMG
23/07/2016 13:12