25 Aprile 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 02/01/2017, 13.51

    FRANCIA - ISLAM

    La maggioranza degli imam di Francia (e Belgio) vietano gli auguri a Natale e Capodanno

    Hocine Drouiche*

    È quanto denuncia l’imam di Nimes, Hocine Drouiche, vice-presidente della Conferenza degli imam di Francia. Egli condanna quanti rivendicano che l’islam è una religione di pace e poi considerano gli auguri “un insulto”. L’importanza della presenza di “musulmani aperti” che “ti accolgono con un sorriso e ti augurano felice anno nuovo”. 

     

    Parigi (AsiaNews) – La maggior parte degli imam in Francia (e nel Belgio) ha proibito ai fedeli di celebrare il Natale e il Capodanno e invitato i musulmani a non fare gli auguri per le feste. È quanto denuncia in un post su Facebook l’imam francese Hocine Drouiche, fra le personalità del mondo islamico transalpino più illuminate e schierate nella lotta contro l’estremismo. Strenuo promotore e sostenitore del dialogo fra fedi diversi, egli condanna quanti ripetono il “mantra” islam religione di pace e poi considerano gli auguri “come un insulto” perché “questa non è la nostra religione”. 

    Egli sottolinea che l’islam professato da questi imam, che costituiscono la maggioranza in Francia, in Belgio, e in molte altre nazioni, “non è un vero islam di pace e del vivere in comune”. E le stesse scuole coraniche in Occidente sono un luogo in cui si esalta l’islam politico basato su jihad e odio verso i “nemici”. Per fortuna, conclude, “esistono anche dei musulmani aperti, che ti accolgono con un sorriso grande e ti augurano felice anno nuovo”. 

    La dura nota contro la posizione della maggioranza degli imam sugli auguri [di Natale e Capodanno] è solo l’ultima di una serie di denunce lanciate dal leader religioso musulmano francese. All’indomani degli attacchi di Parigi, nel novembre 2015, egli ha invitato i fedeli a non lasciare l’islam “ostaggio degli estremisti”. Al contempo ha esortato le comunità musulmane a “osare a vivere il dialogo e l’amicizia con gli europei, senza paura e senza arroganza”. 

    Egli non è il solo a denunciare il clima di ostilità e di avversione di una parte del mondo musulmano europeo verso la cultura, la tradizione e la fede dei nativi. Di recente anche una ex islamica radicale, per anni vicina all’ideologia salafita, ha raccontato gli inviti lanciati da imam e leader religiosi a “odiare i cristiani e gli ebrei”, a non imitare gli “infedeli” e a non partecipare “alle loro feste e celebrazioni”.  Ecco, di seguito, la riflessione dell’imam Drouiche. Traduzione a cura di AsiaNews: 

    Spiacente, non vi farò gli auguri di buon anno perché io sono un vero “musulmano”! 

    Quasi la totalità degli imam in Francia (e nel vicino Belgio) hanno proibito ai musulmani francesi di celebrare il Natale e il Capodanno e di fare gli auguri per le feste, tanto ai musulmani quanto ai non musulmani. 

    Si dice che l’islam sia una religione di pace, un mantra che non smettono di ripetere in maniera incessante. Tuttavia, oggi ho visto con i miei occhi il risultato di queste formulazioni incomprensibili e illogiche, incontrando diversi musulmani molto religiosi e credenti che ricevevano gli auguri di Buon Anno come un insulto. 

    Sono imbarazzati, ti guardano in modo strano, ti rispondono: Ma questa non è la nostra religione!

    Come se il nuovo anno appartenesse a una religione specifica. Per fortuna esistono anche dei musulmani aperti, che ti accolgono con un sorriso grande e ti augurano un felice anno nuovo. 

    L’islam di questi imam non è un vero islam di pace e del vivere in comune. Questo è un islam beduino e arcaico. Il ministero francese degli Interni, che finanzia il Consiglio francese del culto musulmano (Cfcm), deve rivedere i suoi programmi e le sue collaborazioni. 

    Per me i Bataclans, gli Hyper Cachers e le Nizza nascono da queste direttive odiose. Se non vogliono cambiare queste fatwa disumane, non ci potranno certo dire che si tratta di “attentati” isolati in cui l’islam non è coinvolto, perché l’islam è una religione di pace!

    Dunque, Buon Anno a tutti i miei amici (e le mie amiche) musulmani, ebrei, cristiani e atei. 

    *Vice-presidente della Conferenza degli imam di Francia-Parigi

    Candidato al rettorato della Grande moschea di Parigi

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    08/01/2015 FRANCIA - ISLAM
    P. Samir: C'è una guerra interna all'islam e i politici occidentali non difendono la cultura europea
    L'odio fra sciiti e sunniti aumenta sempre più, con questi ultimi che riconquistare il potere che hanno perduto in Iraq, in Libano, in Siria... L'islam dovrebbe affrontare a fondo le tematiche della modernità: l'interpretazione di fondo del Corano, la non violenza, la libertà di coscienza, ma nessuno osa farlo. L'occidente dovrebbe chiedere agli immigrati di entrare nel sistema esistente qui, integrandovi dal punto di vista economico, politico, sociale. E controllare le moschee, come fanno i Paesi musulmani.

    10/04/2015 LIBANO - FRANCIA - ISLAM
    Card. Barbarin: In Maria, la Misericordia di Dio abbraccia anche l’islam
    Il 25 marzo scorso a Jamhour il porporato ha partecipato alla cerimonia interreligiosa per celebrare la solennità dell’Annunciazione del Signore, festa nazionale in Libano. Nel suo intervento egli ha esaltato il valore della Misericordia, fonte comune che lega cristiani e musulmani. E in Maria, “nostra madre”, i fedeli delle due religioni possono riuscire a “capirsi meglio”.

    27/07/2016 17:15:00 EGITTO-ISLAM-FRANCIA
    Il Grande Imam di Al Azhar condanna l’uccisione di p. Jacques Hamel in Francia

    Ahmad Al Tayyeb offre condoglianze al presidente francese, all’arcivescovo di Rouen, ai familiari delle vittime e a tutta la Francia. Gli assalitori “privi di qualunque senso di umanità”. L’islam “ordina di rispettare i luoghi sacri e di culto e la sacralità dei non-musulmani”. Fronteggiare il terrorismo anche combattendo “il pensiero estremista” nella religione islamica.



    14/10/2005 VATICANO - ISLAM
    Vaticano all'Islam: "continuiamo sulla via del dialogo"

    In occasione della fine del Ramadan il Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso invia il consueto messaggio alle comunità musulmane. L'impegno per la pace, il ricordo di Giovanni Paolo II e la continuità sulla stessa strada di Benedetto XVI.



    19/12/2016 08:59:00 PAKISTAN
    I francescani di Lahore festeggiano il compleanno di Maometto (Video)

    Frati e musulmani si sono anche scambiati gli auguri di Natale. I festeggiamenti interreligiosi si sono svolti al centro di formazione francescano. Celebrare la nascita del profeta dell'islam “in una casa cristiana può essere di esempio per l’intero Paese”. Leader islamico: “Esaltiamo la grandezza del profeta. Ma rispettiamo anche il Principe della pace”.





    In evidenza

    CINA-VATICANO
    Sequestrato mons. Pietro Shao Zhumin, vescovo (sotterraneo) di Wenzhou

    Bernardo Cervellera

    La pubblica sicurezza non comunica il luogo in cui è stato portato. Ma hanno permesso ai fedeli di consegnare alcuni vestiti per il loro pastore. Il vescovo non potrà celebrare Pasqua coi suoi fedeli. Pressioni sul prelato per farlo aderire all’Associazione patriottica. Un destino simile a quello di mons. Guo Xijin. Pressioni anche sulla Santa Sede.


    CINA-VATICANO
    Scomparso da 4 giorni mons. Guo Xijin, vescovo sotterraneo di Mindong

    Wang Zhicheng

    È stato sequestrato dopo una visita all’Ufficio affari religiosi di Fuan. La Pubblica sicurezza lo ha portato in un luogo sconosciuto per farlo “studiare e imparare”. I fedeli pensano che essi vogliano costringerlo a iscriversi all’Associazione patriottica. Al suo rifiuto, è forse possibile che gli proibiscano di ritornare in diocesi. Demolita una chiesa cattolica a Fuan.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®