22 Ottobre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 22/03/2010, 00.00

    THAILANDIA

    La testimonianza dei laici thai nella formazione dei catecumeni

    Weena Kowitwanij

    Il 3 aprile prossimo a Bangkok oltre 100 persone faranno la professione di fede e abbracceranno il cattolicesimo. In un modello familiare sempre più individualista, le comunità cattoliche di base sono luogo di condivisione e sostegno.
    Bangkok (AsiaNews) – Ogni anno in Thailandia, durante il tempo pasquale, le parrocchie organizzano un incontro di approfondimento e preghiera per preparare i catecumeni al battesimo. Il sacramento viene impartito alla Veglia pasquale e per la formazione dei neo-convertiti si rivela sempre più importante il ruolo dei laici, che “condividono il compito di missione ed evangelizzazione”. Il prossimo 3 aprile saranno oltre 100 i nuovi fedeli, che abbracceranno a pieno titolo la fede cattolica.
     
    Mons. Francis Xavier Vera Arpondratana, presidente della Commissione episcopale per la catechesi, conferma che “mancano catechisti in alcune parrocchie”. Per questo l’arcidiocesi di Bangkok ha voluto rafforzare “la presenza dei laici nell’opera di evangelizzazione”, potenziando la loro formazione “perché diventino catechisti a tempo pieno”.
     
    Di recente fratel Tinnaratna Khomkris, responsabile per la pastorale dei vescovi, ha organizzato dei viaggi formativi a Singapore e in Malaysia per verificare l’attività delle comunità ecclesiali di base nei due Paesi nella formazione dei catecumeni. “Le comunità di base – afferma mons. Arpondratana – sono assai utili perché le famiglie moderne non sono più in grado di offrire riparo e condivisione come avveniva in passato”. E se i singoli nuclei familiari non sono sufficienti, è la comunità nel suo complesso che deve intervenire per garantire “un sostegno” a quanti si apprestano a ricevere il battesimo.
     
    Fra le cento persone che riceveranno il battesimo il 3 aprile prossimo vi è anche Lailuck Hasep, responsabile dell’area vendite in un’azienda thai. La conversione al cristianesimo, racconta la donna, maturata seguendo l’esempio del marito cattolico, è servita a vivere con maggiore serenità e fiducia anche l’ambito lavorativo. Lailuck Hasep conferma che “il lavoro è molto competitivo”, tanto da arrivare a puntare “una sveglia ogni 30 minuti per verificare l’andamento delle vendite con i miei subordinati: una fonte di stress enorme”. “Aver partecipato alla messa con mio marito – sottolinea la manager – e l’omelia del sacerdote, mi hanno aiutato a trovare una risposta alle mie domande”.
     
    La donna ha invitato anche i colleghi a seguire le classi di catechismo e 20 di loro (su un totale di 30) hanno aderito alla proposta. Durante la quaresima, continua, ci incoraggiamo a vicenda a pregare, digiunare, a vivere in maniera migliore il rapporto con gli altri. “Alla Veglia pasquale due di noi verranno battezzati – conclude – ma tutti hanno beneficiato della preghiera” per migliorare il lavoro e il loro ambito familiare.
     
    Veraparp Klongverachai, catecumeno di 25 anni, afferma di essersi convertito “perché voglio trovare un significato vero alla mia vita. Voglio diventare un buon cattolico”.
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    24/03/2006 Thailandia
    Thailandia, 250 catecumeni saranno battezzati a Pasqua

    Le ragioni che li hanno spinti ad avvicinarsi al cattolicesimo sono diverse. "Essere cattolico ha cambiato la mia vita – dice uno di loro – perché l'insegnamento della Chiesa mi ha spinto ad amare".



    27/03/2013 THAILANDIA
    Catechista thai in missione fra i tribali Hmong, a Pasqua 12 nuovi battesimi
    È la storia del 33enne Precha Sipongpiyaratsamee, attivo nella provincia di Mae Hong Son, nel nord della Thailandia. Tra i catecumeni, la maggioranza è di fede buddista e uno legato al culto tradizionale del gruppo etnico. Sacerdote e studioso: recuperare l’elemento di condivisione e di rispetto per la famiglia.

    01/03/2012 THAILANDIA
    Vescovi thai: Quaresima tempo di conversione, preghiera e solidarietà
    I prelati riprendono il messaggio di Benedetto XVI, tradotto nei dialetti locali, e invitano i fedeli a partecipare alle messe, ricevere la comunione, digiunare e sacrificarsi. La preparazione alla Pasqua è occasione per testimoniare la fede e servire gli altri, condividendo i beni e le difficoltà.

    08/04/2015 THAILANDIA
    Pasqua in Thailandia: Come le foglie, Cristo risorto dona nuova linfa alla missione
    P. Valerio Sala, missionario del Pime, racconta la missione nel nord del Paese. Nella notte della veglia il sacerdote ha amministrato 60 battesimi, per la maggior parte a giovani adulti e adolescenti. La sfida del crescente materialismo e l’abbandono scolastico. La scelta “controcorrente” di due giovani tribali che decidono di sposarsi.

    29/04/2013 THAILANDIA
    Sacerdote Pime: dalle “briciole” di Fang, una testimonianza di fede e missione
    Dalla festa per i 60 anni di sacerdozio di p. Zimbaldi ai battesimi celebrati a Pasqua, la piccola comunità nel nord della Thailandia conferma la sua vitalità. Lo spirito “missionario” dei bambini, che invitano i genitori a partecipare alla messa. La benedizione della chiesetta dedicata alla Madonna dell’Assunta, ne villaggio tribale Akha.



    In evidenza

    MYANMAR
    Non solo Rohingya: la persecuzione delle minoranze cristiane in Myanmar



    La sofferenza di Kachin, Chin e Naga. La discriminazione su basi religiose è in certi casi addirittura istituzionalizzata. I cristiani sono visti come espressione di una fede straniera ed in contrasto con la visione nazionalista. Per anni il regime militare ha introdotto feroci misure discriminatorie.


    VATICANO - ASIA
    Il mondo ha urgenza della missione della Chiesa

    Bernardo Cervellera

    Ottobre è un mese consacrato al risveglio della missione fra i cristiani. Nel mondo c’è indifferenza o inimicizia verso Dio e la Chiesa. Le religioni sono considerate la fonte di tutte le guerre. Il cristianesimo è l’incontro con una Persona, che cambia la vita del fedele e lo mette al servizio delle ferite del mondo, lacerato da frustrazioni e guerre fratricide. L’esempio del patriarca di Baghdad e del presidente della Corea del Sud.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®