18 Febbraio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 14/02/2018, 11.38

    PAKISTAN

    Lahore, l’omaggio dei cristiani ai funerali di Asma Jahangir

    Kamran Chaudhry

    La cerimonia funebre dell’attivista scomparsa si è svolta al Gaddafi Stadium. Imponente il sistema di sicurezza. Suore paoline hanno portato uno striscione con scritto “Asma, il vero spirito dell’umanità”. Commissione nazionale Giustizia e pace: “Era la voce di oppressi ed emarginati”.

    Lahore (AsiaNews) – Migliaia di persone hanno partecipato ieri ai funerali di Asma Jahangir, nota attivista pakistana scomparsa l’11 febbraio all’età di 66 anni. Tra coloro che hanno porto l’ultimo saluto anche tanti cristiani, suore e sacerdoti. Per tutti la donna, cofondatrice della Commissione per i diritti umani del Pakistan, rimarrà un esempio di dedizione in favore dei diritti dei più deboli e delle minoranze.

    Il funerale si è svolto al Gaddafi Stadium di Lahore. L’area era sorvegliata da decine di agenti, dispiegati per garantire la sicurezza delle persone accorse. I presenti hanno intonato slogan e le donne, vestite a lutto con abiti neri, piangevano in silenzio nel ricordo di colei che denunciava senza paura le violazioni dei diritti umani nel Paese.

    Il prof. Kalyan Singh, segretario generale della Guru Nanak Ji Mission, riferisce ad AsiaNews: “[Asma Jahangir] ha creato un modello. Le minoranze religiose hanno perso la loro madre. Era l’unica che sfidava i faraoni del momento, compresi i militari e gli imam radicali”.

    Tra i presenti, una delegazione di suore paoline. Le religiose hanno portato uno striscione con la scritta “Asma, il vero spirito dell’umanità” (v. foto). Suor Magdaline Ishaq ricorda che l’attivista è intervenuta spesso agli eventi organizzati al Seminario minore di St. Mary. “Accettava sempre i nostri inviti – dichiara – e condannava le politiche e le leggi discriminatorie dello Stato. Era coraggiosa come san Paolo e lavorava sempre per unire tutti i gruppi”.

    La Commissione nazionale Giustizia e pace della Conferenza episcopale pakistana riporta il dolore dei cattolici per l’improvvisa scomparsa dell’avvocato. In una nota diffusa il 12 febbraio a firma di mons. Joseph Arshad, presidente, p. Emmanuel Yousaf Mani, direttore nazionale, e Cecil Shane Chaudhry, direttore esecutivo, l’organismo ecclesiale sottolinea che l’attivista “ha lavorato in maniera instancabile per assicurare i diritti umani di tutti i cittadini del Pakistan, e in particolare quelli delle donne. Si batteva in modo coraggioso per l’uguaglianza e i diritti degli oppressi e delle comunità emarginate”.

    Asma Jahangi, aggiunge la dichiarazione congiunta, “è stata una risorsa per la nazione, una leggenda il cui contributo al sostegno dello stato di diritto, alla democrazia e ai diritti dell’intera razza umana ha ispirato molti di noi e le generazioni future. Era la voce di chi non ha voce. La sua scomparsa è uno shock e un dolore per la nazione. Il vuoto lasciato da lei non potrà mai essere riempito”.

    Infine la Commissione chiede a tutto il Paese di lasciarsi motivare ed ispirare dalla sua vita e dalle sue lotte, a renderle omaggio continuando a portare alta la luce dell’umanità da lei accesa, difendendo i gruppi oppressi ed emarginati.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    12/02/2018 10:04:00 PAKISTAN
    Lahore, scomparsa Asma Jahangir ‘campionessa di diritti umani e democrazia’

    La donna si è spenta all’età di 66 anni per un arresto cardiaco. Era una famosa attivista e avvocato della Corte suprema. Ha co-fondato la Commissione pakistana per i diritti umani e la Supreme Court Bar Association of Pakistan. “Perdiamo una leggenda. La società civile pakistana rimane orfana”.



    10/10/2017 12:13:00 PAKISTAN
    Scomparso l’ex avvocato di Asia Bibi, 'lottatore per le minoranze'

    Choudry Naeem Shakir aveva 73 anni ed era malato da tempo. È uno degli esponenti socialisti più illustri del suo Paese. Asia Bibi vincitrice del Premio Sakharov per la libertà di pensiero 2017, ma “lei nemmeno lo sa”. Messaggi di cordoglio di cristiani e musulmani.



    18/06/2012 PAKISTAN
    Lahore, centinaia di cristiani e musulmani in piazza per Asma Jahangir
    La famosa attivista pro diritti umani oggetto di minacce di morte. “Ho dedicato la mia vita agli emarginati – sottolinea – e non mi farò intimidire”. La solidarietà di politici, leader religiosi e membri della società civile. Vertici di Ncjp si appellano alle autorità, perché sia garante della sua incolumità. Peter Jacob: “siamo con lei”.

    08/08/2014 CINA
    Cina: l'attivista cristiano Gao Zhisheng "è libero ma sotto controllo"
    Le autorità della provincia occidentale dello Xinjiang scarcerano l'avvocato, impegnato nella difesa della libertà religiosa in Cina, ma continuano a tenerlo sotto controllo. Ancora bloccati i contatti con la sua famiglia, oggi negli Stati Uniti. Ha i denti distrutti e sta cercando cure mediche a Urumqi.

    09/05/2016 15:09:00 PAKISTAN
    Karachi: talebani uccidono attivista sciita “amico dei cristiani”

    Khurram Zaki, 40enne direttore del sito d’informazione “Let us build Pakistan”, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco lo scorso 7 maggio. Il gruppo talebano Hakeemullah ha rivendicato l’assassinio. Zaki aveva criticato il predicatore della moschea rossa di Islamabad. Attivista: “Ci stanno uccidendo uno a uno. Ormai i difensori delle minoranze si contano sulle dita di una mano”.

     





    In evidenza

    CINA-VATICANO
    Le lacrime dei vescovi cinesi. Un ritratto di mons. Zhuang, vescovo di Shantou

    Padre Pietro

    Un sacerdote della Chiesa ufficiale, ricorda il vescovo 88enne che il Vaticano vuole sostituire con un vescovo illecito, gradito al regime. Mons. Zhuang Jianjian è diventato vescovo sotterraneo per volere del Vaticano nel 2006. Il card. Zen e mons. Zhuang, immagine della Chiesa fedele, “che fa provare un’immensa tristezza e un senso di impotenza”. Le speranze del card. Parolin di consolare “le sofferenze passate e presenti dei cattolici cinesi”.


    CINA-VATICANO-HONG KONG
    Il card. Zen sui vescovi di Shantou e Mindong

    Card. Joseph Zen

    Il vescovo emerito di Hong Kong conferma le informazioni pubblicate nei giorni scorsi da AsiaNews e rivela particolari del suo colloquio con papa Francesco su questi argomenti: “Non creare un altro caso Mindszenty”, il primate d’Ungheria che il Vaticano obbligò a lasciare il Paese, nominando un successore a Budapest, a piacimento del governo comunista del tempo.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®